Euroleague F4, Real e Barcellona per un Clasico che promette scintille

Lele
0 0
Read Time:3 Minute, 51 Second

Ci siamo. Finalmente è tempo di Final Four di Euroleague. Stark Arena di Belgrado la cornice, Real Madrid e Barcellona le due protagoniste nel match delle ore 21.00. Il Clasico che si giocherà a Belgrado sarà il sesto di questa stagione, con i blaugrana che ne hanno vinti 5 su 6, perdendo solamente quello della SuperCopa giocato ormai nel 2021: insomma, ci sono tutti gli ingredienti per aspettarsi un partidazo di livello altissimo. Pathos, tensione, emozione: camiseta blanca e quella azulgrana lotteranno per 40′ per accedere alla finalissima che sarà in programma sabato sera.

Come arrivano le due corazzate spagnole alla semifinale di Euroleague? I blancos hanno spazzato via il Maccabi per 3-0 dimostrando una solidità mentale ritrovata, oltre ad una qualità di gioco importante. Diverse le cose per i catalani, che hanno sudato le proverbiali sette camicie per eliminare il Bayern di Andrea Trinchieri: la serie si è decisa in una thriller gara 5 giocata al Palau. Certezze affievolite? Presto per dirlo, di certo servirà un Barcellona brillante a Belgrado per avere la meglio della corazzata guidata da coach Laso.

STARK ARENA, F4 IS HERE

Che cosa aspettarsi da questa semifinale? Impossibile dirlo con grande certezza, i blancos cercheranno di regalare una delle prime gioie stagionali ai propri aficionados contro i blaugrana, dall’altra parte coach Jasikevicius vorrà confermare la superiorità degli scontri diretti giocati fino ad oggi per giocare la seconda finale di Euroleague consecutiva dopo quella persa nel 2021 contro l’Efes di Ataman. L’impressione è che ai catalani sia sempre mancato un centesimo per fare l’euro negli ultimi anni, mentre al Real cercheranno l’ennesimo capolavoro di una squadra storica.

Andando nei meandri di questa semifinale è facile immaginare tre o quattro scenari chiave che potrebbero comporre il puzzle in un senso o nell’altro: senso di rivalsa blanco, qualità degli esterni blaugrana, uno degli ultimi balli madrileni oltre alla corrente psicologica di entrambe. Insomma, partita secca, 40′ da giocare e per sognare un’altra grande finale: coach Jasi, coach Laso, regalateci un’ultima grande sfida in questa Euroleague.

Senso di rivalsa blanco

Uno dei punti cardine di questa sfida sarà mosso dal senso di rivalsa del Real Madrid verso il Barcellona: insomma, il tassametro dice 1-5 per i blaugrana con unico successo blanco nella SuperCopa giocata nel 2021, alla prima sfida stagionale tra le due super potenze. Naturale aspettarsi grande senso di appartenenza alla camiseta da parte di Llull e compagni, ma non è una novità per gli esperti campioni a disposizione di coach Laso. Dovrà fare enorme attenzione Jasikevicius a questo “dettaglio”: il senso di rivalsa non muore mai nell’animo dei Grandi Campioni, specialmente in una stagione piena zeppa di sconfitte nel Clasico. Di certo sarà da divertirsi, cosa più scontata che mai.

COACH PABLO LASO VUOLE LA RIVINCITA

Qualità degli esterni

Un punto chiave tattico a favore del Barcellona è dato dalla qualità degli esterni blaugrana, che in questa Eurolega si sono dimostrati di gran lunga superiori a quelli blancos. L’impressione è che il Real affidi tanto, tantissimo del proprio piano gara a Sergio Llull e Rudy Fernandez, che sono sì dei campioni senza tempo, ma anche dotati di una carta d’identità non proprio verdissima e freschissima. Coach Jasikevicius può contare sulla qualità di Calathes ma non solo: da Jokubaitis (che crescita!) a Laprovittola, passando per Kuric, il recuperato Higgins ed un tentacolare Exum, tante armi a disposizione del tecnico lituano. Il Real ha sì Causeur ed Heurtel, ma Williams Goss non ha dimostrato di essere ad un livello tanto elevato.

LAPROVITTOLA, BARCELLONA SUPERIORE SUGLI ESTERNI

Uno degli ultimi balli madrileni in Euroleague

Se il Barcellona ha più qualità media nel suo roster, il Real Madrid ha dentro di sé la consapevolezza che questo potrebbe essere uno degli ultimi balli per alcuni grandi interpreti come Llull, Rudy Fernandez, Causeur… insomma, una discreta motivazione per giocare uno degli ultimi scherzetti alla corazzata blaugrana. Impossibile pensare che le motivazioni faranno la differenza visto che si è arrivati al penultimo ballo, piuttosto è più logico immaginare delle motivazioni extra in questa semifinale di Euroleague.

REAL MADRID AD UNO DEGLI ULTIMI BALLI, ATTENZIONE AGLI SCHERZI BLANCOS

Corrente psicologica

Subirà il Real il peso dei 5 ko in sei partite contro i blaugrana? Subirà il Barcellona il peso dell’essere logicamente favorito? Sarà più forte la voglia di rivalsa blanca o la voglia di confermarsi superiore rispetto agli acerrimi rivali per il Barca? Tante domande che – ad oggi – non hanno risposta, ma che la troveranno domani sera dopo la semifinale di Belgrado. Insomma, giù il gettone e buon divertimento con un Clasico che promette scintille!

CALATHES E MIROTIC, SIMBOLI BLAUGRANA

About Post Author

Lele

Atleta amatoriale e giudice di gara, appassionato di atletica e basket
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Rispondi

Next Post

"Questa è la strada". Brescia-Sassari: le parole dopo gara 2

Ecco le parole dei due allenatori al termine della gara 2 di ieri sera tra Brescia e Sassari. Dopo una gara 1 con i fuochi d’artificio, anche il secondo episodio della serie tra Brescia e Sassari ha regalato spettacolo, con la vittoria dei sardi nel finale. I due coach hanno […]

Iscriviti alla Newsletter di ED

Scopri di più da Eurodevotion

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading