Barcellona-Bayern: le parole di Jasikevicius e Trinchieri dopo gara 5

0 0
Read Time:1 Minute, 53 Second

Le parole in sala stampa dei coach di Barcellona e Bayern nel post-partita

Il Barcellona si aggiudica gara 5 ed il pass per le Final Four di Belgrado battendo il Bayern Monaco.

Queste le parole di Jasikevicius e Trinchieri nel post partita.

Sarunas Jasikevicius (Barcellona): “Voglio fare i complimenti ad Andrea (Trinchieri). Sono felice di avere un bel rapporto con lui.

Di vino ne capisce più di me e probabilmente anche di basket.

A parte gli scherzi, sono contento di avere un avversario del genere. Questo mi rende a un allenatore migliore.

Tornando alla partita, abbiamo ridotto molto le rotazioni. Era importante che non avessimo oggi problemi di falli, visto che il primo tempo è stato combattuto e perdere qualcuno nella seconda metà avrebbe portato dei problemi. Chi vive o ha vissuto l’Eurolega sa quanto sia difficile arrivare alle Final Four. Ora ce l’abbiamo fatta e dobbiamo recuperare per andare a Belgrado nelle migliori condizioni possibili.”

Andrea Trinchieri (Bayern Monaco): “Prima di tutto vorrei congratularmi con il Barcellona. Hanno giocato un terzo quarto da assoluti favoriti di questa competizione e andranno alle Final Four. Auguro loro il meglio.

Il mio secondo pensiero va alla mia squadra, non sono mai stato così orgoglioso dei miei giocatori. Potremmo continuare a parlare per ore sugli errori fatti, ma stasera hanno disputato tre quarti incredibili, spingendo il nostro limite il più lontano possibile. Il terzo quarto ci è costato la partita. Abbiamo provato ad attaccare il canestro ma non siamo riusciti ad arrivare in area costantemente. L’altro fattore è stata la serata di Laprovittola, ha fatto una prestazione incredibile.

Non sono triste, sono orgoglioso della mia squadra come mai prima d’ora. C’era un’altra squadra in campo che ha giocato benissimo nel terzo quarto. Ecco perché hanno vinto.

Ho detto ai miei ragazzi di non avere rimpianti.

Abbiamo dato tutto.

(Su Hunter) Othello è un grande professionista, un vero veterano. Penso che il nostro club abbia capito molto bene come stimolare un veterano come Othello. Ci ha dato il meglio di sé, in spogliatoio e in campo ed insieme a Lucic costituisce il nostro fulcro. Spero di impedirgli di andare in pensione per un altro anno. Giocatori così sono come un buon vino rosso, col passare degli anni migliorano ancora”.

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Valencia-Virtus: da questa notte ogni cosa sarà imperfetta

La Virtus aspettava questa partita da dodici mesi, dalla fatale notte della Segafredo Arena che nella sconfitta contro l’Unics Kazan era costata la qualificazione in EuroLega. I bianconeri si ripagano con gli interessi andando a vincere in un palazzo, l’unico in Europa, ancora inviolato nel 2022. A La Fonteta le […]
Italbasket | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: