Vladimir Lucic: il gioiello serbo segreto del Bayern Monaco

0 0
Read Time:3 Minute, 48 Second

Vladimir Lucic:

Sguardo di ghiaccio, tecnica sopraffina e tenacia a non finire o in una sola parola Vladimir Lucic. L’ormai trentaduenne serbo quest’ anno è definitivamente esploso diventando uno tra, se non, il giocatore chiave della stagione fantastica del Bayern Monaco. Alla sua terza stagione fra le file della formazione tedesca, Lucic ,quest’ anno, sta spiegando la pallacanestro a mezza Europa.

L’ ala di Belgrado sta giocando con numeri da all star in attacco ma sta facendo anche la differenza nella metà campo difensiva, basti pensare alla giocata chiave in difesa con la stoppata su Joffrey Lauvergne nei secondi finali di Bayern-Zalgiris, regalando la vittoria al suo Bayern Monaco. In questa annata Lucic sta viaggiando a 13.8 punti di media, con un pesantissimo 61.8% da due punti e un bel 44% dall’ arco dei tre punti. Anche a rimbalzo sta facendo molto bene catturando 4.8 rimbalzi a gara e smazzando più di un assistenza a partita.

Ma la carriera di Vlado Lucic non è sempre stata rose e fiori, l’ala serba infatti è partito da una società minore serba finché il Partizan Belgrado non ha messo gli occhi su di lui. Subito il club serbo lo ha messo sotto contratto e Lucic, nonostante la sua giovane età, ha risposto presente, faticando un pò nelle prime stagioni ma andando a migliorarsi di anno in anno fino a arrivare a segnare 13.7 punti a gara nella stagione 2012-2013 diventando un pilastro fondamentale della società di Belgrado. Dopo 5 anni nella sua Serbia, Vladimir ha deciso però di cambiare aria e il Valencia gli offerto un’ opportunità, per il serbo, è la prima esperienza fuori dalla sua terra natale.

Il Valencia faceva l’ EuroCup e l’obiettivo era quello di andare in Eurolega ma Lucic in quella stagione faticò parecchio nonostante il fatto che il suo club riuscì poi a staccare il ticket per la massima competizione europea. Nelle stagioni successive fra Eurolega ed Eurocup, Vladimir Lucic non confezionò grandissime cifre ma dimostrò di essere un buon giocatore da rotazione che poteva servire alla formazioni che volevano cercare di arrivare all’Eurolega tramite l’ Eurocup.

Finita l’ esperienza in Spagna, Lucic ha firmato nel Bayern Monaco che, se nel calcio è da sempre uno dei top club europei, nel basket al contrario, specialmente a livello europeo, era da sempre una squadra con davvero poche ambizioni.

Il Bayern fece una bella stagione in Eurocup ma ai playoff perse 2-1 contro l’Unicaja con Lucic che viaggiava a 8.5 di media. Nella stagione 2018/9 i monacensi disputarono l’ Eurolega e il serbo fece una gran bella annata, sia come numeri che come presenza sul parquet. La stagione successiva il Bayern fece davvero tantissima fatica e chiuse la stagione al diciassettesimo posto su 18 squadre. Nonostante la brutta stagione del Monaco, l’ala serba incominciava a fare vedere di essere capace di potere stare a quel livello e da giocatore di ruolo passò ad essere un fattore imprescindibile.

In quest’ ultima stagione Lucic è definitivamente esploso, forse ci ha messo qualche anno più di quanto potessimo aspettarci all’invio della sua carriera ma adesso sta giocando una stagione a tutti gli effetti da all star, sia in attacco sia in difesa ed è uno dei segreti di questo Bayern che l’ anno scorso era penultimo mentre quest’ anno è al quinto posto e giocherà per la prima volta i playoff.

Lucic ha segnato anche tantissimo questa stagione, basti pensare ai 26 a Tel Aviv, ai 22 contro il Valencia, ai 20 contro il Pana così come contro l’ Alba ma, la cosa straordinaria di questo talento, è che è sempre stato costante e, quando in attacco le cose non andavano benissimo, stava in campo lo stesso per la parte difensiva e per i suoi  recuperi.

Insomma un giocatore che è diventato imprescindibile e fondamentale per la formazione tedesca e per il coach italiano Andrea Trinchieri, che fin da quando è arrivato gli ha dato sempre tantissima fiducia, venendo decisamente ripagato. Ora sull’ ala serba ci sono gli occhi di mezza Europa che vorrebbe metterlo sotto contratto per la prossima stagione ma, prima di questa estate, c’è una serie di playoff contro l’Olimpia Milano da giocare, serie dove potrebbe proprio  essere il serbo di  Belgrado a fare la differenza. Vladimir Lucic, dalla squadra della retrovie di Belgrado, alla gavetta in Eurocup, fino a diventare un protagonista in Eurolega, tutto questo con la sua solita faccia concentrata e glaciale tipica dei serbi, born to be great.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
100 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

2 thoughts on “Vladimir Lucic: il gioiello serbo segreto del Bayern Monaco

  1. […] Un Bayern Monaco che ha faticato tantissimo ad attaccare la difesa milanese e che ha subito davvero tanto sul lato difensivo, un Bayern anche molto nervoso, tanto che coach Andrea Trinchieri è stato espulso per doppio fallo tecnico. Per Milano 20 di Kevin Punter, 13 di Rodriguez, 10 di Leday con 7 rimbalzi e 12 di Shields. Non bastano invece al Bayern i 23 di Baldwin e gli 11 di Reynolds, Gist e Lucic. […]

Next Post

Road to Playoff: come ci arriva il Real Madrid

L'analisi della stagione del Real Madrid e la condizione con cui si presenta alla serie playoff con l'Efes.
Real Madrid | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: