Zanetti: Da quando sono nel basket non è passato un anno senza vincere un trofeo

0 0
Read Time:3 Minute, 14 Second

La Virtus, dopo la netta vittoria in semifinale contro Tortona, si avvicina all’attesa serie finale contro l’Olimpia Milano.

In queste ultime ore Luca Baraldi e Massimo Zanetti hanno rilasciato dichiarazioni che riguardano il presente – la finale scudetto – e il futuro, l’Eurolega e il nuovo palazzo da minimo 12.000 posti.

Ecco un estratto delle dichiarazioni:

Luca Baraldi

Mi aspetto una Segafredo Arena piena e sempre vicina al tutto esaurito. Sappiamo di poter arrivare a giocare quattro partite davanti al nostro pubblico e dobbiamo trasformare il fattore campo in un effettivo vantaggio.
Sarà una serie lunga, perché noi e Milano rappresentiamo due squadre di alto livello anche a livello europeo. La V nera ha vinto l’EuroCup, loro militano in Eurolega, per cui credo che si andrà oltre le prime quattro partite e che sarà importante non trascurare nessun dettaglio.
I costi? Di cifre non abbiamo mai parlato e non lo faremo neppure in futuro. Tutti ci definiscono una società ricca ed è vero che abbiamo una disponibilità economica importante, ma è altrettanto vero che qui da noi anche i campioni percepiscono un ingaggio corretto e non spropositato per il loro rendimento. Aggiungo che non basta spendere, ma una società deve avere anche dei valori ai quali non può derogare, tra cui quello che un singolo giocatore non è mai più importante del gruppo
Le strutture nel futuro? Non faremo più la struttura provvisoria, ma speriamo che in estate possano partire i lavori per il nuovo impianto definitivo. Nel frattempo fino a novembre giocheremo al PalaDozza, poi torneremo al padiglione 37 della Fiera poi, forse, dovremo fare qualche altro trasloco.”

Massimo Zanetti

Nello sport ogni anno bisogna rinnovare, gestire le società. Ho dei grandi manager che sanno fare il loro lavoro. Il nostro impegno è fare squadre sempre più forti. Anche se è difficile replicare un anno come questo, perchè non sempre si può vincere.
Abbiamo l’allenatore della nazionale spagnola maschile e femminile, un caso unico. Abbiamo le due squadre del basket in Eurolega, gli unici in Europa. Sono risultati incredibili.

Sono stati cinque anni splendidi, non è passato un anno senza vincere una coppa. Quest’anno l’abbiamo già vinta, e speriamo di vincerne un’altra. Grazie ai miei collaboratori. Penso sia difficile replicare annate di così grandi vittorie, ma comunque noi ci proveremo. 

La finale con Milano? Sarà una bella lotta, questo dualismo fa bene al basket. Grazie al signor Armani che investe tanto nel basket, e anche noi facciamo del bene al basket.

L’Eurolega? Noi giochiamo per vincere, sempre. Assolutamente. Prime quattro? Sarà dura, speriamo di riuscirci.
Politicamente? Noi abbiamo caldeggiato il dottor Gandini per provare a mettere dei legami con le televisioni, per portare soldi perchè a parte le squadre grosse le altre soffrono. Ancora non ci siamo riusciti. Faremo di tutto per cercare di portare economicamente dei vantaggi a tutte le società. Non è giusto che il calcio prenda cifre così astronomiche e il basket sia in sofferenza. Il basket è il secondo sport italiano, ed è veramente televisivo, lo dimostra la NBA, bisogna riuscire a portare delle televisioni dentro al basket.

Il nuovo palasport. I tempi sono sempre i soliti, due anni. Siamo in dirittura d’arrivo con Comune e Fiera, ci sono tutti i permessi. Io lo voglio minimo da 12mila posti, e sarà la casa della Segafredo con negozi e altro, com’è giusto che sia. A Valencia hanno un palazzetto meraviglioso e ne stanno facendo uno da 20mila, così a Monaco. Quando arrivano Barcellona e Real Madrid io non mi voglio vergognare. Almeno 12mila, anche perchè noi viviamo degli incassi e a Bologna quando ci sono certe squadre fai quelle cifre. A Bologna la gente vive il basket. Speriamo sia pronto a settembre 2024. 
Il provvisorio? Penso che resteremo dove siamo, intervallandoci con la Fiera.

https://www.legabasket.it/content/news/123469/definita-la-programmazione-delle-finali-scudetto

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Barça-Joventut (G1) - Il primo atto del derby catalano è slavina blaugrana

Gara 1 al Palau è comandata dall’inizio alla fine dal Barça, che comincia la serie con un segnale importante e deciso ai cugini catalani Solo un primo quarto un po’ bloccato ha fatto credere alla possibilità di un duello equilibrato ed entusiasmante, tuttavia queste illusioni, maturate in una frazione di […]

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: