Per la Virtus arriva il momento della verità, il Lietkabelis è il primo ostacolo

Balbo
0 0
Read Time:3 Minute, 37 Second

La Virtus inizia la fase calda della stagione senza il privilegio di potersi permettere di sottovalutare un avversario che merita il maggior rispetto. Il Lietkabelis Panevezys di coach Nenad Canak quest’anno, nel suo cammino, ha mietuto vittime importanti: Partizan, Badalona e Metropolitans; con una sconfitta di un solo punto contro il Lokomotiv Kuban. Numeri che danno peso al periodo positivo che ha visto i lituani uscire vincitori ben quattro volte nelle ultime sei gare in trasferta.

Virtus-Lietkabelis: la stagione delle due squadre

La stagione della Virtus ha conosciuto due momenti difficili, giustificabili con periodi di assenza di giocatori chiave nel roster di Scariolo e un’alchimia di gruppo che ha faticato a consolidarsi. Adesso i bianconeri, complice il periodo di forma frizzante che li sta accompagnando agli appuntamenti della stagione, sono pervasi da una gioia acre che gli invade l’animo avvelenato da un profondo desiderio di vendetta.

La vecchia guardia bianconera non ha dimenticato la fatidica notte di gara 3 contro l’Unics Kazan e soprattutto, vuole cancellare gli sfortunati passi falsi incassati contro Buducnost e Valencia.

Il Lietkabelis, senza ombra di dubbio, è una delle sorprese di questa EuroCup. I lituani, che diverse volte hanno accarezzato il sogno quinto posto, pagano la sconfitta interna contro Ankara alla terzultima giornata. La stagione degli amaranto è stata costellata da picchi ( vittorie interne contro Badalona, Partizan e Metropolitans) e da pesanti sconfitte contro le dirette concorrenti ( Andorra e Ankara).

Virtus-Lietkabelis: stato di forma delle due squadre

La Virtus sta attrasaversando il miglior periodo di forma della stagione; i bianconeri, con l’arrivo degli ex CSKA Hackett e Shengelia, hanno acquistato quel mix di versalitilità ed esperienza, la cui mancanza aveva creato, nella prima parte di stagione, qualche vuoto nelle sicurezze dei tifosi bianconeri.

La roboante vittoria in campionato contro l’Olimpia Milano, nella quale Teodosic e compagni sembravano leoni in libertà in mezzo ad una mandria, ha donato alle Vu nere quel pizzico in più di sicurezza arrogante che consente di affrontare certi appuntamenti con quella consapevolezza di superiorità che non deve lasciare spazio a cali di tensione rischiosi in serate senza un domani.

I lituani, negli ultimi due mesi, hanno dimostrato una certa confidenza con le vittorie esterne, quattro nelle ultime sei; un particolare che non lascerà indifferenti i bianconeri.

A questi numeri esterni, che alla fine sono quelli che interessano visto che la gara secca si giocherà a Bologna, fanno da contraltare le due sconfitte interne contro Ankara e Vilnius che, in Eurocup e in campionato, hanno pregiudicato i sogni di gloria, di quinto e secondo posto, della squadra allenata dal coach serbo.

Virtus-Lietkabelis: situazione infortuni

Le porte girevole in casa bianconera vedono rientrare Marco Belinelli e uscire Isaia Cordinier; l’esterno bolognese rientra quaranta giorni dopo l’infortunio rimediato a Venezia, mentre il talento francese sarà out venti giorni per un infortunio alla spalla. Un’assenza, quella dell’ex Nanterre, pesante per il giocatore più in forma – e più utilizzato – nell’ultimo periodo virtussino.

Virtus-Lietkabelis: duelli chiave

Il principale duello chiave sarà quello tra Panagiotis Kalaitzakis e Kyle Weems, i due uomini chiave delle rispettive squadre. Sguardo luminoso e incosciente da adolescente, il classe 1999 sta disputando la stagione del lancio verso palcoscenici più alti. Con 13,7 punti a sera, e un high di 22 contro Lokomotiv Kuban, il greco è il giocatore più pericoloso della squadra lituana, ancor di più di quell’Orelik già visto a Venezia, un tiratore di striscia che potrebbe far male dalla lunga distanza. Kalaitzakis, oltre ad essere un buon tiratore da tre punti, è una calamita di falli; infatti, nonostante i tanti tentativi dai 6,75, il giovane greco vantando un fisico possente ed un incoscienza frizzante, entra spesso in area alla ricerca di tiri dalla linea della carità.

Dall’altra parte troverà un osso duro, Kyle Weems, il mister concretezza bianconero. Probabilmente, per rendimento, il veterano della Segafredo, quest’anno è stato il giocatore più costante della truppa del presidente Zanetti. Un duello tra gioventù ed esperienza, incoscienza e concretezza, freschezza e fierezza.

Il greco è al primo grande appuntamento della carriera; Weems, che normalmente timbra sempre il cartellino nelle notti che contano, è pronto ad affrontare l’ennesimo avvenimento di spessore.

Machiavelli ci insegna che il tempo è il padre della verità; per la Virtus è arrivato quel tempo.

Virtus Segafredo Bologna vs Lietkabelis Panevezys 20 April 2022 20:45 | Eurocup (euroleaguebasketball.net)

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Campionati esteri: l'Asvel ne fa 107, 2/2 per l'Alba Berlino

In LNB Asvel e Monaco ne approfittano dello stop dei Metropolitans. Vincono sia Bayern che Alba in Germania. Quinta vittoria consecutiva in Francia per l’Asvel, con una prova straripante da 107 punti, già +17 (51-34) all’intervallo per i ragazzi di T.J. Parker. Son cinque anche i giocatori in doppia cifra […]

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: