I protagonisti di Eurolega in campo ad Eurobasket 2022: il loro rendimento

0 0
Read Time:14 Minute, 21 Second

OLYMPIACOS (6)

Kostas Sloukas – Non stava bene e lo si è visto abbondantemente. Ingiudicabile.

Michail Lountzis – Contributo di volontà quando chiamato in causa. Mai in campo quando contava di più.

Giannoulis Larentzakis – La solita “garra” e l’abituale volontà di non mollare mai. C’è anche il 42,1% da tre nelle doti di un giocatore che prosegue la sua crescita anche a livelli dove nessuno lo avrebbe mai creduto possibile protagonista.

Moustapha Fall – Ha avuto più fiducia di Poirier, pur giocando meno. Non ha mai realmente inciso con una stazza che doveva fare paura.

Sasha Vezenkov – Stratosferico! Impossibile dare l’MVP ad un bulgaro, per via di compagni limitatissimi, ma Sasha ha giocato da vera superstar nei fatti. Crescita costante in stagione culminata in un torneo da 26,8 con 12,2 rimbalzi, 2,2 assist e 31,2 di valutazione, dietro a Giannis e Jokic ma davanti a Markkanen e Doncic. 26/28 ai liberi, 40% da tre e 56,6% da due. Non si può chiedere di più.

Kostas Papanikolaou – Spesso la vera anima greca, con Giannis, ha fatto tante cose che a una squadra servono sempre. 5,4 rimbalzi e quasi due assist la dicono lunga.

BARCELLONA (6)

Tomas Satoransky – Condizionato totalmente dall’infortunio prima del via, eroicamente è sceso in campo lo stesso. Inizialmente in grande difficoltà, è poi esploso con prove di notevole spessore che hanno flirtato con la tripla doppia. 38 assist e 20 rimbalzi nelle ultime 3 gare. E’ un campione, può dominare in Eurolega.

Jan Vesely – 15,8 con 5,2 rimbalzi ed il 68,5% dal campo, I numeri ci sono stati tutti, forse era lecito attendersi qualcosa di più in termini di impatto sulle gare. Quando sta bene resta uno dei primi tre in Europa nel ruolo.

Nikola Kalinic – Come sempre una certezza, tuttavia poche volte lo abbiamo visto nel territorio di caccia preferito (post), forse per i tanti spazi occupati da Jokic. Ha finito con il 53,8% da due, il 60% da tre, 11 punti, 3,5 rimbalzi e 2 assist. Sarà una delle chiavi del Barça di Jasi, per cui pare giocatore perfetto.

Rokas Jokubaitis – Il talento si conferma a tutto campo, ma il 27,8% da tre pesa nel suo europeo.

Sertac Sanli – Molto poco efficace, non è stato protagonista in una squadra che ha dato il meglio quando nel ruolo era in campo Sengun, mai sostituito a dovere quando ha avuto problemi di falli. 8 punti e 6,3 rimbalzi non devono trarre in inganno.

Mike Tobey – Partito alla grandissima (24+8) sulle ali dell’asse con Doncic, ha subito uno stop fisico che ne ha limitato il rendimento in seguito. Il rendimento, nella fase ad eliminazione, è stato un po’ come quello della squadra, ondivago e poco deciso.

(5/6, scorri in fondo per cambiare pagina e proseguire nella lettura)

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Stavropoulos: "Molto felici, quattro giocatori con caratteristiche fondamentali"

Dopo le parole di ieri, anche in questa giornata Stavropoulos, front-man della dirigenza meneghina, ha risposto alle curiosità della stampa a cornice della presentazione di Thomas, Tonut, Voigtmann e Pangos C’è stato spazio anche per un paio di domande al GM di Olimpia, Christos Stavropoulos, sui profili dei nuovi arrivati […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: