Round 30: Il Valencia si avvicina ai Playoff battendo il Khimki

Mikhail Laurenza

Il Valencia ancora fa un balzo importante verso i Playoff avendo la meglio di un buon Khimki

0 0
Read Time:3 Minute, 15 Second

Il Valencia ha la meglio per 77-68 sul Khimki nella trentesima giornata di Eurolega dopo una partita tutt’altro che esaltante che i taronja hanno condotto dalla palla due fino alla sirena finale, rischiando però varie volte la rimonta dei russi. Derrick Williams è l’MVP del match con 18 punti caratterizzati da 5 schiacciate; ma da sottolineare è anche la prova di Tobey nel terzo quarto. Il Khimki nonostante l’ultimo posto, dimostra almeno di sembrare una squadra dall’arrivo di Maltsev. Analizziamo quindi la partita attraverso i 5 punti di Eurodevotion.

L’intesa Kalinic-Williams

Il primo quarto sembra far pensare ad una vittoria in carrozza per il Valencia, che parte fortissimo soprattutto grazie all’impatto devastante di Derrick Williams, che mette a referto 9 punti conditi da 3 inchiodate. La difesa del Khimki pare totalmente in balìa della collaborazione fra l’americano e Kalinic, bravo a provocare il cambio sul pick ‘n’ roll laterale per avere un mismatch in post basso e attirare il raddoppio utile per liberate tutto l’atletismo del suo compagno. Questo spiega molto del 6/6 iniziale degli ospiti da 2 punti, che chiudono il primo quarto sul 27-17.

Il risveglio del Khimki

Fino a due mesi fa questo tipo di partite si sarebbero risolte con un desolante +30 in favore delle avversarie del Khimki, ma le cose dall’arrivo di Maltsev, almeno dal punto di vista dell’impegno e dell’intensità, sembrano essere cambiate: i padroni di casa cercano di rallentare il ritmo dei valenciani con una 2-3 matchup che li costringe a forzature da oltre l’arco (7/23 al termine del match) e a perdere il controllo sulla partita, complice anche la difficoltà di Ponsarnau ad aggiustamenti rapidi. In attacco il destinatario di quasi tutti i possessi è Karasev, che in assenza di Shved si traveste da go-to-guy e con 7 punti consecutivi riporta i suoi fino al -6. Sotto canestro il protagonista è il solito Mickey che sfrutta le rotazioni della difesa per pulire tutto a rimbalzo d’attacco.

L’importanza di Mike Tobey

Nel secondo tempo la partita si fa decisamente meno gradevole, anche perchè il Khimki cerca quasi sempre un tiro al termine dei 24″ per non permettere la transizione ospite e schierarsi con una difesa a zona matchup. L’ingresso di Mike Tobey però risulta fondamentale, perchè l’ex Virginia è maestro nel fintare il blocco e tagliare immediatamente a canestro, facendo saltare il raddoppio del lungo sul palleggiatore, muovendo così la difesa avversaria. L’americano chiude con 12 punti e 9 rimbalzi, ma il suo impatto sulla partita va ben oltre i numeri.

L’allungo decisivo

I taronja provano a scappare nel terzo quarto, allungando sul 69-52 contro un Khimki troppo corto e apparentemente sulle gambe: Valencia riprende a punire in transizione con Kalinic e Williams, ma perde Van Rossom a causa di una distorsione alla caviglia. La partita sembra finita, ma gli uomini di Maltsev trovano in qualche modo la forza di rientrare fino al 68-73 dimostrando quella compattezza che pareva utopia dopo la diaspora di gennaio. Gli errori all’interno dell’arco però (13/37 da 2 per il Khimki) risultano decisivi e regalano una vittoria che per gli spagnoli vale oro.

La corsa Playoff

A quattro giornate dal termine della stagione regolare i posti ancora in gioco per i Playoff sembrano essere il settimo e l’ottavo, occupati momentaneamente dal Real e dallo Zenit (17-13 il record dei blancos, 16-13 quello dei russi). Valencia e Baskonia però sono vicinissime, entrambe a quota 16 vittorie e 14 sconfitte, con i taronja con un calendario che sembra essere il più agevole fra le squadre ancora in corsa. Arrivare fra le prime 8 per gli uomini di Ponsarnau significherebbe partecipazione certa alla prossima Eurolega, ecco perchè le motivazioni sono ancora maggiori. Lo scontro diretto proprio con il Baskonia all’ultima giornata sarà un evento da non perdere per ogni appassionato del basket europeo.

Photo: credits to Euroleague.net

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Milano-Barcellona è la vittoria della difesa di Jasikevicius sul perimetro

Una grande prova difensiva permette al Barcellona di sbancare il Forum di Assago
Milano Barcellona

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: