Annunci
Regular Season 2018-2019Turkish Airlines Euroleague

Chi arriva primo in Turkish Airlines Euroleague?

Fenerbahce, Real Madrid, Cska. Sempre loro, solo loro.

Hanno occupato 11 dei 16 posti disponibili alle ultime quattro edizioni delle Final 4: vuol dire che solo il Real non ha partecipato a quelle del 2016. 4 titoli di fila, 2 per i “blancos” ed 1 a testa per turchi e russi, una continuità di rendimento clamorosa sia nelle fasi finali che in regular season. Si tratta di dominio assoluto, si tratta di quello che in America chiamerebbero “dinastia”, sebbene qui sia condivisa.

Da quando il torneo è passato al nuovo formato, il record combinato di stagione regolare delle tre superpotenze è 183/66: 59/24 per il Fenerbahce, 60/23 per il Real, 64/19 per il Cska.

Le squadre di Obradovic, Laso ed Itoudis sono le nette favorite anche per quest’anno ed è difficile pensare che qualunque altra squadra possa fare il “sorpresone” a Vitoria.

Ma chi si presenterà al via dei Playoff come prima testa di serie, il che vuol dire eventuale e pronosticabilissima semifinale contro la vincente tra 4ta e 5ta, ovvero evitare di trovarsi una big nel venerdì della Fernando Buesa Arena?

CLASSIFICA E CALENDARIO

Fenerbahce 20/3 (vs Efes – at Real – vs Barça – vs Bud – at Cska – at AXM – vs Mac)

Cska 18/5 (at Oly – vs AXM – vs Pana – at Efes – vs Fener – at Khi – vs Bkn)

Real 18/5 (at Barça – vs Fener – at Khi – vs AXM – at Bkn – at Pana – vs Zal)

SCONTRI DIRETTI

Il CSKA ha il 2-0 su Madrid, che non è poco in ottica di eventuale parità a tre. Di contro è ovvio lo svantaggio di Laso nella situazione.

Madrid attende il Fenerbahce alla 25ma partendo dal +2 turco di Istanbul. La stessa squadra turca andrà a Mosca alla 28ma, forte del +4 dell’andata.

L’ANALISI E LA QUOTA PRIMO POSTO

Il percorso più complicato appare oggi quello degli uomini di Obradovic. Se è vero che hanno già il successo casalingo contro entrambe le rivali (+4 con Cska e +2 con Real) sono altrettanto realtà le due trasferte alla Megasport and al WiZink Center, partendo appunto da scarti che non danno grossi margini. Efes, Barça e Maccabi da ricevere ad Istanbul sono comunque clienti complicati ed in corsa per obiettivi importanti (solo il Maccabi potrebbe non esserlo all’ultima). La stessa trasferta al Forum non dovrebbe essere una passeggiata. Chiaramente due gare attuali di vantaggio sono comunque un ottimo tesoretto, ma diventerebbero solo una in caso di svantaggio nei confronti diretti

Itoudis ed i suoi, dovessero vincere di 3 punti col Fenerbahce, sarebbero in posizione ideale per una classifica avulsa, tuttavia c’è da recuperare un gara in più ai turchi, certamente figlia dell’inopinata sconfitta di Podgorica. Le due trasferte al Pireo, alla prossima, ed in casa Efes, alla 27ma sono gli scogli più difficili.

Llull e compagni sono messi male coi russi per quello 0-2 già menzionato ed hanno l’obbligo di battere i rivali turchi di almeno 5 punti nella gara del 25mo turno. In generale hanno un calendario discreto, con il picco di difficoltà del “clasico” di venerdì prossimo, in cui le tensioni post Copa del Rey porteranno l’intensità alle stelle.

25/5 dovrebbe essere garanzia di prima posizione per chi ci arrivasse. Oggi vorrebbe dire percorso netto per Real e Cska: possibile ma non semplice. Più probabile pensare ad un 24/6 per loro. E tale 24/6 vorrebbe dire 3 sconfitte nelle prossime 7 del Fenerbahce, ovvero lo stesso numero di L avuto sinora in 23 gare. Dando anche per scontato, cosa che non è…, che i turchi escano sconfitti a Mosca ed a Madrid, bisognerebbe pensare ad un ulteriore stop tra 4 gare casalinghe e la trasferta di Milano.

Quadro complesso che però ci fornisce un’indicazione abbastanza chiara: sino all’ultima, forse la penultima, la corsa è aperta. Chi può chiuderla prima è solo Obradovic. E lui lo sa bene. Così come sa che poi, qualunque cosa accada prima, ci sarà comunque un Playoff sempre complicato e poi, a Vitoria, sarà battaglia totale.

LA CURIOSITA’ E MILANO

Tutte e tre le squadre devono giocare contro Milano: lo faranno in casa madrileni e russi, mentre i turchi passeranno dal Forum. Oggi l’Olimpia è la variabile più difficile e complessa, poiché in possesso di talento da primi 5 posti. E’ anche vero che gli stessi milanesi non battono una squadra da Playoff dal lontano novembre e non hanno mai vinto con queste tre big in tre stagioni (0-15 il record). Milano è però  una squadra che ha potenzialità per battere chiunque e che, in eventuali Playoff, potrebbe essere una brutta cliente. Credo che questo sia ben impresso nella testa delle tre contendenti per il primo posto, così come ci disse Hackett, parlando della sua speranza di vedere la sua ex squadra ai Playoff, così come di quella di non incontrarla proprio per quel talento importante.

 

Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: