La lavagnetta di Eurodevotion #3: la variante dello spain pick and roll del Maccabi

Luca Castellano

Terzo appuntamento stagionale con la lavagnetta di Eurodevotion. Oggi andiamo a conoscere una variante dello spain pick and roll targata Maccabi.

0 0
Read Time:3 Minute, 38 Second

In casa Olimpia la delusione della sconfitta in SuperCoppa contro la Virtus Bologna è già andata in archivio. Neanche il tempo di festeggiare il successo prima contro il Baskonia netto ed inequivocabile per quello che si è visto nel campo, ma anche quello ottenuto con un po’ di fatica in più nel derby di campionato contro Varese dell’ex Ale Gentile, è già tempo di ricaricare immediatamente le pile e immergersi dunque nel primo doppio turno settimanale di Turkish Airlines Euroleague. Martedì sera al Forum, infatti, va in scena Milano-Maccabi, partita che da anni regala certamente ricordi ed emozioni non facilmente dimenticabili. Come di consuetudine, Eurodevotion vi porta alla scoperta del prossimo avversario continentale della squadra di coach Messina, specialmente in chiave tecnica. La terza puntata della Lavagnetta di Eurodevotion vi parlerà dello Spain pick and roll del Maccabi Tel-Aviv.

Lo spain pick and roll del Maccabi: come si svolge il gioco offensivo

Il Maccabi è alla ricerca di un’identità collettiva. 1-1 dice ad oggi il record stagionale degli israeliani che arrivano al Forum a caccia di riscatto soprattutto dopo la débâcle casalinga contro la Stella Rossa. Ioannis Sfairopoulos, maestro prevalentemente difensivo deve necessariamente trovare nuovi spauracchi offensivi. Vero che Reynolds e Williams atleticamente potranno dire certamente la loro nella cruciale lotta a rimbalzo, ma in queste due stagioni il vero trascinatore assoluto della squadra di Tel-Aviv ha un CV di tutto rispetto. Scottie Wilbekin è il metronomo offensivo della squadra di coach Sfai, l’ultimo intenzionato a mollare una contesa anche in situazioni completamente disperate e su questo il coach ex Olympiacos ha presentato nella prima uscita stagionale contro il Bayern una variazione al tradizionale spain pick and roll.

Dopo un pick and roll laterale iniziale, che “finta” il vero spain pick and roll successivo, l’intento del Maccabi è quello di far lavorare subito la difesa del Bayern. In questa situazione offensiva infatti, i movimenti degli altri interpreti, inizialmente super statici negli spazi di gioco, sono cruciali sin dagli hand-off che devono necessariamente in ritmo Wilbekin, l’uomo che ha le redini di tutto l’estro e libertà di manovra offensiva. Dopo il secondo “passaggio consegnato” parte la vera azione offensiva: Wilbekin sfrutta il blocco e “finta” la serpentina del tradizionale spain pick and roll, portandosi con sé più difensori possibili. Da quel momento il talento di Florida State sa perfettamente che negli spazi dietro l’arco ci sarà un giocatore pronto a concludere (in questo caso l’ex Olimpia James Nunnally). Lo scarico a questo punto è comodissimo e arrivano 3 punti per la squadra di coach Sfairopoulos.

Lo spain pick and roll: come fronteggiare questo gioco offensivo

Vincere contro il Maccabi potrebbe essere davvero difficile. Gli israeliani, come detto poc’anzi, sono una squadra che ha la capacità di non mollare la contesa e di battagliare per ottenere la vittoria. Dipende soprattutto da come il piano partita viene impostato dall’ex head coach dell’Olympiacos, ma anche da come l’avversario riesce ad imbrigliare appunto Scottie Wilbekin. Il compito dell’Olimpia principalmente dovrà essere quello di limitare tutto l’arsenale offensivo della guardia ex Darussafaka, che in qualsiasi maniera sa come mettere in difficoltà sempre partendo da un gioco offensivo che preveda un pick and roll iniziale.

Scottie Wilekin: lo spain pick and roll con lui portatore di palla può essere un arma decisiva in Olimpia-Maccabi di domani sera

Milano deve imprimere la sua forza difensiva. I cambi lungo-piccolo devono essere rapidi e decisi specialmente nelle scelte, dando così poco tempo al numero 1 del Maccabi per poter scaricare efficacemente la palla per un compagno libero dal perimetro. In caso non si vada per il cambio, i giocatori meneghini devono restare sempre attaccati a chiunque sarà il portatore di palla in questa soluzione offensiva, anche perché il tiro può arrivare subito, anche sul primo spain pick and roll.

Saranno cruciali anche i movimenti su un fondamentale come l’hand-off previsto in questa situazione offensiva. Se lo scopo evidente dell’attacco è il non far posizionare correttamente il sistema di aiuti difensivi dell’Olimpia, Milano deve essere pronta a mostrare la sua solita identità su aiuti dal lato debole e pronti ad uscire in pressione sul perimetro anche se la palla dovesse arrivare su un lungo in punta. In questo modo si potrebbe ottenere la terza vittoria in altrettante uscite in Turkish Airlines Euroleague.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Mercato: tra infortuni e panico da scelte errate c'è grande attività

Mercato attivissimo in Eurolega. Gi infortuni obbligo a correre ai ripari, mentre c’è un po’ troppo panico, dopo due giornate, che obbliga a correre ai ripari. Nei giorni scorsi è arrivato il clamoroso esonero di Martin Schiller da parte dello Zalgiris, partito 0/2 in Eurolega ma 5/0 (4/0 con l’allenatore […]
Infortuni

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: