La settimana di mercato: l’Olimpia lavora, il Real crede nella continuità, il Panathinikos è un rebus ed il Fenerbahçe ha sposato un silenzio assordante

Settimana relativamente tranquilla rispetto alla precedente, ma la sensazione è che diverse situazioni siano oggetto di grandi trattative ed allora, in un attimo, tutto potrebbe esplodere.

Veniamo al dettaglio delle situazioni principali, premettendo che, a parte le ufficialità, per il resto sono stati giorni caratterizzati soprattutto da voci.

– Il Real Madrid punta, come da consuetudine, sulla continuità. mercato sostanzialmente fermo, con la certezza del rientro di Carlos Alocen dal prestito a Zaragoza ed il tema Laprovittola come unico vero dubbio, sia del club che del giocatore. La questione Campazzo sembra essere rientrata, dopo le parole dell’agente di iniizo mese «In Argentina tutti vorrebbero vedere Facu in NBA, anche a me piacerebbe, manda oggi non c’è nulla».

Un colpo a sorpresa? Nostre fonti ci indicano Nando De Colo una candidatura sempre reciprocamente gradita, ma finché il Fenerbahçe non si muove siamo alle pure ipotesi.

19 titoli nell’era Laso e, ad oggi, un roster che se dovesse essere così confermato vedrebbe 15 atleti con ben 93 stagioni di fedeltà in “blanco”. Una roba senza precedenti, straordinaria, ed i risultati sono il giusto premio ad una gestione superlativa.

– Il Cska lavora su due profili. Una guardia da affiancare a Mike James (di Luca Vildoza vi abbiamo ampiamente parlato, così come della potenziale uscita di Strelnieks) ed un 4/5 a rinforzare il reparto lunghi. Shengelia resta il nome che piace di più ma il problema è la trattativa coi baschi, che potrebbe essere addirittura doppia in questo caso.

Jeff Brooks ha confermato via social la sua permanenza a Milano. Ora serve un altro 4, di spessore maggiore.

Luis Scola ha detto addio a Milano. Effettivamente le difficoltà fisiche palesate contro i pari ruolo in Eurolega erano già parse chiarissime quest’anno. Il futuro? Il campione si è preso tempo, parlando dell’Italia come di una destinazione comunque gradita. Il sogno? Tokyo.

Derrick Williams, Zach LeDay, Chris Singleton ed Anthony Gill: i nomi sono questi e ve li stiamo presentando in questi giorni. E’ ammessa una preferenza? Ok, se concessa diciamo Gill.

Aaron White riscuote interesse tra valencia e Panathinikos. Club che non sono intimoriti dal pessimo soggiorno milanese dell’atleta.

aaron-white-ax-armani-exchange-milan-eb19

Valencia lavora ai rinnovi di Jordan Loyd ed Alberto Abalde, in tempi differenti dati in orbita Olimpia.

Lo stesso club taronja è fortemente interessato, come già anticipato, a Kevin Pangos. Anche il Maccabi pare provarci col giocatore. Non sarà asta, perché di questi tempi non vanno di moda, ma certamente il giocatore dei tempi dello zalgirsi attore ancora moltissimo in Eurolega.

– Del rinnovo di Ismael Bako con l’Asvel vi abbiamo relazionato ieri.

– Gli stessi francesi hanno prolungato al 2025 l’accordo col giovanissimo talento Matthew Strazel.

Kevarrius Hayes è l’ultimo colpo del club di Tony Parker, che si ta muovendo molto bene senza fare follie.

– Come previsto da qualche tempo, Sasa Obradovic è il nuovo allenatore della Stella Rossa. Molto emozionato per il ritorno dove aveva iniziato la carriera da giocatore.

– Le “destinazioni attraenti” di Pau Gasol fanno sognare Barcellona e tutta l’Eurolega, ma è presto, come ha detto il campione, per un decisone finale.

Charles Jenkins è seriamente nel mirino di Coach Bartzokas, che lo ha già avuto al Khimki e che lo vedrebbe formare una coppia perfetta con Kostas Sloukas. Appunto, Sloukas… Le voci che davano per imminente l’incontro risolutore con il fenerbahòe al momento non hanno conferma. Non resta che attendere.

– Anche Marcus Denmon è altro nome divento improvvisamente caldo per il Pireo. La fonte è SDNA.

– Ancora Valencia… Non dispiacerebbe il ritorno di Will Thomas, che però ha contratto sino al 2021 con lo Zenit. Siamo all’alba di un’idea.

Awudu Abass, a meno di ribaltoni imprevisti, firmerà un triennale con la Virtus Bologna. Che coppa farà quindi il prossimo anno? Bella domanda, dopo il caso Panathinaikos…

– Il Panathinaikos a questo punto diventa una sorta di situazione da lavori in corso. Si attende ancora l’ufficialità dell’addio a Calathes, che è già blaugrana, mentre anche Fredette sembrerebbe ai saluti, non dovesse accettare la corposa riduzione di contratto. Deshaun Thomas è dato da fonti greche più vicino alla riconferma, ma non ci giureremmo, così come lo stesso Papapetrou, più probabile, per il quale però c’è un forte interessamento dello Zenit.

Fenerbahçe? Tutto tace. Perdonate la rima, ma è tale la forza di questo silenzio che si stanno perfino affievolendo le invenzioni a riguardo. Il tempo passa e da Istanbul… il nulla.

 

 

Next Post

Siena e le semifinali "maledette"

La semifinale, tutta italiana di Eurolega, sorride alla Benetton Treviso di Ettore Messina

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: