Alla scoperta di Khimki, Olympiacos e Bayern

Manca ormai davvero poco all’inizio della Turkish Airlines EuroLegaue 2019-2020 e noi di Eurodevotion come ogni anno vi  presenteremo le squadre partecipanti. Rispetto alle passate annate, le compagini a contendersi il titolo saranno 18 e non più 16.

Le prime tre che analizzeremo sono il Khimki Moscow Region, l’Olympiacos Piraeus ed il Bayern München.

 

KHIMKI MOSCOW REGION

La compagine moscovita dopo aver chiuso alla tredicesima posizione in classifica con uno score di solo 9 successi e 21 sconfitte, è pronta per ripartire e vivere una stagione da protagonista con un roster completamente rinnovato e di grande qualità.

Roster e Coach

A guidare come capo allenatore il Khimki sarà ancora Rimas Kurtinaitis, che dopo essere subentrato a gennaio al posto di Neven Spahija, è stato riconfermato con un rinnovo del contratto fino al 2021. Il coach lituano dovrà ripagare la fiducia raggiungendo i playoff.

Per quanto riguarda la squadra, il club russo ha deciso di condurre un mercato importante per poter migliorare il risultato dello scorso anno ed entrare a far parte delle  prime otto squadre d’Europa, come accaduto nell’annata 2017-18.

Oltre al talento cristallino e alla leadership di Alexy Shved, il coach dei moscoviti potrà godere dell’esperienza di Stefan Jovic e di Dairis Bertans come guardie. Insieme a loro c’è grande curiosità per l’impatto che avrà Chris Kramer, al suo debutto nella massima competizione dopo aver giocato con la maglia di Rytas nella 7DAYS EuroCup.

Sotto le plance ci saranno Jeremy Evans, Devin Booker, Jonas Jerebko e Timofey Mozgov. Tutti e quattro dovranno non far rimpiangere Jordan Mickey, uno dei giocatori rivelazione della passata stagione. L’ex Biella ritorna in Europa dopo dieci anni vissuti in NBA e non vede l’ora di essere uno dei protagonisti di questa squadra. Invece, per il pivot russo si tratta di un ritorno nel club dopo l’avventura nella stagione 2011-12, ma bisognerà vedere che impatto avrà, visto che è fermo da un anno per infortunio.

Prospettive e Chiave Tecnica

Come già detto sopra, l’obiettivo è chiaro: conquistare un pass per i playoff. Raggiungere questo traguardo non sarà facile visto che il livello in Eurolega si è alzato e non di poco, ma il Khimki ha tutte le carte in regola per arrivarci. All’inizio ci vorrà un po’ di pazienza visto che ci sono molti volti nuovi, ma se coach Kurtinaitis riuscirà a creare la giusta chimica ci sarà solo da divertirsi.

La forza di questa squadra potrà essere la distribuzione di punti visto la lunghezza e la qualità del roster.

 

OLYMPIACOS PIRAEUS

Sarà un’annata molto particolare per il club greco, che dopo aver deciso di non presentarsi nei playoff per la sfida contro i rivali del Panathinaikos è stato retrocesso nella seconda serie greca e quindi potrà concentrarsi a pieno alla massima competizione europea, visto il livello dell’A2. Oltre a questo aspetto non bisogna dimenticarsi delle condizioni di salute del coach dei biancorossi, che dovranno essere monitorate. All’inizio della passata stagione, l‘Olympiacos era considerata uno delle papabili per un posto nei playoff, ma poi ha chiuso al nono posto (15W e 15L) e quindi vorrà provare a tornare ad essere una delle migliori otto.

Roster e Coach

Nonostante la malattia, coach David Blatt ha deciso di rimanere sulla panchina dei Reds e di sconfiggerla con l’aiuto della sua amata pallacanestro.

Si riparte dai veterani Vassilis Spanoulis, Kostas Papanikolaou, Georgios Printezis e Nikola Milutinov. 

Tra i nuovi arrivati c’è grande attesa per Wade Baldwin, Mindaugas Kuzminskas, Sasha Vezenkov ed Ethan Happ. 

Prospettive e Chiave Tecnica 

E’ difficile prevedere dove potrà arrivare la squadra ellenica, ma giocare un campionato di A2 potrebbe essere solo un gran vantaggio come già detto dal nostro Alberto Marzagalia per poter preparare al meglio ogni singola partita in Eurolega. 

Sarà molto interessante vedere l’impatto che avranno i nuovi acquisti in una squadra di grande tradizione in questa competizione ed in quanto tempo riusciranno ad ambientarsi in quel di Atene, sponda Olympiacos. 

 

BAYERN MÜNCHEN

Il club tedesco per un pelo non ha raggiunto i playoff, ma ha disputato una bellissima Eurolega ed è stata una delle squadre rivelazioni. Ripetersi non sarà facile, ma a mio avviso i bavaresi ci proveranno in tutti i modi possibili.

Roster e Coach

Come nella precedente stagione, il coach sarà Dejan Radonjic a cui è stato rinnovata la fiducia dopo il bel percorso fatto lo scorso anno. Nel ruolo di esterni ci si affiderà a Nihad Dedovic, Petteri Koponen, Maodo Lo, DeMarcus Nelson, T.J Bray e Diego Flaccadori, che ha deciso si salutare la Dolomiti Energia Trentino per intraprendere una nuova avventura.

Nel reparto lunghi invece, potrà contare su Greg Monroe (ex Toronto e Boston Celtics), Vladimir Lucic, Paul Zipser, Danilo Barthel, Leon Radosevic, Josh Huestis (ex Oklahoma City Thunder) ed Alex King. 

Prospettive e Chiave Tecnica

L’obbiettivo della compagine tedesca sarà quella di provare ad arrivare a giocarsi i playoff e quindi migliorare lo score della passata stagione. Per nessuna squadra sarà semplice giocare all’Audi Dome Arena perchè il Bayern non vuole assolutamente essere una vittima sacrificale. Gli addii di Stefan Jovic e di Derrick Williams si sentiranno, ma il club ha saputo sostituirli.

Le chiavi tecniche degli uomini di coach Radonjic saranno una solida difesa, il marchio di fabbrica dell’allenatore serbo ed il talento di alcuni giocatori che da un momento all’altro possono accendersi ed essere letali.

 

 

 

 

Next Post

Storico accordo tra Turkish Airlines Euroleague ed UEBO, l'associazione arbitri

Jordi Bertomeu, per Euroleague Basketball e Sasa Pukl, presidente della UEBO (Union of Euroleague Basketball officials) hanno firmato oggi uno storico accordo, decisamente unico nel suo genere, della durata di 4 anni. Garanzie economiche, assicurative e possibilità di arbitrare anche in altre leghe i cardini dell’accordo. L’unione dei “grigi” vede […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: