La Slovenia non brilla ma approda ai quarti

GianniJBertoli
0 0
Read Time:3 Minute, 26 Second

Secondo ottavo di finale in quel di Berlino. Scendono in campo la prima del girone B, la Slovenia, contro la quarta classificata del girone A: Il Belgio.

Una partita che prima della palla a due sembrava proibitiva per gli uomini di coach Gjergja come riportato anche Eurodevotion nella presentazione degli scontri fra le migliori 16.

La formazione condotta in campo da Luka Doncic arriva alla partita con una sola sconfitta patita contro la Bosnia. I belgi si presentano all’incontro da quarta forza del girone A con un record di 3 vittorie e 2 sconfitte.

La vincente affronterà ai quarti la formazione che avrà la meglio fra Ucraina e Polonia.

La Partita

Pronti via e Doncic accende immediatamente la partita. Il Belgio sceglie di fare sul cambio sul pick n roll e lasciare Bako sul giocatore NBA. Il nuovo acquisto della Virtus Bologna concede spazio alla stella dei Dallas Mavericks e il risultato sono 3 triple con il suo patentato step back sul altrettanti tentativi. La squadra di Sekulic alterna possessi ben giocati ad altri con soluzioni forzate. Il Belgio non ci sta e sfrutta le amnesie difensive avversarie per chiudere il primo quarto sotto 5. 24 – 19

Il secondo periodo si apre con la Slovenia sempre con le marce basse inserrite forzando conclusioni individuali e non riuscendo a scrollarsi di dosso gli avversari che giocano una basket fluido e senza niente da perdere. L’uscita dal campo di Doncic favorisce la Slovenia che alza il ritmo da entrambi i lati e piazza un parziale di 8 a 0 grazie a Prepelic e Tobey.

Slovenia - Belgio - Prepelic

Gillet e Lecomte non mollano e grazie alle scorribande in area avversaria ricuciono lo svantaggio e vanno negli spogliatoi a -3. 44 – 41.

La ripresa inizia con l’impressione di una Slovenia più concentrata e determinata a chiudere la pratica. L’aggressività offensiva però non sempre è accompagnata da concretezza difensiva e la spallata per chiudere l’incontro non arriva. I ragazzi di Gjergja non mollano, giocano senza pensieri e minuto dopo minuto credono nella possibilità di un finale in volata nel quale può succedere di tutto. 63- 60

Slovenia - Belgio - Gillet

Pronti via e il quarto periodo vede solo una squadra in campo. 4 a 0 per i ragazzi in rosso e nero e primo vantaggio per Tabu e soci. Lo svantaggio accende la competizione e l’agonismo di Doncic che decide di attaccare sistematicamente il canestro cercando tiri a più alta percentuale senza accontentarsi, come nei primi 2 quarti e mezzo, di soluzioni da 8 metri. Difesa più solida e parziale di 25 – 8 per chiudere il quarto e la partita. 88 – 72

Slovenia: servirà maggior concentrazione per raggiungere la finale

La Slovenia ha dimostrato anche nella fase a gironi di essere una delle pretendenti alla vittoria finale. Doncic segna 35 punti in una partita che lo ha visto per molti tratti crogiolarsi nel suo talento e accontentarsi di soluzioni da lontano. Quando ha cambiato marcia la Slovenia ha trovato continuità e dato la spallata finale.

Slovenia - Belgio - Luka Doncic

La squadra di Sekulic è arrivata alla partita sapendo che avrebbe vinto. Questo pensiero e l’eccesso di sicurezza non hanno aiutato oggi. Una gara giocata in pantofole “aspettando” il momento del parziale che sarebbe arrivato. La vittoria arriva come previsto ma servirà una concentrazione maggiore per evitare passi falsi nel percorso che separa i campioni in carica dalla finale già a partire dal prossimo impegno.

Belgio: una prova di successo per uscire a testa alta

Vittoria e Successo non sono sinonimi anche se spesso troppe volte vengono accumunati. La partita del Belgio è, a tutti gli effetti, per gli uomini Gjergja un successo. Giocano la partita a viso aperto e sfruttano la superficialità degli avversari per rimanere a contatto per tre quarti e ottenere il vantaggio all’inizio dell’ultima frazione. Lecomte e Gillet segnano rispettivamente 15 e 14 e sono gli unici in doppia cifra.

Slovenia - Belgio - Lecomte

I sogni di un clamoroso upset si schiantano sul fuoriclasse di Lubiana e sulla maggior fisicità degli avversari 40 a 22 il conteggio dei punti nel pitturato.

Il Belgio lascia il torneo a testa altissima e la Slovenia affronterà la vincente di Ucraina – Polonia Mercoledì 14 Settembre.

Photo Credits : FIBA

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Sospinta dal suo pubblico la Germania raggiunge i quarti

Alla Mercedes Benz Arena di Berlino scendono in campo i padroni di casa della Germania per il loro ottavo di finale contro la sorpresa Montenegro che ha staccato il pass per questa partita dopo lo l’ultima partita del girone, da dentro fuori, contro la Georgia. Sulla carta una sfida impari […]
Germania | Eurodevotion

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: