Milano toglie il fattore campo a Venezia

Sconfitta amara per la Reyer tra le mura amiche

0 0
Read Time:2 Minute, 19 Second

Milano toglie il vantaggio del fattore campo a Venezia nell’ultima giornata di campionato superandola a domicilio e condannandola al quinto posto a causa della contemporanea vittoria di Tortona a Brindisi.

Successo agevole per la Virtus Bologna contro la grande sorpresa del campionato Germani Brescia.

I quarti di finale vedranno le sfide tra: Brescia-Sassari, Milano-Reggio Emilia, Tortona-Venezia e Virtus Bologna-Pesaro.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – GERMANI BRESCIA 79-57

La Virtus Segafredo Bologna supera nettamente la Germani Brescia nell’ultima partita di LBA conservando l’imbattibilità casalinga e chiudendo con un bilancio complessivo di 26-4. Una affermazione agevole in una sfida in cui non hanno giocato alcuni big: Shangelia e Teodosic da una parte, Della Valle e Mitrou Long dall’altra. Partenza a razzo dei bianconeri che guidati da Weems, Cordinier ed Hervey si portano immediatamente sul punteggio di 11-2, un divario che i bolognesi aumentano costantemente andando al riposo sul 42-24. La ripresa è una sorta di allenamento ufficiale con le due squadre maggiormente attente ad evitare guai fisici in attesa degli imminenti play-off. Una vittoria agevole per la Segafredo a pochi giorni dalla finale di Eurocup contro il Bursaspor. Mvp di serata Marco Belinelli autore di 16 punti in soli 17 minuti di impiego. Tutti a segno nei padroni di casa tranne Ruzzier, bene Laquintana con 11 punti e 3 rimbalzi nella Germani.

Milano toglie

UMANA REYER VENEZIA – ARMANI EXCHANGE MILANO 69-74

Tornano in campo Shields ed Hines, rispetto alle ultime gare di campionato, e cambia la musica per Milano che vince in Veneto dopo la sconfitta in settimana contro Treviso. Una battuta d’arresto difficile da digerire per l’Umana Reyer Venezia che perde proprio all’ultima curva il vantaggio del fattore campo nella post season. I lagunari affronteranno Tortona con la prima sfida che sarà a Casale Monferrato. Partita dai due volti, sostanzialmente controllata da Venezia per più di due quarti dopo aver toccato in più di una occasione la doppia cifra di vantaggio. L’Olimpia ha però reagito e grazie ad un break di 15-0 nell’ultima frazione ha ribaltato il punteggio ottenendo due punti preziosi non tanto per la classifica ma per il morale. Quattro gli uomini in doppia cifra per il team di Messina che ha trovato in Baldasso, Kell e Jerian Grant protagonisti inaspettati. Tommaso Baldasso si è conquistato il titolo di migliore in campo ed il suo ruolo, da italiano, nei play-off potrà rivelarsi fondamentale. Venezia si è aggrappata al solito eccezionale Watt (doppia doppia con 20+10) ed ha avuto risposte importanti da Vitali, alla miglior prestazione dal rientro dopo l’infortunio. La Reyer cade per la seconda volta nelle ultime tredici partite di LBA, curiosamente con le prime due della classe.

Milano toglie
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Bursaspor: una squadra drogata dal pensiero di una missione resistenziale

Hanno scalato una montagna prima di arrivare in finale, hanno vinto al Pionir – dopo un supplementare, a Lubiana e Andorra. Stanno vivendo una fase ad eliminazione sulla corsia di sorpasso, segnando sempre più di 86 punti. Sono gli underdog di questa Eurocup. Loro sono il Bursaspor e mercoledi, a […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: