La lavagnetta di EuroCup #12: un doppio stagger di Buducnost

Per la Virtus Bologna arriva una sfida decisiva in EuroCup. Dopo il passo falso con ULM, c’è lo scontro difficile con Buducnost. La lavagnetta di quest’oggi presenta un doppio stagger disegnato da coach Dzikic.

0 0
Read Time:2 Minute, 31 Second

La Virtus Bologna è atteso da un cruciale momento di verità in 7Days EuroCup. Le V Nere reduci dal capitombolo in Germania contro Ulm nell’ultimo turno continentale, ma anche dal successo in campionato contro la Vanoli Cremona di coach Galbiati, ora hanno un appuntamento decisamente da non fallire. Domani sera alla Segafredo Arena di Bologna arriva il Buducnost di coach Dzikic, terza forza del girone e tra l’altro vincitrice nel primo confronto stagionale tra le due squadre.

In occasione della sfida contro la compagine montenegrina, ecco qui il dodicesimo appuntamento stagionale per la lavagnetta di EuroCup. Quest’oggi vi presentiamo una soluzione offensiva che prevede l’utilizzo di un doppio stagger.

Il doppio stagger di Buducnost: com’è strutturato questo gioco offensivo

Per continuare la caccia alle posizioni nobili della classifica anche in 7Days Eurocup, la Virtus non deve necessariamente sbagliare la partita di domani sera. La squadra montenegrina guidata da coach Dzikic è un roster esperto e profondo, capace di esprimere un basket di ottimo livello, ma anche pieno di soluzioni proprio come quello della squadra di coach Scariolo.

Un esempio di queste soluzioni offensive a disposizione dei montenegrini è certamente il gioco offensivo con l’utilizzo di doppio stagger.

Il gioco parte con un hand-off tra play o portatore di palla disegnato e l’ala. Da qui parte il primo doppio blocco di pivot e ala per la guardia. Il flusso offensivo continua con un nuovo hand-off tra 1 e 2 di ruolo, e un nuovo doppio stagger sul lato opposto per liberare il 3 di ruolo. Da questo momento sarà tutta una questione di letture dell’attaccante, che deve essere bravo a capire in quale modo battere un eventuale mal posizionamento della difesa avversaria.

Il gioco con doppio stagger presentato dal Buducnost di coach Dzikic

Il doppio stagger di Buducnost: come difendere questo gioco offensivo

Come detto nel punto precedente, la Virtus deve vincere questa sfida per due motivi. Uno per motivi di classifica e di differenza canestri (all’andata finì 86-82 in favore della squadra di coach Dzikic), l’altro è per dare continuità ai progressi stagionali, momentaneamente accantonati causa indisponibilità delle ultime settimane.

Sarà proprio questo nodo infortuni il fattore cruciale della sfida casalinga, ma con o senza assenze del caso la Virtus deve mostrare le sue peculiarità anche nella propria metà campo per contrastare al meglio anche questo gioco con utilizzo di doppio stagger realizzato da coach Dzikic.

La prima soluzione è quella di seguire sempre chi ha la palla dopo ogni hand-off che sarà presente in ogni possesso. Sui blocchi bene cambiare sul primo blocco e forzare uscita sul secondo, mettendo pressione sulla palla e tardando l’esecuzione del secondo hand-off e anche del secondo stagger sul lato opposto, fermando l’efficiente flusso possibile in questo gioco offensivo.

Pressione sulla palla ed applicazione sono cruciali in contrapposizione a questo gioco offensivo del Buducnost. Con il giusto atteggiamento si può ribaltare l’esito dell’andata e lanciare un ottimo segnale per le prime due forze del gruppo B della 7DaysEurocup.

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Eurolega torneo per "vecchi": chi c'è alle spalle di Jokubaitis?

Rokas Jokubaitis ha già messo le mani sul Rising Star Trophy, ma i giovani talenti faticano sempre più a emergere in un’Eurolega che non lascia spazio al rischio. La fuga in direzione NBA dei giovani talenti in età ancora tenerissima e spesso prima di aver dimostrato la minima cosa da […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: