Trento stecca la prima. Patrasso vince all’esordio

GianniJBertoli
0 0
Read Time:4 Minute, 18 Second

Si accendono i riflettori sull’Eurocup e si alza la palla a due alla BLM Group Arena di Trento per l’esordio della Dolomiti Energia, ultima delle tre italiane in corsa a scendere in campo. Un avvio non semplice per le formazioni della LBA che partecipano alla Eurocup 2022/2023.

Le gare del Martedì hanno infatti portato due sconfitte rispettivamente per Venezia contro il Ratiopharm Ulm e Brescia caduta in casa della Joventut Badalona.

A Trento arriva il Promitheas Patras guidato da coach Makis Giatras in una sfida fra le peggiori formazioni della passata edizione del trofeo. I greci chiusero con il record di 4 – 14 e l’ultimo posto nel girone B. L’Aquila con un terrificante 1 – 15 e l’ultimo posto nel girone A.

Due formazioni che cercano il riscatto all’inizio di questa nuova campagna europea con coach Lele Molin che potrà contare da questa partita sul rientrante Matteo Spagnolo.

La Partita

1° Quarto

Dopo due minuti in cui entrambe le squadre hanno sbagliato tutte le conclusioni è un contropiede concluso da Crawford ad aprire le marcature a cui risponde subito dall’altra parte Simpson.

Entrambe le formazioni faticano a segnare Trento prova ad essere intensa difensivamentead alzare il ritmo, i greci faticano a trovare soluzioni si ritrovano spesso a conclusioni da 3 allo scadere dei 24″. Flaccadori prova a far correre i suoi e a spingere la palla ma in una partita in cui entrambe le squadre non riescono a produrre offensivamente è Kulboka a dare la scossa ai suoi compagni dalla lunga distanza. Le percentuali della squadra trentina crollano e i greci con un parziale di 11 a 0 chiudono avanti. 13 – 20.

2° Quarto

Trento non trova la quadra della sua serata, emblematico il “we don’t know where to go” di coach Molin nel time out forzato dall’ennesima palla persa dopo solo 1’e 40″ di gioco nella seconda frazione che porta la Dolomiti energia a -9.

Time out per mettere ordine che porta ad un controparziale di 5 a 0 e costringe il coach greco a fermare la partita. Sembra poter virarer l’inerzia della partita ma invece di imporre il proprio gioco l’aggressività di cui avrebbe bisogno Trento si adagia alla proposta greca di giocare senza frenesia e adeguando la difesa alle percentuali avversarie.

La squadra italiana non riesce a trovare punti di riferimenti offensivi e nell’altro lato del campo Young e Simpson la puniscono dalla distanza. La squadra ellenica sembra avere più certezze e la capacità di concretizzare le palle perse avversarie e i rimbalzi offensivi. All’intervallo 29 – 43.

Trento Patrasso Forray

3°Quarto

Seconda parte di gara che si apre con Trento decisa a giocare in maniera più ordinata in attacco alla quale si aggiunge un notevole aumento delle percentuali a cui non si accompagna una maggiore applicazione difensiva. I ragazzi di Molin non riescono a ricucire lo svantaggio, Young e Conditt segnano con regolarità, Patrasso tira con il 70% abbondante da 2 punti e amministra la doppia cifra di vantaggio. Flaccadori è il migliore dei suoi per atteggiamento e per produzione offensiva grazie ad un affidabile palleggio arresto e tiro dalla media ma non basta per riportare Trento sotto le 10 lunghezze.

Crawford prima e Muratos in chiusura di quarto la rispediscono al – 14 alla sirena. 55 – 69

4° Quarto

Trento ci prova, l’attacco oramai gira e le percentuali sono buone ma lo svantaggio è troppo elevato e gli ospiti: in ritmo ed in fiducia trovano frequentemente la via del canestro. La vetrina del quarto se la prende Luca Conti, classe 2000, che chiude l’incontro con 13 punti.

Trento cade in casa all’esordio, alla BLM Group Arena vince Patrasso 76 – 89.

Trento Patrasso finale

Trento

Trento si aggiunge a Venezia e Brescia ed inizia il suo cammino europeo con una sconfitta. Una partita passata ad inseguire dopo il 13 a 9 iniziale. Brutte percentuali e a tratti profonde incertezze offensive. Se nella seconda frazione l’attacco ha prodotto riuscendo a realizzare 47 punti ciò che è mancato per l’interezza della gara è una solidità difensiva adeguata alla competizione che potesse contrastare gli avversari e le loro percentuali, come sottolineato da coach Molin nell’intervista post partita.

Note positive da Flaccadori e Conti mentre l’esordio ufficiale di Matteo Spagnolo al rientro dall’infortunio è tutt’altro da ricordare con una prova ancora lontana da cosa tutti gli appassionati e addetti ai lavori si aspettano e sanno che il giovane talento del basket italiano potrà portare alla causa dell’Aquila Basket.

Trento Patrasso Spagnolo

Prossimo impegno europeo a Londra contro i London Lions il 18/10

Patrasso

Patrasso porta a casa la vittoria in una partita in cui è stata bravissima a prendersi tutto quello che gli avversari le hanno concesso producendo punti sulle palle perse e sui rimbalzi offensivi. Percentuali notevoli 66% da 2 e 37% da 3 che portano 89 punti segnati distribuiti fra i 3 protagonisti della serata: Simpson 22, Young 20 e Kulboka 18.

Come sottolineato da coach Makis Giatras , vittoria importante non solamente per i 2 punti in classifica ma perchè arriva contro una potenziale avversaria diretta al passaggio del turno e i 13 punti di differenza canestri ne aumentano il valore.

Trento Patrasso Young

Prossimo impegno europeo in casa contro Gran Canaria il 19/10

Stat: Eurocup

Photo Credit: Eurocup

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Round 2 Eurolega: "injury report" del 13 ottobre

Secondo appuntamento stagionale di Eurolega. Il nostro “injury report” si occupa delle 4 gare di questa sera. STELLA ROSSA v PANATHINAIKOS Dobric, Ilic e Nedovic sono le incertezze serbe. Tutti verranno valutati all’ultimo. Niente Wolters, nonostante le speranze alimentate da Radonjic, mentre Derrick Williams potrebbe farcela tra i “greens”, a […]
Injury report | Euroevtion

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: