Annunci
Regular Season 2018-2019Season 2018/2019Turkish Airlines Euroleague

‘Air Bayern’ spicca il volo in ritardo. Espugnata Gran Canaria nel finale

Il Bayern Monaco rialza la testa nel momento decisivo della sua stagione di Turkish Airlines Euroleague. Il team tedesco, dopo la vittoria con il Darussafaka e le due sconfitte con CSKA Mosca e Olympiacos, fa suo un match davvero ben giocato per 35′ dal Gran Canaria di coach Salva Maldonado. Il team iberico, infatti, è costretto ancora una volta a restare fermo al palo nonostante i notevoli miglioramenti ammirati in questa prima esperienza nella massima competizione continentale.

Alla Gran Canaria Arena di Las Palmas la squadra allenata da coach Dejan Radonjic ottiene dunque la sua quarta vittoria stagionale, la prima lontano dalle mura amiche dell’Audi Dome, in un momento davvero complicato della sua stagione di Eurolega, fino a questo primo scorcio di regular season certamente molto ben al di sopra delle aspettative.

Andiamo, di seguito, ad analizzare con la nostra consueta analisi in 5 punti, gli aspetti che hanno deciso l’incontro Gran CanariaBayern Monaco terminato con il punteggio di 74-89.

  • 12-28. Il punteggio dell’ultimo parziale di gioco vinto dal team bavarese di coach Radonjic. Come detto in precedenza il Bayern ha palesato ancora le difficoltà offensive evidenziate negli ultimi due turni di Eurolega, ma nel momento più importante Radonjic dice ai suoi di stringere le maglie in difesa su Marcus Eriksson e Ondrej Balvin (15 punti a testa in questo match) e di inserire il turbo in attacco grazie ai soliti noti Derrick Williams e Devin Booker nel pitturato. Il tutto agevola e migliora le percentuali dal campo, allungando nel parziale e sbaragliando la partita eccellente del Gran Canaria.
  • 5. I giocatori del Bayern in doppia cifra in questo incontro. La gestione della palla non decisamente delle migliori in questo match (ben 14 palle perse dei baveresi contro le 10 fatte registrare dagli iberici), non ha influito sulle straordinarie doti offensive della squadra di Radonjic. Se in una serata molto tirata emergono oltre a Williams e Booker la grande esperienza del ‘GeneralePetteri Koponen e di Vladimir Lucic, la partita può cambiare in qualsiasi momento. In tutto ciò aggiungete anche la serata di grazia di Maodo Lo e avrete ben 74 punti realizzati sugli 89 totali del Bayern.
  • Tiro da tre decisivo in questo match in favore del team bavarese. Come detto anche da coach Maldonado nel post Gran CanariaBayern, sono stati i tiri da tre ad ammazzare definitivamente l’incontro in favore della squadra di Radonjic. Fondamentale in questo aspetto la qualità e l’efficacia dei tiri messi a segno dalla squadra di coach Radonjic capace di contrastare la difesa di Gran Canaria con un ottimo 48% dall’arco. Male invece gli iberici, che nel momento di estremo bisogno hanno sparato a salve concludendo il match con un misero 24% dai 6,75.
  • Derrick Williams. Mai come in questa serata la sua leadership dentro che fuori dal campo è stata fondamentale nel successo del Bayern in terra iberica. In campo, ennesima prestazione sontuosa per l’ex Cleveland Cavaliers, che chiude il suo match con 20 punti (4/7 da 2 punti e 3/4 da 3 punti) e 3 rimbalzi fondamentali alla causa del team bavarese in questo incontro. Nel post-gara invece carica i suoi compagni di squadra in vista del prossimo match di Eurolega, a suo avviso da vincere assolutamente contro il Maccabi di Sfairopoulos.
  • L’esperienza nei momenti clutch è fondamentale a questi livelli. Il Gran Canaria ha pagato lo scotto di non essere pronta a reggere la pressione nelle partite punto a punto. Lo strappo fatto registrare in pochissimi minuti dal Bayern ha fatto crollare le certezze della debuttante iberica, incapace di reagire all’esperta compagine bavarese che per mentalità è molto avanti rispetto agli iberici. In Europa per sopravvivere servono scelte lucide, mentalità e la voglia di non mollare mai. La cenerentola Gran Canaria è ufficialmente avvisata.
Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: