La lavagnetta dei PO #10: stagger+flare della Reyer Venezia

Anche per la Reyer è ufficialmente tempo di playoff. Lo stagger+flare della squadra di coach De Raffaele basterà per battere Boulogne? Lo scopriamo con l’ultima lavagnetta di ED di presentazione della post-season

0 0
Read Time:3 Minute, 29 Second

Se per la Virtus di coach Scariolo l’imperativo è andare avanti il più possibile nella 7Days EuroCup per conquistare concretamente il sogno targato Turkish Airlines Euroleague, per la Reyer vincere la serie contro Boulogne significherebbe un ulteriore significativo miglioramento in una stagione sin qui ricchissima di alti e bassi.

Questa sera in terra francese inizierà infatti la serie playoff che vedrà protagonista la squadra di coach De Raffaele, che reduce dal successo in trasferta contro Sassari, vi presentiamo con l’ultima lavagnetta tattica di questa post-season continentale. Vi presentiamo infatti la situazione di gioco stagger+flare disegnata dal coach veneziano.

Com’è strutturato lo stagger+flare della Reyer?

La stagione della Reyer sembrava compromessa, ma ancora una volta quella che sembrava una squadra a fine ciclo sta completando una rimonta quasi impensabile. Inizialmente fuori dalla Coppa Italia, la squadra oro-granata si trova ufficialmente ai playoff continentali già citati, ma anche al quinto posto in campionato a pari punti con la rivelazione assoluta Tortona di coach Ramondino.

Il ritorno di Micheal Bramos è stato cruciale per gli equilibri della Reyer anche in EuroCup

Il segreto della rimonta? Ovviamente restare ideologicamente pronti e sul pezzo con lo stesso canovaccio tecnico-tattico che ha contraddistinto la realtà veneziana come una delle eccellenze del basket italiano nelle ultime stagioni. Oltre alla tradizionale difesa reyerina, diventata un vero e proprio culto, in questa stagione l’attacco oro-granata ha preso quello che più somiglia a quello messo in mostra anche da ULM.

Il set offensivo con stagger+flare, infatti, è quello che rende in questo momento la Reyer ricca di soluzioni, ma soprattutto una squadra versatile e capace di essere super minacciosa in ogni situazione di lettura offensiva.

Il gioco infatti prevede l’utilizzo di un semplice stagger lontano dalla palla, con il portatore che dopo aver ricevuto, ha la possibilità di potersi giocare due potenziali pick and roll con un piccolo sul fondo per riaprire il campo, oppure sfruttando la fisicità di Watt con un classico spain PnR centrale, vedendo cosa succede sul lato debole.

Sul lato debole, infatti il gioco con stagger+flare appunto prevede un blocco flare, che apre ad un’altra soluzione perimetrale per l’attacco.

Il gioco stagger+flare trova la sua realizzazione nella sfida di campionato che ha visto contrapposte la Fortitudo Bologna e la Reyer Venezia.

Come si difende questo set offensivo stagger+flare della Reyer?

Al netto del percorso fatto vedere in regular season continentale dagli oro-granata, per Boulogne questa serie è più difficile del previsto.

La squadra allenata dal CT francese Collet, che ha fatto registrare ben 11 vittorie su 16 partite della sua regular season continentale in EuroCup, è una squadra che per Venezia sarà nettamente ostica e quindi bilancia completamente una serie che se si fosse giocata meno di due mesi fa sarebbe stata a senso unico.

Il collettivo di coach Collet contro il Lietkabelis prossimo avversario della Virtus. Dovranno essere concentrati sullo stagger+flare della Reyer per poter avanzare in questi PO

Se per il discorso offensivo la compagine francese sa dove mettere le mani, per quanto riguarda l’aspetto difensivo coach Collet deve stare molto attento alla versatilità cestistica come detto in precedenza espressa in questo gioco stagger+flare della Reyer.

In questo gioco offensivo sostanzialmente le scelte da fare sono molto semplici. Non cambiare sul primo dei due blocchi dello stagger e da lì in poi vivere di regole scelte nel game-plan, facendo scervellare l’attacco sulle proprie letture e le proprie scelte.

Dopo il primo blocco dello stagger, per opinione personale, si fa cambio aggressivo su ogni gioco. Se va a capitalizzarsi il pick and roll laterale o centrale che sia, lavorerei con aiuti e recuperi dal lato debole. Se invece la nostra difesa fa un lavoro egregio sul pick and roll, sarà costretto l’utilizzo del flare e cambio anche su quel tipo di blocco lì per far lavorare ancora di più l’attacco.

Lo stagger+flare della Reyer, così come essere un gioco duttile in attacco, può essere arginato a dovere con le giuste contromisure. Ora sta alla Reyer sul campo avere la meglio su Boulogne. Non sarà una serie facile, ma si preannuncia ottima pallacanestro.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

L'Olimpia dopo l'Efes: i numeri, la fretta e l'errore. E' solo gara 1, però...

Olimpia uscita a pezzi da gara 1 di Playoff contro l’Efes. Non è tanto la sostanza, perchè sempre e solo il primo episodio di una serie, quanto la forma a far riflettere. «Servirà una notte da Aris». Dice bene il maestro Oscar Eleni dalle colonne de Il Giornale, come riporta […]
Olimpia

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: