Lo Zalgiris Kaunas espugna il fortino dell’Audi Dome Arena

0 0
Read Time:2 Minute, 31 Second

Nel 16esimo turno della Turkish Airlines EuroLeague, gli uomini di coach Sarunas Jasikevicius vincono tra le mura amiche del Bayern Monaco e conquistano la quarta vittoria europea dopo quelle ottenute contro Real Madrid, ASVEL e Fenerbahce. Per i lituani si interrompe così la striscia di 9 sconfitte consecutive.

In casa Bayern Monaco, invece, arriva un altro k.o dopo quello subito con il Barça.

Dopo un primo tempo favorevole allo Zalgiris, (35-43) all’intervallo lungo. Nella terza frazione, la compagine ospite sulle ali dell’entusiasmo propizia il break decisivo, ed infatti al 30′ il punteggio dice 50-68. 

73-98 è il punteggio finale dell’incontro, che come al solito andiamo ad analizzare attraverso i soliti cinque punti.

 

La condivisione del pallone

Tra i tanti dati favorevoli alla squadra lituana c’è sicuramente il numero di assist totalizzati.

I padroni di casa hanno chiuso con 16, mentre la compagine di Kaunas ne ha messi a referto ben 29. Da sottolineare gli 11 di un ispirato Thomas Walkup. 

thomas-walkup-zalgiris-kaunas-eb19.jpg

Il duo tedesco 

Nonostante la sconfitta, non si può non parlare della partita disputata da Danilo Barthel e da Paul Zipser.

Il classe ’91 ha chiuso con 20 punti (top scorer dei suoi), 5 rimbalzi e 23 di valutazione con 6/10 al tiro. 

Invece, Zipser ha totalizzato 13 punti con 4/8 dal campo e 11 di valutazione.

Se si vogliono vincere le partite in Eurolega, c’è bisogno di più protagonisti e solo due giocatori in doppia cifra non bastano.

danilo-barthel-fc-bayern-munich-eb19.jpg

20

Sono il numero di palle perse da parte dei ragazzi di coach Dejan Radonjic. Lo Zalgiris Kaunas ha chiuso solo con 4. Insomma, si può tranquillamente dire che vi è una netta differenza sotto questa voce tra le due squadre e che nell’esito finale ha inciso e non poco.

 

Le parole dei due coach 

Coach Dejan Radonijc (Bayern Monaco): «Complimenti allo Zalgiris per la vittoria. Loro hanno giocato davvero molto bene, con il giusto ritmo, tirando con efficacia dalla lunga distanza. Per noi è stato quindi difficile controllare il ritmo della gara. Inoltre, abbiamo collezione ben 20 palle perse e per noi sono davvero troppe».

Coach Sarunas Jasikevicius: «E’ da un po’ che finalmente giochiamo bene a pallacanestro, ma non sempre riusciamo a segnare. A volte si deve guardare il basket, dalla prospettiva più semplice. Se segni, tutto è molto più semplice. Tutti sembrano migliori e più intelligenti. E’ solo una vittoria ed ora dobbiamo già pensare alla prossima».

5

Come i giocatori in doppia cifra della squadra lituana. Si parte con i 19 punti messi a segno da Zach Leday (6/9 da 2 e 7/7 TL), 5 rimbalzi e 24 di valutazione. Insieme a lui ci sono quelli di Arturas Milaknis (7/10 dal campo) e 20 di valutazione.

A seguire, da segnalare i 18 di KC Rivers, i 13 di Thomas Walkup (26 di valutazione) e i 12 Hayes Nigel.

Quando si riescono a coinvolgere cosi tanti uomini, allora tutto diventa più semplice e vincere in trasferta non diventa poi così proibitivo.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Fenerbahçe, è crollo totale? Valencia ringrazia

Incredibile, assurdo, incomprensibile… Certamente complicatissimo spiegarsi e provare ad analizzare quello a cui abbiamo assistito, per l’ennesima volta, alla Ulker Arena. Il Fenerbahçe riesce a perdere un’altra gara in cui pareva in controllo ed ora l’eventuale rimonta Playoff diventa un’impresa al limite dell’impossibile, perché 5-11 vuole semplicemente dire che, nella […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: