Volksbank Reyer School Cup: emozione pura a canestro dal 2014

Chiara Morbio
1 1
Read Time:6 Minute, 40 Second

La Volksbank Reyer School Cup è uno degli appuntamenti più importanti per quello che è il panorama cestistico e scolastico dell’intero Veneto, una delle situazioni più interessanti che propone la società Reyer unendo la scuola allo sport, ossia la pallacanestro. Non solo i 150 anni di storia e le squadre maschili/femminili ad occupare le pagine di cronaca sportiva del 2022-2023, ma anche il torneo tra istituti superiori giunto alla sua ottava edizione.

Si è partiti nel 2014 con 16 istituti e si è giunti al 2018 che per la prima volta annoverava quasi 50 scuole di grado superiore del Veneto (precisamente 48): una crescita costante e continua per una Volksbank Reyer School Cup che ha dimostrato di essere un grande spettacolo non solo cestistico, ma anche di passione, tifo e – soprattutto – entusiasmo, un quartetto di fattori che fa la differenza in un paese povero di congiunzioni socio-sportive.

IL MERAVIGLIOSO TIFO DEL MAJORANA-CORNER AL TALIERCIO

Come è strutturata la Volksbank Reyer School Cup

Come abbiamo scritto precedentemente la Volksbank Reyer School Cup si è ampliata negli ultimi anni, con l’aumento degli istituti partecipanti: si è passati dai 16 del 2014 ai 48 del 2018, mantenuti poi negli anni a seguire dopo lo stop di 3 stagioni sportive per via della pandemia da Coronavirus. Ecco che – per spiegare il torneo tra istituti superiori – prendiamo in analisi ed esempio quest’ultima edizione vinta dall’istituto Pacinotti di Mestre, riprendendo le parole del primo comunicato rilasciato dalla Reyer.

12 tappe per la prima fase con 24 istituti qualificati al round successivo che sono stati divisi in 4 raggruppamenti per la fase denominata RB Care Reyer Madness. Le vincitrici dei 4 raggruppamenti si sono qualificate per le Final 4 in programma da sempre nella tana della società oro-granata, il Palasport Taliercio di Mestre, dove si sono svolte anche le finali del Volksbank 3 point contest oltre agli spettacoli delle cheerleaders degli istituti.

I premi assegnati sono: IN’S Mercato MVP, Agostini Group miglior marcatore, MSC Crociere Fair-Play, miglior comunicazione, miglior esibizione di cheerleading, miglior articolo premiato da Il Gazzettino, miglior video premiato dal TGR Veneto, miglior utilizzo dei social e miglior tifo, oltre al premio di miglior giovane dedicato a Riccardo Pastrello e Tobia De Eccher, due giovani veneziani del liceo Bruno-Franchetti di Mestre che hanno disputato diverse edizioni della Volksbank Reyer School Cup, vincendola anche, entrambi hanno tragicamente perso la vita in un incidente stradale.

Hanno debuttato per la prima volta quest’anno il liceo Leonardo Da Vinci di Belluno, l’Istituto Negrelli-Forcellini di Feltre e l’Istituto Nightingale di Castelfranco Veneto, mentre il Liceo Foscarini di Venezia rientra dopo un paio di edizioni di assenza. Volksbank è anche nuovo naming del torneo dopo esser stato partner e naming della gara del tiro da 3 punti e lo sarà per le prossime 3 edizioni.

IL LOGO DELLA REYER SCHOOL CUP 2023

Numeri e pensieri della Reyer School Cup

Un palazzetto conosciuto, conosciutissimo, che ha visto la Reyer di De Raffaele vincere lo scudetto nel 2019 e quella femminile di Giampiero Ticchi vincerlo nel 2021, a disposizione dei 4 Istituti che sono usciti vincitori da ciascun raggruppamento della seconda fase: un colpo d’occhio multi-color con battaglie sportive da sempre molto corrette in campo e straordinarie anche sugli spalti, tra qualche sano sfottò ed un tifo incessante per la propria squadra, o scuola, a seconda delle preferenze.

Come abbiamo già detto, sono 48 gli Istituti che hanno preso parte alla Volksbank Reyer School Cup di quest’ultima stagione per un totale di 95 partite disputate complessivamente con 600 studenti scesi in campo e 40mila spettatori totali: dati che in 3 mesi e mezzo di torneo descrivono alla perfezione la straordinaria riuscita di un torneo che ormai nel veneziano e per la stessa società oro-granata è una costante e simbolo di grande legame a doppio filo della palla a spicchi con il mondo della scuola.

Basta essere – dunque – un istituto superiore per partecipare alla Volksbank Reyer School Cup? No, ovviamente. Ogni scuola deve avere un responsabile della comunicazione, un capo ufficio stampa, un responsabile marketing, un social media manager, il tifo organizzato, la squadra di cheerleaders ed una squadra iscritta al Torneo di NBA 2K.

Spettatori presenti al Palasport Taliercio di Mestre Sabato 15 aprile dalle ore 08.30 alle ore 13.30 (circa) per l’atto finale, ossia la straordinaria Fnal Four? Oltre 3500, naturalmente. Un colpo d’occhio imperiale che testimonia la grande riuscita e bellezza di un evento che in Italia è più unico che raro.

Come detto, è un evento straordinario che non dovrebbe essere eccezione o rarità, ma che – bensì – dovrebbe rappresentare un must per il mondo della palla a spicchi italiana. Unire e congiungere il mondo dello sport (basket, in questo caso) con quello delle scuole dovrebbe essere una delle cose che l’Italia deve imporsi: perché se è vero che chi partecipa alla Volksbank Reyer School Cup gioca a basket o – addirittura – gioca con le giovanili della Reyer, è altrettanto vero che il Bel Paese deve aumentare il numero di ore di sport nelle scuole.

Far appassionare ragazzi al basket, portarli a credere in qualcosa di diverso, a pensare in grande, a mettersi in gioco ed a sfidare e confrontarsi contro atleti-studenti di altre scuole: tutto questo è lo spettacolo della Volksbank Reyer School Cup, un torneo che sta regalando enorme soddisfazione ad una società molto attiva nel sociale e nel mondo scolastico come quella del Presidente Casarin.

Presenti nel parterre d’eccezione del Taliercio diversi giocatori e lo staff della prima squadra maschile, che era pronta a partire alla volta di Napoli, oltre a diverse giocatrici della squadra femminile: al commento da spalla dell’immancabile e storica voce reyerina Alberto Minazzi si sono alternate Matilde Villa, Francesca Pan e – per la finalissima – Sara Madera, mentre a bordocampo immancabili le presenze di coach Mazzon con i due vice Francesca Di Chiara e Michele Dall’Ora oltre a Pietro Scibetta. In parterre anche Martina Fassina e Giuditta Nicolodi, insomma, il Mondo Reyer nell’interezza e totalità.

REYER SCHOOL CUP, LO SPETTACOLO DEL TIFO DEL MAJORANA

Protagonisti della Reyer School Cup: nomi conosciuti, diversi…

La Reyer School Cup 2023 ha visto trionfare l’Istituto Pacinotti in una finalissima intensissima ma dominata dalla scuola mestrina contro il Majorana-Corner di Mirano: 37-16 il risultato dell’ultimo atto. Le due scuole eliminate in semifinale sono state il Morin di Mestre ed il Newton-Pertini di Padova: un torneo spettacolare vinto dalla squadra (scuola) più forte, con diverse individualità di spicco, a partire da un Andrea Gattel (giovane della Reyer) premiato come MVP e miglior realizzatore delle F4.

Gli altri premi assegnati: miglior coach è Mattia Fiozzo del Pacinotti di Mestre, vincitore del Volksbank 3 Point Contest è Pietro Iannuzzi (anche lui giovane della Reyer), miglior produzione video per l’Istituto Duca degli Abruzzi di Padova, miglior articolo per il Liceo Montale di San Donà di Piave, miglior comunicazione per il Liceo Morin di Mestre, miglior arbitro (premio FIP Veneto) è Stefano Sabbadin, miglior arbitro/studente (FIP Veneto) Anna De Cesare, MSC Fair-Play Riccardo Cutrone (Liceo Fermi di PD), miglior giovane Davide Breda (8 Marzo Lorenz Mirano)

I vincitori dell’Umana Reyer E-Cup sono dell’Istituto Pacinotti di Mestre, il miglior tifo (premio Reyer/Panthers) va all’Istituto Pacinotti di Mestre, il premio decibel va al Liceo Majorana-Corner di Mirano, mentre il premio cheerleading va alle studentesse del Liceo Giorgione di Castelfranco Veneto.

Diversi i giocatori in orbita Reyer hanno partecipato almeno alle Final Four della Volksbank Reyer School Cup: su tutti Riccardo Visconti, ora protagonista a Pesaro in Serie A, poi altri protagonisti come Michele Antelli, Nicholas Groppi, Martino Criconia, Mattia Favaretto, Pietro Iannuzzi, Leonardo Vecchina, Francesco Barbero, Andrea Gattel e Giovanni Pieropan. Sono tutti? No, ma una parte dei protagonisti principali di questi anni sì.

ANDREA GATTEL ESULTA: MVP E MIGLIOR REALIZZATORE DELLE F4 DELLA REYER SCHOOL CUP

FOTO CREDIT: Reyer e Volksbank Reyer School Cup

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Rispondi

Next Post

Maccabi, Poythress sulla via del ritorno

Alex Poythress, ala del Maccabi Tel Aviv, sarebbe pronto a tornare in campo dopo più di 4 mesi di stop. L’ex Zenit San Pietroburgo non scende in campo dal 2 dicembre, più precisamente dal Round 11 di Eurolega, a causa di un infortunio alla mano che l’ha costretto a sottoporsi […]
Alex Poythress | Eurodevotion

Iscriviti alla Newsletter di ED

Scopri di più da Eurodevotion

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading