Eurodevotion Weekly | Il Barça vola nel segno di Jasikevicius

alberto marzagalia

10 flash dalla settimana di Eurolega nel nome di un Barcellona che vola.

  • Le grandi sono in ripresa. All’appello dei posti al sole manca solo il Maccabi, atteso da una settimana con doppia trasferta spagnola: prima il Real, poi il Valencia.
  • 121 punti segnati in due gare, 28/61 da due, 14/42 da tre, una marea di liberi sbagliati (23/36) e 34 punti totali di scarto rimediati: la settimana dell’Asvel è da incubo e l’ultimo posto (ok, c’è il Khimki ma è un record falsato) è il valore reale odierno. Attenuante COVID? Vero, ma così male vuol dire che c’è dell’altro. Se non si coinvolge al 100% Fall la macchina si inceppa totalmente.
  • La difesa di Rudy nei possessi finali su Jordan Loyd e quella di Llull prima sono i fattori decisivi nella W del Real a Belgrado. I “blancos” vanno sempre a sprazzi, ma prima di contarli fuori dal giro che vale useremmo prudenza. Certo, il Facu che va è un problema… Preoccupa veramente “zero”, come dice Laso?
  • Problema Mike James. Niente di ufficiale, ma è chiaro che qualcosa di serio è successo. Il silenzio tombale ne dà al dimensione. Ed accresce il valore del club.
  • Anthony Randolph: 13 + 6 con un solo errore al tiro. E’ palese che se gira lui si vede un Real di altra dimensione. Quella vera.
  • Barça straordinario con due lati del campo interpretati alla perfezione. In difesa attacca, in attacco impone usando le spaziature al meglio. Ha una doppia dimensione che gli altri, oggi, si sognano. Si può dire che la pallacanestro di Jasikevicius sia la migliore d’Europa? Sì, e lo si poteva già dire da qualche anno.
  • Il Bayern non molla. 90 punti con solo 10 triple. 19 tentativi dall’arco contro 44 da due. Trinchieri gioca diverso, Trinchieri impone. Capolavoro… “and counting”.
  • Il Cska vince, ma prende 20 rimbalzi contro i 37 del Baskonia. Milutinov, Shengelia, Bolomboy, Voigtmann, Clyburn, Kurbanov e guardie come Hackett (ed anche l’assente James) he a rimbalzo ci vanno. Oggi è il primo tema da affrontare.
  • Ponsarnau: «Buoni e cattivi momenti, ma non abbiamo sfruttato quelli buoni. Non siamo stati presenti nei minuti decisivi, con poca chiarezza e prendendo brutti tiri». Ok, Coach, ma questa è una squadra che può e deve dare di più, magari imponendo. 1 tiro da tre di Dubljevic in 22 minuti contro lunghi decisamente interni spiega parecchio.
  • Bentornato Micic! “Vasa” la domina in lungo ed in largo, il sistema Efes sta tornando e si vede anche senza Beaubois, Larkin e Dunston, nonché prendendo 8 rimbalzi in meno degli avversari. Dall’altra parte c’era Shelvin Mack: sicuri che fosse così scarso?
Next Post

Leghe nazionali? Impegni dimezzati a causa dei rinvii

Weekend assai limitato nelle leghe nazionali, visti i tanti rinvii della gare che avrebbero viste protagoniste le squadre di Eurolega. In Spagna, Liga Endesa, in campo solo il Baskonia e Barcellona, entrambe vincenti. I baschi hanno battuto l’Obradoiro 80-74 con 19 di Vildoza, 11 si Polonara e 9 di Sedekerskis. […]
Leghe nazionali? Impegni dimezzati a causa dei rinvii | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: