Brescia-Sassari: la serie delle sorprese e dei duelli incerti

Brescia-Sassari, ultima serie di playoff scudetto che parte molto più incerta del previsto. Saranno i leoni lombardi o i guerrieri sardi a spuntarla?

0 0
Read Time:3 Minute, 45 Second

Il momento più importante della stagione è già cominciato anche per il panorama cestistico italiano. I playoff scudetto, iniziati ieri con i successi di Milano,Virtus Bologna e di Venezia sul campo di Tortona, vedono concludersi con la serie Brescia-Sassari.

Al Pala Leonessa questa sera inizia ufficialmente l’ultimo quarto di finale in programma nel tabellone del massimo campionato italiano, e dopo aver sentito le dichiarazioni rispettivamente di coach Bucchi e coach Magro, la redazione di ED con un appuntamento speciale in 3 punti vi presenta la serie tra la compagine lombarda e quella sarda.

Brescia-Sassari: l’entusiasmo e lo stato di forma saranno cruciali per i lombardi

Se da una parte Tortona è stata la rivelazione assoluta della stagione, anche Brescia dovrebbe essere riconosciuto il segnale di un cambio totale d’inerzia rispetto alle ultime stagioni. La rivoluzione attuata ad inizio stagione ha portato i suoi frutti, tanto che la compagine lombarda ha fatto incetta di premi in quest’ultima regular season sin qui disputata.

E proprio dalla nomina dei premi, infatti, che la Leonessa Brescia dovrà saper gestire le motivazioni e l’emotività di tutta la serie, cavalcando si l’entusiasmo e sfruttando l’onda dello stato di forma del suo back-court. Della Valle, MVP della stagione, a Brescia ha trovato continuità e leadership fuori dal comune e insieme al rookie dell’anno Mitrou-Long, senza dimenticare l’apporto di Robinson costituisce uno dei back-court più forti dell’intero campionato e soprattutto una macchina da guerra per quanto concerne la voce punti realizzati.

A tutto ciò vanno aggiunti la difesa di livello élite di John Brown III, l’esperienza di Burns e dell’eterno David Moss, con l’eccellente sistema di gioco ideato dal coach dell’anno Alessandro Magro che rendono davvero possibile il sogno della semifinale scudetto.

Alessandro Magro è il vero fattore della stagione bresciana. Sarà capace di fare sua la serie Brescia-Sassari?

Brescia-Sassari: la potenza fisica sotto le plance sarà il vantaggio da sfruttare

Se da un lato Brescia ha sorpreso in tutta l’annata, che comprende tra gli altri una semifinale scudetto, la Dinamo Sassari dall’approdo di una vecchia volpe come Piero Bucchi ha risollevato la sua stagione fino alla meritata qualificazione alla post-season.

Se da un lato sugli esterni la compagine sarda potrà rispondere grazie alle qualità del professor Logan, l’uomo dello Sassari scudettata con Meo Sacchetti, il vero punto di forza dei biancoblù per tutta la serie sarà sotto le plance.

Le leve di Miro Bilan condizioneranno e non poco l’andamento di Brescia-Sassari

Il post basso di Bilan, infatti, sarà un fattore determinante. La capacità del centro croato di creare per sé stesso e per gli altri potrà essere indubbiamente un punto su cui la Dinamo focalizzerà il suo attacco. Bilan, infatti con la sua stazza può mettere parecchio in difficoltà sia Cobbins per questioni di tonnellaggio che Burns per questioni di centimetri, ma anche in un ipotetico raddoppio scaricare la palla verso Bendzius o gli altri tiratori che il Banco di Sardegna può vantare nel suo arsenale come Kruslin e l’eterno David Logan, veterano di queste gare playoff.

Dopo un inizio un po’ in sordina, la partenza di Mekowulu ha senza dubbio sprigionato la forza di Bilan sotto canestro, non dimenticandoci la sontuosa parentesi dell’anno scorso sotto la guida di coach Pozzecco dove si è dimostrato uno dei migliori centro non solo del panorama nazionale ma anche quello europeo.

Brescia-Sassari: il pronostico secondo Eurodevotion

La serie Brescia-Sassari, dunque, sembra essere sulla carta la più equilibrata tra quelle del primo turno i playoff, merito anche dell’ottimo stato fisico che i sardi stanno vivendo nelle ultime settimane che contribuisce ad assottigliare il gap tra le due squadre.

Sarà probabilmente una serie giocata sui dettagli, col fattore campo che avrà un ruolo molto importante. Per questo non è assurdo pensare ad una ipotetica gara 5, che nel caso si giocherà al PalaLeonessa di Brescia.

Amedeo Della Valle, MVP della regular season, uno dei protagonisti assoluti della serie Brescia-Sassari

Molto interessante saranno anche i singoli duelli come quelli nel backcourt tra Mitrou Long e Robinson e Della Valle e David Logan, o come quello in panchina tra un esordiente come Alessandro Magro ed un vecchio volpone come Piero Bucchi, subentrato in corso d’opera a Demis Cavina.

Questa sera il primo atto di una serie che mette sorprese ed entusiasmo sullo stesso livello. La semifinale sarà una roba da leoni, come quelli di Brescia, o di guerrieri come i sassaresi?

Analisi redatta da Luca Castellano e Cesare Forgione

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Euroleague Weekly | Nei numeri la filosofia di 4 squadre molto diverse

Euroleague Weekly all’ultimo appuntamento prima delle Final 4. 10 flash sulle protagoniste che si contenderanno il titolo a Belgrado. Olympiacos, Efes e Real (2 volte) hanno tutte una serie di 4 sconfitte consecutive in stagione. Il Barcellona non è mai andato oltre due L consecutive. Il Real Madrid prima di […]
Euroleague Weekly

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: