Stelle che Verranno: Brancou Badio

Giorgio Mastrogiacomo

In quest’ultima puntata di ‘Stelle che Verranno’ andiamo a parlare di un giocatore messosi in mostra in questi giorni con la maglia balugrana

BRANCOU BADIO

Play senegalese classe 1999, Badio rappresenta l’identikit perfetto del giocatore tipo per Jasikevicius. E’ proprio grazie all’arrivo del coach lituano che Badio viene aggregato alla prima squadra. Nella scorsa stagione, invece, ha giocato in Leb Plata con il Barça B.

Cresciuto cestisticamente al Cba Las Palmas, club satellite di Gran Canaria, entra a far parte della cantera blaugrana all’età di diciotto anni, trovando però poche fortune. Se, infatti, con il club canarino ha preso parte all’ANGT 2016/17, chiudendo con 15 minuti, 4.3 punti e 1 assist di media in quattro gare, al Barcellona si limita a giocare nella propria categoria.

Brancou Badio con il CBA Las Palmas nell’ANGT. Fonte: http://www.adidasngt.com

La scorsa stagione, come già detto, ha giocato nel Barça B. Badio si è messo in mostra fin da subito, prendendosi una maglia da titolare e contribuendo ai successi dei catalani con 13.4 punti a partita. In patria, invece, è già considerato un idolo a seguito delle quattro presenze collezionate nel qualificazioni ai mondiali 2019 a neanche diciotto anni. Mondiale al quale, però, non ha preso parte.

Nonostante un percorso lontano dai riflettori, Badio ha deciso di rendersi lo stesso eleggibile al prossimo Draft NBA, nel quale difficilmente riceverà una chiamata. Piuttosto potrà crescere in questa stagione sotto l’ala di Jasikevicius che, fin da subito, ha visto del potenziale in lui. Classico play europeo, il senegalese nella scorsa stagione ha messo in mostra le sue potenzialità nel tiro dall’arco, chiudendo la stagione con il 40% da tre punti.

Lo stesso Jasikevicius ne parlò con entusiasmo al termine dell’amichevole contro il Murcia lo scorso 28 agosto, dicendo come Badio avesse cambiato “chiaramente cambiato la partita con la sua difesa e attacco”. La sua velocità e visione di gioco, combinate ad un grande atletismo potranno sicuramente fare la differenza.

Badio, inoltre, ha già dato prova di non temere assolutamente la pressione dei grandi palcoscenici. Nel debutto contro il San Paolo Burgos è entrato in partita con decisione e senza paura, mettendo a referto tre punti, frutto di un tiro dall’arco. Vedremo se quello di domenica scorsa è stato un semplice fuoco di paglia o se Jasi ha già individuato un nuovo talento da lanciare.

Next Post

Barcellona e Zalgiris: il volo di Jasikevicius, la sfida di Schiller

Due squadre legate da una sottile linea, che è sia verde che “blaugrana”. Sarunas Jasikevicius che approda meritatamente in un club dove deve vincere, Martin Schiller che rappresenta uno dei temi tecnici più intriganti della stagione. Barcellona e Zalgiris nella nostra presentazione stagionale. FC BARCELONA PG thomas heurtel nick calathes […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: