Valencia-Alba (R5): continua il buon periodo dei Taronja, tedeschi battuti 87-73

0 0
Read Time:2 Minute, 48 Second

Il Valencia conquista la prima vittoria casalinga di questa Eurolega e lo fa battendo l’Alba Berlino con il punteggio di 87-73. I Taronja sono stati in vantaggio per tutti i 40 minuti giocando una partita molto solida. Dall’altra parte, l’Alba è incappata in una brutta serata, la prima di questa Eurolega.

Alba Berlino, palle perse e troppi secondi possessi concessi

Sono questi i due motivi principali della sconfitta dei tedeschi, a cui aggiungerei anche una difesa troppo pigra sul perimetro.

Fino ad oggi, l’Alba era stata probabilmente la migliore squadra per fluidità offensiva e movimento palla, infatti è prima per assist a partita in Eurolega. Oggi si sono alternate azioni con una buona circolazione ed altre nella quale la palla è stata gestita male e spesso persa. Gli assist, infatti, sono stati comunque 22, ma le perse ben 19. La prestazione sottotono di Tamir Blatt ha avuto un impatto negativo su tutta la squadra, in più non sono da dimenticare le assenze di Lo e Smith. Sikma, invece, continua a fornire grandi prestazioni da assistman, questa sera sono 9 di cui un paio altamente spettacolari.

L’altro punto cruciale nell’analisi della sconfitta tedesca sono i rimbalzi offensivi concessi agli avversari. In realtà, guardando le statistiche si può vedere come Valencia ne abbia preso solamente uno in più rispetto ai tedeschi (14-13), ma i punti segnati dagli extra possessi fanno tutta la differenza del mondo, sono 17 per i Taronja e 4 per l’Alba.

Un’Alba Berlino, quindi, che non ha mai dato l’idea di poter vincere questa partita, sia per demeriti propri ma anche per i meriti di un Valencia molto solido.

valencia

Jones e Dubljevic guidano il Valencia

La squadra di Mumbru sembra che stia trovando sempre di più la propria identità. L’inizio di stagione non è stato facile, la squadra sembrava non riuscisse a trovare alchimia e alcuni giocatori non rendevano come ci si aspettava, ma si sa che ci vuole tempo per collaudare un nuovo sistema e bisogna aspettare prima di dare giudizi definitivi. Già nel doppio turno di settimana scorsa c’era stato un passo in avanti che è stato confermato dalla partita di questa sera.

Tra coloro che non avevano iniziato benissimo la stagione c’erano Chris Jones e Bojan Dubljevic, i protagonisti della vittoria di questa sera. L’ex Asvel ha giocato una partita completa, ottima sia nel playmaking che nello scoring. Ha gestito splendidamente l’attacco della squadra, senza mai forzare nessuna giocata e servendo con i giusti tempi i compagni collezionando 8 assist e una sola palla persa.

L’Alba ha sofferto molto le sue penetrazioni, senza riuscire ad arginarle per tutto il corso della partita. Infatti, grazie alla sua bravura nell’uno contro uno e nel concludere in modi diversi al ferro, Jones è sempre riuscito a trovare una soluzione efficace. Quando arrivava l’aiuto in mezzo all’area segnava con i floater oppure serviva i compagni per un canestro più facile, dimostrando una grande capacità di lettura della difesa avversaria. Alla fine chiude con 20 punti tirando 7/11 da due.

Dubljevic aveva iniziato la stagione ancora peggio del compagno, ma ora sembra essere tornato il giocatore che conosciamo. Sempre pericoloso nei pick and pop e fondamentale per portare i lunghi avversari fuori dall’area. Questa sera ha mandato a bersaglio tre triple, segnando in totale 16 punti a cui si aggiungono 7 rimbalzi. L’assenza di Rivero sembra avergli fatto bene.

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Round 5 Eurolega: "injury report" del 28 ottobre

Seconda serata del Round 5 di Eurolega ed eccoci con il nostro “injury report” relativo alle gare di questa sera. STELLA ROSSA vs BAYERN Serbi con due giocatori in dubbio: Nedovic ed Adams. Bavaresi senza Hunter e con 5 giocatori in game time decision: Harris, Bonga, George, Sisko e Rubit. […]

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: