Stefano Tonut, talento e solidità per l’Olimpia Milano

Lele
0 0
Read Time:4 Minute, 1 Second

Primo profilo di Eurolega da analizzare con Eurodevotion con protagonista Stefano Tonut, guardia arrivata all’Olimpia Milano in questo mercato grazie alla clausola presente nel suo contratto con la Reyer Venezia. La guardia azzurra ha coronato il sogno di giocare la competizione europea più importante per club dopo una lunghissima militanza nelle fila oro-granata con cui ha vinto 4 trofei ed è diventato MVP di LBA nella stagione 2020/2021. In questo pezzo analizzeremo la carriera dell’azzurro fino ad oggi, spiegheremo le caratteristiche tecniche del giocatore e cercheremo di immaginare il ruolo che potrebbe avere nel nuovo team.

Dati e Carriera di Stefano Tonut

Figlio di Alberto Tonut, Stefano Tonut ha iniziato la carriera da giocatore con la maglia di Montefalcone, dove ha esordito in B dilettanti nel 2010/2011. Dalla stagione 2012 la guardia triestina viene ingaggiata dalla Pallacanestro Trieste, con cui gioca per 3 stagioni. Il minutaggio con la squadra triestina si triplica in 3 anni: dai 9′ di media della prima stagione A2 ai 33′ dell’ultimo anno, con cifre passate da 3 punti a serata a quasi 20. Il numero 7 ha fatto parte della spedizione d’oro con la Nazionale U20 in Estonia nel 2013. Dal 2015 ad oggi 7 stagioni alla Reyer, squadra che lo ha voluto fortemente e con cui ha vinto 4 trofei. Un impatto non facile in Serie A alla corte di Carlo Recalcati a Venezia, ma il team oro-granata ha saputo aspettarlo negli anni tra un infortunio e l’altro che ne hanno limitato la crescita. Crescita che è arrivata tra la stagione del secondo scudetto e quella successiva: il 2018/2019 sarà il primo anno in doppia cifra di media, quello successivo è l’anno della consacrazione completa grazie ad una Coppa Italia giocata da MVP (premio poi dato a Daye), vero trampolino per il futuro. Nelle ultime 2 stagioni un titolo di MVP e prestazioni da 15 punti di media a serata con tante, tantissime responsabilità prese in più rispetto al passato. Stefano Tonut era pronto per il grande salto.

(1/3, scorri in fondo per cambiare pagina e proseguire la lettura)

About Post Author

Lele

Atleta amatoriale e giudice di gara, appassionato di atletica e basket
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Tibor Pleiss: il gigante buono dell'Efes

Tibor Pleiss – Ci sono giocatori che riescono a lasciare il proprio segno anche quando all’interno della squadra ci sono campioni come Vasilije Micic e Shane Larkin, di cui tutti ricordano le giocate che ti fanno saltare dal divano di casa. Tra questi sicuramente c’è Tibor Pleiss, 221 cm di […]
Efes Fener

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: