Eurolega 2022/23: come stanno Barça, Valencia e Zalgiris

0 0
Read Time:5 Minute, 8 Second

Eurolega 2022/23 che vede le 18 squadre completare progressivamente i propri roster. Oggi diamo un’occhiata alla situazione di blaugrana, taronja e lituani.

Seconda parte del nostro viaggio tra le 18 squadre di Eurolega. Dopo Efes, Alba e Stella Rossa, oggi tocca a Zalgiris, Valencia e Barça.

  • Pag 1 – ZALGIRIS KAUNAS
  • Pag 2 – VALENCIA BASKET
  • Pag 3 – FC BARCELONA

ZALGIRIS KAUNAS

La situazione in casa lituana resta al momento abbastanza complicata.

Dopo una stagione da ben 3 allenatori, iniziata con la sciagurata decisione che ha portato all’allontanamento di Martin Schiller, il grande popolo cestistico di Kaunas conserva diversi dubbi sui movimenti estivi del club.

Confermato in panchina Kazys Maksvytis, coach della nazionale, sinora sono 5 i nuovi arrivi, che si sommano ai rinnovi di Lekavicius ed Ulanovas.

Webster, Strelnieks, Giffey, Nebo, Miniotas, Blazevic ed il ritirato Jankunas, leggenda già in forza come dirigente, sono i giocatori che hanno lasciato la squadra, con la posizione di Arturas Milaknis ancora da definire al pari di quella di Tomas Dimsa, dopo i prestiti tra Gran Canaria e Treviso.

Keenan Evans porta freschezza come PG, Butkevicius e Bradzeikis danno una certa pericolosità tra le ali con una discreta iniezione di tiro, Roland Smits è solidità pura mentre Birutis rientra da positive esperienze spagnole.

Keenan Evans Zalgiris

Sul centro ex Obradoiro si potrebbe aprire un capitolo a parte. Se è vero che la Liga riconsegna un giocatore pronto e capace, è difficilmente comprensibile come si sia lasciato Mark Blazevic, giovane di buonissime prospettive su cui un club come quello lituano non capiamo come non possa puntare.

Lauvergne e Cavanaugh, soprattutto il primo, si sa quanto possano dare in certi contesti che vanno ripercorsi. Le voci di una loro uscita, intense ad inizio mercato, sembrano oggi azzerate.

Di certo manca ancora qualcosa nel ruolo di 1-2 a livello di creazione e certamente un centro atletico che vada a sopperire alla partenza di Josh Nebo, volato a Tel Aviv.

In sostanza a Kaunas si deve semplicemente riprendere il filo del discorso tecnico e gestionale portato avanti alla perfezione negli anni scorsi ed improvvisamente smarrito nel 2021/22.

La folla della Zalgirio Arena attende con la passione di sempre, fattore che aiuterà moltissimo.

Pubblico Zalgiris, c'è un aggiornamento | Eurodevotion

(pag 1 – scorri in fondo per cambiare pagina proseguire la lettura)

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “Eurolega 2022/23: come stanno Barça, Valencia e Zalgiris

Next Post

UFFICIALE: l'Asvel firma il 23enne Yves Pons

In un calmo lunedì di fine luglio l’Asvel Villeurbanne firma ufficialmente un giocatore molto interessante come Yves Pons. Il 23enne ha firmato un contratto fino al 2024. Si tratta di un giocatore di 1.98m che pareri raccolti qua e là nel mondo NBA ci dicono essere un 5 sottodimensionato con […]
Yves Pons Asvel

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: