La lavagnetta delle F4: il side pick and roll dell’Efes

0 0
Read Time:3 Minute, 58 Second

E’ tempo di Final Four. E’ tempo, per la lavagnetta di Eurodevotion, di tornare in azione. Si comincia parlando di Efes e side pick and roll o, più “italicamente”, pick and roll laterale. una scelta che deriva dal fatto che la squadra turca sia nettamente la miglior interprete dei giochi con blocco sulla palla in tutto il Vecchio Continente, grazie soprattutto alla presenza di due fuoriclasse come Shane Larkin e Vasilije Micic.

Come sempre, non mancheremo di ipotizzare le possibili contromosse difensive del CSKA, avversaria dei turchi in semifinale e apparente sfavorita. Eppure, riuscire a limitare il pick and roll di Ergin Ataman già consentirebbe di tenere la partita viva ed evitare pesanti parziali che la chiudano subito. Che il viaggio abbia inizio: con il contributo video di coach Roberto Fois, il side pick and roll dell’Efes è qui.

Come funziona: il side pick and roll dell’Efes

Un’esecuzione del side pick and roll da parte di Shane Larkin

Prima di tutto, spieghiamo cosa si intende con side pick and roll, o pick and roll laterale. Generalmente si definisce “laterale” un pick and roll giocato al di fuori del prolungamento immaginario delle due guardie, spesso in posizione di ala (prolungamento orizzontale immaginario della linea di tiro libero). Posta questa importante definizione, entriamo nei dettagli del video.

L’azione ha avvio da Vasilije Micic, che conduce la palla nella fascia centrale del campo. Intanto, Shane Larkin, che parte sul lato destro del campo, attraversa lo stesso sfruttando due blocchi orizzontali (paralleli alla linea di fondo) consecutivi, piazzati da Adrien Moerman e Sertac Sanli, una situazione che in gergo si chiama “Iverson”, creata ad hoc proprio per la star dei Philadelphia 76ers ai tempi.

Con Jeffery Taylor che passa in mezzo sul primo dei due blocchi, Larkin può ricevere comodamente sulla proiezione verticale dell‘ala sinistra, dove Moerman gli porta un side pick and roll verso il centro. La scelta della difesa del Real è quella del contenimento, con Taylor che sembra in buona posizione per forzare il blocco (cioè per passare insieme a Larkin).

In realtà il difensore blanco, nel tentativo di passare sul blocco con l’attaccante, si muove in anticipo. Il folletto americano legge perfettamente la situazione e, con un rapidissimo cambio di mano, attacca il lato opposto rispetto a quello verso cui lo manda il blocco (azione di reject). Taylor resta a terra e la difesa deve improvvisare un cambio a tre, che non impedisce a Moerman di ricevere sul roll e aggredire con efficacia il ferro.

Naturalmente la lettura di Larkin è agevolata dal fatto che l’Efes giochi questo side pick and roll con l’angolo di lato forte vuoto, togliendo alla difesa la possibilità di stringere gli spazi in quella zona grazie agli aiuti. Un tipo di giocata che può essere utile anche per sfruttare lunghi tiratori che si aprono, come possono essere Moerman, Chris Singleton, Sertac Sanli.

Come si batte: il side pick and roll dell’Efes

Quando si tratta di difendere contro un pick and roll gestito da Larkin o Micic, non è facile per nessuno, neanche per il CSKA di Dimitris Itoudis. Tuttavia, questa è una delle chiavi per provare a rimanere in partita contro un Efes chiaramente favorito. E allora ipotizziamo come si potrebbe difendere contro questo pick and roll laterale con angolo vuoto.

Prima di tutto, la scelta di forzare l’attaccante sul fondo, non essendoci un terzo difensore nell’angolo di lato forte, pare da escludersi, soprattutto se si considera il rischio di cambi in emergenza che portino i lunghi del CSKA a vedersela uno contro uno con i fortissimi ball handler turchi. E’ possibile giocare contenimento, con la consapevolezza che mancherebbe la sponda che segue dal lato forte, quella migliore per attaccare questo tipo di difesa.

Va però detto che, se contenimento deve essere- va fatto con una certa aggressività, portando il difensore del lungo piuttosto alto. Il rischio è infatti quello che chi marca la palla resti indietro e venga concesso un facile arresto e tiro da tre punti dal palleggio, una delle soluzioni più gradite dal backcourt di Ataman. Altrimenti, sono necessarie scelte ancora più aggressive, quali lo show difensivo, per togliere la palla dalle mani dei Larkin o dei Micic, con la consapevolezza di dover però lavorare molto bene lontano dalla palla per togliere facili ricezioni al ferro.

Come si diceva prima, c’è anche il pericolo del pop (aprirsi anziché tagliare dopo aver bloccato) da parte di lunghi tiratori su questo side pick and roll, approfittando delll’ormai noto angolo vuoto. Soluzioni in questo caso? Cambio sistematico, sfruttando la notevole stazza media degli esterni a disposizione di Itoudis. La logica generale deve essere quella di togliere comodi tiri dal perimetro a una squadra che ne ha forte bisogno, poi si ragionerà sul resto.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
100 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

3 thoughts on “La lavagnetta delle F4: il side pick and roll dell’Efes

Next Post

Higgins: "Dobbiamo vincere per i tifosi"

Le parole di Cory Higgins in vista di Colonia
Cory Higgins

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: