Troppo Real per l’Efes. Gli uomini di Ataman crollano a Madrid

0 0
Read Time:3 Minute, 20 Second

Turno 7 di Eurolega che ci porta allo Wizink Center di Madrid, dove i Blancos affrontano nel remake della finale della scorsa stagione il Real Madrid e L’Anadolu Efes.

Due formazioni che faticano a trovare ritmo in questa stagione se in casa spagnola i rumors si sono già attivati parlando di una ricerca di sostituito per Chus Mateo in casa turca oramai sono abituati alle partenze in sordina.

La squadra di Ataman arriva alla partita reduce dalla sconfitta in Baviera mentre i madridisti hanno avuto la meglio sull’Olimpia Milano nella Chaco Night una settimana fa al Forum.

La partita di giornata vede contrapposte due delle squadre candidate, sula carta alle Final Four. Il risultato premia Lull e compagni per 94 a 85 portando il Real all record di 4 vittorie e 3 sconfitte e infliggendo a Micic e soci la 3 sconfitta consecutiva.

Andiamo a vedere nel dettaglio le chiavi del match

La Partita

Il real Parte fortissimo e vuole fin dalle prime battute del match mettere le cose in chiaro. Hanga e Musa aprono le danze ma è Yabusele il fattore del primo quarto con 11 punti in 10 minuti. L’Efes appare frastornato da una partenza sprint degli spagnoli e gravata dai falli non riesce ad arginare la produzione offensiva avversaria. 26 – 19

Poirier è un fattore e il suo ingresso al posto di Tavares complica ulteriormente la vita ai lunghi turchi. Con Pleiss gravato di tre falli è del francese l’apertura di quarto con 6 punti consecutivi e il vantaggio per i blancos che tocca i 12 punti. L’Anadolu si affida a Clyburn e Zizic per restare aggrappato ad una partita che sembra scivolargli via. La Mandarina di Lull chiude il primo tempo 54 – 43

Mateo vanta una rosa profondissima e la possibilità di alternare continuamente gli uomini in campo per trovare sempre un protagonista differente, adesso Hanga, Hezonja o Deck. Dall’altra parte invece i soliti sospetti si caricano la squadra sulle spalle Clyburn, Micic e Taylor guidano i turchi fino al -6 che chiude il quarto. 69 – 63.

In una serata in cui Tavares produce una prestazione “normale” per i non alieni come lui, il Real trova risposte da tutta la squadra, resiste al tentativo di aggancio dell’Efes che con Zizic agguanta in apertura di quarto il -2 per tornare rapidamente sul +10 e amministrare fino al 94 – 85 finale.

Real Efes

Prova convincente del Real

Il Real Madrid si vendica della finale persa la scorsa stagione e davanti al pubblico amico ottiene un’importante Vittoria per il morale stagionale e per allontanare i rumor su un quanto meno improbabile esonero di Chus Mateo.

I Blancos aggrediscono la partita e mettono in mostra tutta la profondità del loro roster trovantesi do risposte da quasi tutti gli uomini scesi in campo.

5 giocatori in doppia cifra, Hezonjia e Musa da 9 e Tavares da 8 punti. Una partita condotta fin dal primo minuto per portare a 4 – 3 il record in questa stagione in attesa dello scontro contro l’Alba Berlino, sempre davanti al pubblico amico, la settimana prossima.

Real Efes

Un’altra sconfitta per l’Efes

L’Efes perde la terza partita consecutiva e scivola con un record di 2-5 nei piani bassi della classifica. Certo le partenze a rilento sono una caratteristica oramai della squadra di Ataman e non dobbiamo stupirci né tantomeno preoccuparci delle squadre che a Novembre ancora non hanno raggiunto il loro stato di forma. In più parliamo di una squadra a cui manca uno dei giocatori più importanti della sua rosa.

Il ritorno di Larkin si vede in fondo al tunnel ma anche senza il suo talento gli uomini di Ataman segnano 85 punti in trasferta guidati da Clyburn (25) Zizic (17) e Micic (15).

Come giocheranno i turchi al rientro di Larkin e come riusciranno a far coesistere tre attaccanti puri è un fattore che potrà indirizzare la stagione per la squadra di Istanbul. Nel frattempo l’appuntamento con la vittoria è rimandato, forse già al prossimo round in casa contro il Barcellona.

Real Efes

Statistiche: Eurolega

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Lo Zalgiris sbanca l'Astroballe per 76-93 grazie ad un immenso Dimsa

Convincente vittoria dello Zalgiris. Lo Zalgiris piazza un successo pesantissimo in ottica classifica, espugnando la casa dell’ASVEL ovvero l’Astroballe. 76-93 il finale, con 21 punti di Dimsa e 16 di Lekavicius. Ripercorriamo il match attraverso i canonici 3 punti di Eurodevotion. Potere ai lunghi Nella prima metà di gara sono […]

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: