Croazia – Grecia: Simon e Bogdanovic ci provano ma Giannis è troppo forte

0 0
Read Time:4 Minute, 28 Second

Si alza il sipario sul girone C che si disputa al Forum di Milano. Il girone degli Azzurri si completa con Gran Bretagna, Ucraina, Estonia, Croazia e Grecia.

Nel primo match in programma la nazionale Ucraina a la meglio sui britannici per 90 – 61. A seguire nella partita delle 17.00 l’attesissimo debutto di Giannis e della sua Grecia.

L’avversaria di turno è la Croazia che arriva a questa partita con l’annuncio del ritiro dalla nazionale di Bogdanovic al termine di EuroBasket.

Partita interessante e ricca di motivazioni, la Grecia per agguantare la vittoria contro la diretta avversaria nel girone e per i croati per capire lo stato di forma e le possibilità in questo Torneo.

La Partita

Pronti via e la Croazia guidata da Bogdanovic prova subito la fuga e a sorprendere la formazione ellenica con un + 7 in 2 minuti a cui risponde Dorsey con la prima delle sue 5 triple di serata. Dopo qualche minuto di empasse in cui entrambe le formazioni non trovano la via del canestro si sblocca Giannis e a 4 minuti dal termine la Grecia mette la freccia e sorpassa gli avversari. La squadra di Itoudis si compatta in difesa e chiude la prima frazione avanti 24 – 16.

Il mini intervallo non aiuta i Croati a riorganizzare le idee e vede la squadra di Atene continuare a infilzare la difesa di coach Mulaomerovic, mattatore dei secondi 10 minuti un indemoniato Tyler Dorsey che segna 8 punti consecutivi e lancia i suoi fino al 46 – 30 dell’intervallo.

Forse convinti di avere il controllo totale della partita Giannis e compagni tolgono il piede dall’acceleratore troppo presto limitandosi ad amministrare il vantaggio. Un immortale Simon guida la carica e i compagni seguono l’esempio registrando un parziale di 15 – 0 in quasi 3 minuti risalendo fino al -2. Nel momento di massima difficoltà della serata è sempre Dorsey a segnare la tripla per fermare l’emorragia. Il terzo quarto si chiude con gli ellenici in vantaggio di 8 punti 70 – 62.

Il quarto periodo si apre con lo stesso trend. La Grecia in controllo non sembra trovare il modo di dare la spallata definitiva al match e la Croazia con pazienza e dedizione rosicchia lo svantaggio e il solito Simon ad 1.30 dalla fine riporta i suoi a -2. La squadra di Itoudis sembra sulle gambe con l’inerzia totalmente nelle mani della squadra di Mulaomerovic. Dorsey perde il pallone seguente e Zubac avrebbe la palla del pareggio ma Giannis Antetokounmpo ha decisamente dei piani differenti. L’ultimo minuto è un delirio di onnipotenza cestista che qualsiasi paragone con la mitologia oramai lascia il tempo che trova.

Stoppa il layup di Zubac e sul possesso successivo schiaccia in reverse sull’alzata di Calathes. Nell’ultimo tentativo di ricucire lo svantaggio la Croazia si affida a Smith dall’angolo ma ancora la star dei Bucks stoppa la conclusione e sul ribaltamento di fronte segna e subisce il fallo chiudendo la gara e regalando la vittoria all’esordio alla formazione greca.

Croazia Grecia, La schiacciata decisiva di  Antetokounmpo.

Croazia: Bogdanovic e Simon ci provano, Saric non pervenuto

La Croazia ci prova. Produce una partita solida e si affida ad un piano partita che prevede di collassare in area per cercare di contrastare la fisicità di Giannis e speculare sulle percentuali da dietro l’arco degli esterni della squadra di Itoudis. Limitare la star NBA sarà complicato per quasi tutte le nazionali di questo EuroBAsket, solo le “favorite” sembrano avere giocatori che possono limitare il nativo di Atene senza dover impegnare l’intero quintetto. La scelta di maggior libertà agli esterni mette in ritmo Dorsey e il suo impatto scava il vantaggio che si rivelerà insormontabile per i croati.

Croazia Grecia: Tutti contro Giannis

In attacco Bogdanovic (19) e Simon (18) guidano la squadra per costanza durante tutto l’incontro, e non necessariamente è una buona notizia, ai quali si aggiunge la prova da 23 punti di Jaleen Smith fondamentale per far rientrare la Croazia fino al -2.

Hezonja e Zubac chiudono in doppia cifra e svolgono il loro compito. Il grande assente in casa Croazia è Dario Saric che chiude la partita con 0 punti. Se l’Ala Grande de Phoenix Suns, reduce dall’infortunio al ginocchio riuscita a portare il suo apporto allora la nazionale di coach Mulaomerovic potrebbe rappresentare una variabile impazzita all’interno del girone e del torneo.

Croazia Grecia. Simon in azione contro Calathes

Grecia: Dorsey piazza il break, Antetokounmpo la vince

La Grecia vince all’esordio e guadagna due punti fondamentali verso il primato del girone. Una Vittoria maturata grazie al break di 8 a 0 del secondo periodo e ai canestri fondamentali nel momento migliore degli avversari piazzato da Tyler Dorsey che chiude la sua partita a 27 punti e 5 triple.

Nel finale, come raccontato Antetokounmpo, la chiude grazie al suo sterminato talento. Il campione NBA del 2021 schierato offensivamente da numero 5 usa la sua fisicità per far collassare la difesa preparata per limitarlo. Rifiuta molti tiri dal gomito per mettere la palla in terra e scaricare su i compagni. Ciò che colpisce nella sua prova oltre le statistiche è il totale essere al servizio della squadra. La voglia di non risparmiarsi su nessun possesso e a guidare i suoi con l’esempio oltre che con i canestri.

La Grecia vince ma Itoudis dovrà affrontare altre squadre che cercheranno di scommettere sulle percentuali da tre della sua squadra, stasera ha tirato 10/33.

Croazia Grecia. Tyler Dorsey

Prossimi impegni

Sabato 3/09

Gran Bretagna – Croazia

Italia – Grecia

(Credits photos: Fiba)

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Italia fa il suo dovere all'esordio

Esordio positivo dei ragazzi di Gianmarco Pozzecco
Italia fa

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: