Al via i Playoff ACB: è guerra aperta al Real Madrid

Il Real Madrid è l’avversario da battere nei Playoff ACB, che vede la partecipazione delle squadre di Eurolega e il ritorno del Manresa.

Prenderanno il via giovedì pomeriggio i Playoff del campionato spagnolo. Le quattro squadre di Eurolega, le tre con licenza A Real Madrid, FC Barça Lassa e Baskonia, più il Valencia Basket, vincitore dell’EuroCup, saranno teste di serie per i quarti di finale.

Un’intentissima ultima giornata di regular-season, non priva di sorprese, ha definito il quadro finale della post-season che, oltre all‘Unicaja Malaga già qualificato, vedrà la partecipazione del Tecnyconta Zaragoza, il ritorno in alto di uno storico dell’ACB come il Joventut Badalona e la qualificazione, nonostante la sconfitta, del BAXI Manresa, grazie all’inattesa sconfitta dell’Iberostar Tenerife.

Analizziamo i quattro scontri dei quarti di finale, che si decideranno al meglio delle tre partite.

Real Madrid (1) vs BAXI Manresa (8) – ACB Photo

Il Real Madrid, campione in carica del campionato di ACB, ha chiuso la regular-season al primo posto per il terzo anno consecutivo con un record di 28-6. I blancos, unici rappresentanti spagnoli delle ultime Final Four dell’Eurolega, sono sulla carta i favoriti, la squadra da battere. Grazie alle numerose stelle al proprio arco, la compagine allenata da Pablo Laso fa del collettivo il suo forte. Sergio Llull e Facundo Campazzo tra gli esterni e Walter Tavares e Gustavo Ayón sotto canestro sono uomini da tenere d’occhio, così come Trey Thompkins, Anthony Randolph, Rudy Fernández o il sesto uomo Jaycee Carroll. I capitolini si presentano all’appuntamento con i Playoff senza infortuni importanti e in un eccellente stato di forma.

Dall’altra parte ci sarà il BAXI Manresa. La squadra catalana torna a disputare la post-season 21 anni dopo la storica apparizione del 1997-98, quando la compagine aveva conquistato il suo unico titolo di campione della Liga. Nell’ultimo ventennio la storia del Basquet Manresa è stata costellata da risultati negativi e retrocessioni. I ragazzi di Joan Peñarroya, infatti, la scorsa stagione giocavano in LEB Oro e, da neopromossi, sono riusciti a centrare un meritorio ottavo posto (record 17-17) nonostante una stagione costellata dagli infortuni. In questo caso si può proprio dire: comunque vada, sarà un successo.

FC Barcelona Lassa (2) vs Divina Seguros Joventut (7) – ACB Photo

Il Barça Lassa (27-7) ha chiuso al secondo posto in classifica, a una sola vittoria dal Real Madrid, una stagione fino al momento positiva, ma probabilmente non valorizzata come tale. La compagine allenata da Svetislav Pesic, che ha vinto la seconda Copa del Rey consecutiva battendo l’eterno rivale in finale, ha migliorato notevolmente in Eurolega, qualificandosi per i Playoffs. Qualche pesante sconfitta e la mancanza di continuità dei giocatori chiave come Ante Tomic, Kevin Pangos o Chris Singleton hanno impedito all’opinione pubblica in generale di esaltare le prestazioni di una comunque ottima squadra che ai Playoff sicuramente dirà la sua.

Il Barça ai quarti se la vedrà con il Joventut Badalona, in un derby catalano sempre molto sentito. Il Divina Seguros Joventut, conosciuto come “la Penya”, è una squadra storica nel panorama della pallacanestro spagnola. Con il Real Madrid e l’Estudiantes, infatti, i neroverdi sono l’unica squadra che ha partecipato a tutti i campionati di ACB disputati dal 1956 in poi. L’ultima apparizione ai Playoff del Joventut risale al 2014-15, e negli ultimi anni il club ha rischiato di sparire per motivi economici. L’arrivo di nuovi inversori e il contributo anonimo di migliaia di appassionati di pallacanestro hanno permesso alla Penya di risalire la china. Gli occhi sono puntati su Nicolas Laprovittola. Il playmaker argentino ha vinto il premio a MVP della regular-season grazie a una stagione da sballo: 17.2 punti, 6.4 assist, 2.5 rimbalzi e 17.2 di valutazione.

Kirolbet Baskonia (3) – Tecnyconta Zaragoza (6) – ACB Photo

Il Kirolbet Baskonia, terzo con un bilancio di 26-8, è un classico del basket spagnolo. Sempre presente in Eurolega e negli appuntamenti che contano, i baschi si propongono anche quest’anno ai Playoff con voglia di stupire. Negli ultimi anni il roster è stato spesso rivoluzionato dall’innesto di nuovi giocatori, che hanno ormai consolidato uno zoccolo duro attorno al georgiano Tornike Shengelia, capo carismatico della compagine di Velimir Perasovic. L’ex Trento Shavon Shields, l’ex NBA Darrun Hilliard e il centro francese Vincent Poirier sono altri uomini da tenere sotto controllo. Come curiosità, nella rosa del Baskonia ci sono ben quattro giocatori che risultano “europei” a livello contrattuale grazie a un doppio passaporto italiano: gli argentini Luca Vildoza e Patricio Garino, il brasiliano Marcelinho Huertas e l’uruguayano Jayson Granger.

Il Tecnyconta Zaragoza torna a disputare i Playoff della Liga Endesa cinque anni dopo la sua ultima apparizione nel 2013-14. L’anno precedente il club aveva fatto storia eliminando il Valencia Basket ai quarti dopo una rimonta e tre supplementari e qualificandosi alle semifinali per la prima e unica volta nella sua storia. Gli aragonesi, che hanno chiuso la regular-season sesti con un bilancio di 18 vittorie e 16 sconfitte, cercheranno di ripetere quella prestazione storica. L’ex Udine e Varese Stan Okoye è stato il miglior giocatore durante la stagione, con una media di 14.8 punti e 5.1 rimbalzi, in un roster che può contare anche sulla qualità dell’ex Siena Bo McCalebb.

Playoff
Valencia Basket (4) vs Unicaja Málaga (5) – ACB Photo

Il Valencia Basket, quarto dopo le 34 giornate di campionato con un record di 23-11, si presenta ai Playoff con i compiti già fatti. I taronja, infatti, hanno vinto con facilità l’EuroCup, qualificandosi per la prossima edizione della Turkish Airlines Euroleague, e quindi affrontano la post-season spagnola in assoluta scioltezza, consapevoli che il 2018-19, comunque vada, sarà stato un anno vincente. Dopo un avvio di stagione titubante, il Valencia Basket è migliorato, sia per quanto riguarda le prestazioni che i risultati, a mano a mano che Jaume Ponsernau si è guadagnato la fiducia della propria squadra. Il centro montenegrino Bojan Dubljevic è stato l’MVP con una media di 13 punti e 6.5 rimbalzi a partita, ma sono diversi gli uomini da tenere d’occhio.

L’Unicaja Malaga, quinto con un bilancio di 21 vittorie e 13 sconfitte, parteciperà ai Playoff ACB per la sesta stagione consecutiva. Gli uomini di Luis Casimiro sono reduci da una stagione senza infamia né lode sia in campionato che in EuroCup. La vittoria dell’EuroCup da parte del Valencia Basket e il nuovo regolamento dell’Eurolega che non permetterà a più di quattro squadre dello stesso paese di giocare la massima competizione europea ha tolto un po’ di ‘salsa’ alla post-season di Malaga, visto che non disputerebbe la prossima Eurolega neanche se per assurdo dovesse vincere il campionato. Gli andalusi cercheranno le proprie motivazioni proprio contro il rivale diretto in questa disputa europea e di tante recenti battaglie, che hanno visto l’apice dell’Unicaja con la conquista dell’EuroCup nella finale di due anni fa.

Next Post

Olimpia Milano vs Dinamo Sassari: è tutto pronto per il primo atto

Archiviati i quarti di finale, ci si prepara a dare il via alle due sfide di semifinale dalle quali usciranno le due squadre, che si sfideranno nell’ultimo scontro per vincere lo scudetto. Si comincia con la serie tra Armani Exchange Milano e  Dinamo Sassari.  A distanza di quattro anni esatti, queste […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: