Maccabi-Real (G3): Blancos incredibili e volano a Belgrado

2

Ecco la prima semifinalista che vola a Belgrado. Dalla serie Maccabi-Real, infatti, i Blancos si qualificano con uno sweep ai danni degli israeliani.

0 0
Read Time:3 Minute, 9 Second

Se in Turchia la serie Efes-Milano ha vissuto il suo ennesimo turning point, scendendo più ad oriente si è conosciuto l’esito di una serie. In Israele, infatti, Maccabi-Real ha avuto il suo epilogo già alla terza gara e l’esito anche qui è netto ed insindacabile.

Il Real vola a Belgrado. La squadra di coach Laso sarà la prima semifinalista delle prossime F4, annichilendo il Maccabi nella sua Menora Mivtachim Arena di Tel-Aviv e le speranze di allungare la serie almeno fino alla quarta partita.

Senza ulteriori indugi, questa è l’analisi di ED di game 3 della serie Maccabi-Real, terminata con il puntaggio finale di 76-87.

Maccabi-Real: long live to king Laso

E’ stata la serie del coach dei Blancos contro chi lo ha dato anche in questa stagione per spacciato, ma anche questa volta coach Laso ha mostrato quanto sia uno dei migliori allenatori in circolazione nel panorama cestistico mondiale.

Ha vinto la serie con una difesa straripante in gara-2 e nella serata di Tel-Aviv si è affidato ai suoi uomini più esperti per prendersi una contesa che il Maccabi voleva a tutti i costi. Laso prepara la solita trappola difensiva sul supporting cast di Wilbekin, facendo sparare a salve il fenomeno di Florida State e rendendo così meno efficiente l’attacco della squadra di coach Avi Even.

Poi, ai suoi in attacco, chiede ai suoi uomini più navigati di dettare il ritmo della partita e controllare i tentativi di rimonta avversari. Hanga straordinario in difesa, Llull fantascientifico davanti per non parlare del tandem sotto canestro Poirier-Yabusele che ha macinato senza sosta Zizic e Reynolds.

Maccabi-Real è stata una serie a senso unico solo per quest’uomo. E quest’uomo è Pablo Laso. Long live to the king.

Maccabi-Real: Sergio Llull è qualcosa di incredibile

La bellezza e l’hype generato dal basket del Real Madrid oltre che dallo straordinario Laso lo si vede nei suoi protagonisti assoluti.

Yabusele gioca l’ennesima partita di sostanza, Hanga è un tassello two-way court devastante a livello di carisma ed esperienza in campo. Poi, come detto prima, se aggiungi a tutto ciò la voglia immortale di vincere di Sergio Llull, le F4 sono il palcoscenico meritato per questa grandissima squadra.

La guarda iberica sa come si giocano queste partite e dopo il mezzo miracolo dei playoff dello scorso anno persi poi con l’Efes, in questa serie con il Maccabi ha deciso lui il momento in cui decidere contesa e serie nello stesso momento.

Llull, infatti, con i suoi 18 punti, 3 rimbalzi e 6 assist è l’MVP di gara-3 tra Maccabi-Real, e il principale artefice della qualificazione dei Los Blancos a Belgrado.

QUI IL TABELLINO COMPLETO

Maccabi-Real: per gli israeliani l’obiettivo è alzare l’asticella

Se da un lato si festeggia, sponda Maccabi ci si può rammaricare tanto per una serie gestita male. La spazzata di gara-2 probabilmente ha fatto staccare la testa agli uomini di coach Even, capaci solo a sprazzi di poter contrastare il Real anche in questa gara-3 decisiva.

E’ mancata certamente l’esperienza per la squadra israeliana trascinata dal solito Wilbekin, ma troppo “solo sull’isola” rispetto ai propri compagni, incapaci mentalmente che di colpi di innalzare il proprio livello di gioco rispetto a quello mostrato in regular season.

Essere tornati a disputare una serie playoff è certamente un grande traguardo, ma ora a Tel-Aviv si deve pensare di alzare l’asticella. Guardando chi, come il Real Madrid, sta ancora dimostrando di essere un’eccellenza cestistica senza pari.

About Post Author

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Anadolu Efes Istanbul, Tibor Pleiss: Bravi in difesa, ci siamo aiutati a vicenda

Tibor Pleiss insieme a Micic e Larkin è stato l’altro grande protagonista di serata. Ecco le parole a EuroLeague Tv nel post gara. Le dichiarazioni di Tibor Pleiss “Oggi abbiamo preso i nostri tiri; abbiamo avuto un sacco di problemi nell’ultima partita nel secondo tempo. Abbiamo migliorato la situazione, ci […]
Efes Fener

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: