Centro, centimetri e stazza: quanto pesano nell’Eurolega recente?

0 0
Read Time:4 Minute, 15 Second

Centro, una volta era il pivot, parola magica che caratterizza moltissime discussioni riferite alla pallacanestro moderna.

Se ne dibatte pressoché quotidianamente, rappresenta una scelta fondamentale nella costruzione del roster da parte di qualsiasi club: quanto conta la presenza di un centro dotato di centimetri e stazza per poter emergere nel complicato mondo di Eurolega?

Non vogliamo assolutamente dare giudizi assoluti, pur avendo la chiara opinione che un centro vero di cm e kg che sappia giocare in post sia importantissimo, ma ci siamo soltanto inoltrati nelle ultime 12 edizioni del massimo trofeo continentale, cercando all’interno dei club che hanno vinto la presenza di giocatori nel ruolo che abbiano avuto una certa importanza nelle rotazioni.

Nel 2010 vince il Barça schierando Fran Vazquez (cm 209) e Boniface Ndong (cm 213).

Il 2011 è l’anno del Pana in cui nel ruolo vi sono Mike Batiste (cm 204 ) ed un giovane Ian Vougioukas (cm 211).

Mike Batiste

Arriviamo al 2012 dell’Olympiacos e ci sono tre profili nel ruolo: Kyle Hines (cm 198 ), Pero Antic (cm 211) e Joey Dorsey (cm 203).

Il “back-to-back” dei greci è servito nel 2013. Sempre presenti Hines ed Antic, il terzo lungo è Georgi Shermadini (cm 217).

Georgi Shermadini

Nel Maccabi trionfatore al Forum, siamo al 2014, vi sono Alex Tyus (cm 204 ) e Sofoklis Schortsanitis (cm 206 ma anche 140-150 kg…).

Sofoklis Schortsanitis

Il Real del 2015 domina con Gustavo Ayon (cm 208) e Ioannis Bourousis (cm 215), senza dimenticare i 204 cm di quel Felipe Reyes che spesso gioca nel ruolo.

Mercato bollente in Eurolega: non solo Real e Fenerbahçe | Eurodevotion
Gustavo Ayon

Il 2016 è una chiara eccezione: il Cska campione schiera il solo Kyle Hines coi suoi 198 cm.

Nel 2017 il Fenerbahçe di Obradovic è decisamente grosso: Ekpe Udoh (cm 208), Jan Vesely (cm 213) e Pero Antic, come già visto a cm 211.

Ekpe Udoh

Gustavo Ayon (cm 208), già protagonista nel successo del 2015, e’ affiancato da Walter Tavares (cm 220) nel Real trionfatore alla Stark Arena di Belgrado nel 2018.

Walter Tavares

E’ il 2019 quando arriva il secondo successo in 4 anni per il Cska di Itoudis. C’è ancora il sottodimensionato Hines (cm 198) insieme ad Othello Hunter (cm 203).

Kyle Hines

Il 2020 non si chiude per le note vicende pandemiche, tuttavia il dominio, alla sospensione, è dell’Efes. Bryant Dunston (cm 203), Tibor Pleiss (cm 221 ) e Sertac Sanli (cm 212).

Sertac Sanli

Gli stessi tre sono protagonisti nel successo del 2021 a Colonia, dove l’Efes conferma praticamente la squadra dell’anno precedente.

Ora, come sempre serve parecchio equilibrio nella valutazione di questi dati.

Vi sono almeno sette situazioni che vanno prese in considerazione.

  • La prima è una considerazione ovvia, quasi scontata. Ok i cm, ok i kg, ma è il valore tecnico ed il QI cestitstico che conta. Non basta certo avere un certo fisico ed una certa altezza per emergere, come dimostrano diversi profili di Eurolega.
  • La tipologia di gioco impostata dal Coach, che ovviamente porta alla scelta di un profilo piuttosto che di un altro indipendentemente dai centimetri.
  • Come conseguenza del punto precedente, la scelta che può ricadere su un centro che sappia muoversi spalle a canestro in post piuttosto che un profilo definibile più “moderno” in grado di essere pericoloso anche lontano dal ferro, se non addirittura da oltre l’arco.
  • L’effetto “pick and roll”. Si può scegliere un rollatore profondo ed allora l’atletismo è caratteristica fondamentale, piuttosto che uno più da “short roll”, laddove un profilo alla Kyle Hines, ad esempio, diventa basilare, come avviene nel sistema offensivo dell’Olimpia 2020/21.
  • L’affiancamento del centro con un “4” che sia più o meno interno. Se è un Vesely può accadere che servano anche meno cm e kg, vista la stazza e l’ingombro del ceco. Se si va di “small ball” con soluzioni come Datome, Clyburn o Deck nel ruolo, dovrebbe servire qualcosa di più a livello di atletismo e fisicità.
  • Kg e cm sono un dato di fatto, ma l’apertura alare e l’ingombro che questi giocatori possono offrire rappresenta un valore che può sopperire alla mancanza della stessa stazza. Un Kyle Hines, ancora lui come esempio, non ha verticalità esagerata e nemmeno la stazza di tanti rivali, ma occupa spazi pazzeschi grazie ad un corpo ottimamente strutturato.
  • Infine, tornando al “pick and roll”, va detto che la stragrande maggioranza dei Coach cerca un lungo che sappia cambiare e stare coi piccoli. E’ un valore fondamentale ed è quello che fa la differenza. Come muoversi, quando muoversi e come gestire i falli in quelle occasioni: i segreti delle squadre che vincono oggi.

Detto tutto ciò l’analisi dei roster delle ultime 12 edizioni di Eurolega ci dicono che soltanto tre volte il titolo è andato a squadre che non schierassero almeno un atleta oltre i 210cm che fosse parte integrante delle reali rotazioni.

Si tratta del Maccabi del 2004, che però sopperiva ai cm coi 150 kg abbondanti di “big Sofo”, la vera eccezione del Cska 2016 coi soli 198cm di Kyle Hines ed ancora i moscoviti, sempre guidati da Itoudis, che nel 2019 di Vitoria schierano ancora Hines accoppiato ad Othello Hunter, coi suoi 203cm.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Ufficiale: Alen Smailagić è un nuovo giocatore del Partizan

Nuovo acquisto per quella che vuole essere una delle favorite assolute per la vittoria finale della EuroCup: il Partizan di Belgrado firma Alen Smailagić, ala grande di 208 centimetri nato nel 2000 proprio nella capitale Serbia. Anche qualche apparizione in NBA con Golden State nelle ultime due stagioni per Smailagić, […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: