Trento-Boulogne (Top 16): l’Aquila lotta ed ha la meglio sui francesi

La Dolomiti Energia Trento conquista un’importante vittoria nella 4° giornata delle Top 16 di EuroCup.

0 0
Read Time:4 Minute, 2 Second

Trento-Boulogne: corrisponde al quarto round delle Top 16 della 7Days EuroCup.

Tra le mura amiche della BLM Group Arena, la Dolomiti Energia Trento conquista un prezioso successo e “vendica” così la sconfitta subita settimana scorsa in Francia.

Non è stata certamente una partita che si è contraddistinta per lo spettacolo, ma in alcune situazioni conta più il risultato finale rispetto alla qualità del gioco espressa.

L’avventura di coach Lele Molin nelle vesti di capo allenatore sulla panchina dei bianconeri comincia con il piede giusto, ma questo dev’essere solo un punto di partenza, visto che prima di questa sfida lo score era di una sola vittoria e ben nove sconfitte nelle ultime dieci partite disputate tra LBA ed EuroCup.

Attraverso i soliti cinque punti di Eurodevotion analizziamo Trento-Boulogne vinta con il punteggio di 67-57 dai padroni di casa.

Trento-Boulogne I Eurodevotion
Luke Maye, il top scorer di Trento-Boulogne

MVP

Nella gara di ieri sera (Trento-Boulogne), ad ottenere questo “riconoscimento” è Luke Maye. Per l’ala americana si tratta della terza partita consecutiva chiusa in doppia cifra.

Infatti, dopo averne segnati 25 nella vittoria contro il Lokomotiv Kuban Krasnodar e 22 nel match di andata contro il Boulogne Metropolitans 92, dà il suo prezioso contributo anche nella sfida di ritorno.

15 punti (4/6 da 2, 2/4 da 3) e 17 di valutazione bastano ed avanzano a Maye per essere il miglior marcatore di serata.

Nel dopo partita ha commentato così la vittoria della sua squadra: « Abbiamo lottato tutti insieme e siamo riusciti ad ottenere una vittoria importante contro una squadra davvero buona, grazie ad una efficace difesa. Ora dobbiamo continuare così. Voglio dedicare questa gara al nostro ex coach Nicola Brienza per tutto quello che ha fatto. E’ un buonissimo allenatore e noi lo abbiamo deluso».

14-2

Dopo aver chiuso il primo quarto sotto di tre punti (12-15), la Dolomiti Energia Trento riesce ad andare negli spogliatoi con sette lunghezze di vantaggio (33-28), grazie ad un paio di triple realizzate da Gary Browne.

Ad inizio della terza frazione, la compagine bianconera con un mini parziale di 8-0 vola sulla doppia cifra di vantaggio (41-30), ma gli ospiti non si arrendono e con diverse conclusioni dai 6,75 e rimangono in partita, firmando anche il sorpasso in un paio di occasioni.

Ed ecco che sul punteggio di 53-55 in favore dei francesi, Trento decide di propiziare l’allungo decisivo.

Infatti, i ragazzi di coach Molin con i canestri di Browne, Williams, Morgan e Sanders producono un break di 14-2, che condanna i francesi alla prima sconfitta delle Top16.

Palle perse

Se nella partita d’andata non c’era stata molta differenza nel numero di palle perse, ma nei punti segnati da questa situazione in favore degli uomini di coach Jure Zdovc.

Nel match della BLM Group Arena, come direbbe il noto chef Alessandro Borghese, la situazione si ribalta ed è Trento a prevalere in modo schiacciante.

Per quanto riguarda i palloni gettati al vento i bianconeri ne collezionano 12, mentre il Boulogne Metropolitans 92 ben 25 di cui 14 già nel primo tempo. Ma il dato ancora più interessante lo troviamo nei punti realizzati con l’Aquila che ne ha prodotti 34, subendone solo 5.

Trento-Boulogne, la difesa bianconera

Nella prima fase della 7Days EuroCup, la Dolomiti Energia Trento ha dimostrato di essere una squadra che ha tutte le carte in regola per difendere con una certa efficacia. Se non ci credete, basta interpellare squadre come il Promitheas Patras, Nanterre 92 e Cedevita Olimpija Ljubljana e vi daranno la risposta, visto che hanno segnato meno di 70 punti. Dopo averne subiti 92 la settimana precedente, l’Aquila ne concede solo 57 ad una squadra che in media ne realizza 81.8.

Oltre alle numerose palle perse prodotte dai transalpini, l’altra grande chiave di Trento-Boulogne è stata la fase difensiva messa in campo dalla squadra di Molin, che di difesa se ne intende visto che stato per tanti anni il vice di Ettore Messina e sappiamo quanto sia importante per l’attuale coach dell’AX Armani Exchange Milano.

Trento-Boulogne, Le parole dei coach

Nel post partita commenta così il successo il coach della Dolomiti Energia Trento: «Quando si vince si è sempre felici. E’ una vittoria davvero molto preziosa che ci dà l’opportunità di credere in noi stessi, perchè dopo diverse sconfitte si perde la fiducia. Voglio ringraziare i miei ragazzi perchè sono rimasti uniti con un grande sforzo sia mentale che fisico».

L’allenatore dei francesi analizza così il k.o: «E’ stata una partita molto dura e molto fisica. Abbiamo lottato, ma commesso troppi errori. Con così tante palle perse diventa difficile ottenere la vittoria. In difesa ci siamo comportati bene, ma in attacco no. Non siamo riusciti a far girare la palla nel modo corretto come avevo chiesto ai miei giocatori all’intervallo».

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

2 thoughts on “Trento-Boulogne (Top 16): l’Aquila lotta ed ha la meglio sui francesi

Next Post

Zalgiris-Stella Rossa, altro rinvio del Round 24

Zalgiris-Stella Rossa, gara del Round 24 di Turkish Airlines Euroleague, è stata rinviata a data da destinarsi. Il comunicato di Euroleague Basketball arriva nella serata di ieri e torna a rendere cupo il cielo sulla stagione della massima manifestazione continentale. Si tratta del secondo rinvio della giornata, dopo Maccabi-Khimki, che […]
Zalgiris-Stella Rossa

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: