Virtus ipoteca primato, Venezia vince ancora

Vittorie casalinghe per Bologna, Venezia e Trento

0 0
Read Time:3 Minute, 19 Second

Virtus ipoteca primato superando nettamente nel derby d’Italia una rimaneggiata Olimpia Milano.

Assenze che non sminuiscono il grande dominio da parte della capolista.

L’Umana Reyer vince ancora, importante anche il successo di Trento in uno scontro diretto, in chiave play-off, contro Brindisi.

ENERGIA DOLOMITI TRENTO – HAPPY CASA BRINDISI 96-78

L’Energia Dolomiti Trento saluta con una vittoria la conclusione della propria campagna europea avvenuta in settimana contro il quotato Partizan Belgrado. Una affermazione, quella nel primo anticipo di giornata di LBA, che permette ai trentini di allontanarsi dalla zona calda della classifica riaprendo qualche possibilità di raggiungimento della post season. Un obiettivo a cui aspira anche Brindisi nonostante un periodo di notevole difficoltà. Il quinto stop, nelle utime sei gare, non è un biglietto da visita rassicurante in vista del rush finale. La partita di ieri ha avuto un protagonista assoluto: Diego Flaccadori. L’ex Bayern Monaco con 30 punti, 8 assist, 7 rimbalzi e 43 di valutazione si è guadagnato il titolo di MVP di serata. Una sfida che è stata equilibrata fino ad inizio ultimo periodo (76-72) prima dell’allungo decisivo da parte dei padroni di casa che permettono di festeggiare nel migliore dei modi la cinquecentesima presenza in maglia Aquila di Toto Forray. 20 punti di Caroline per la Energia Dolomiti, 18 punti di Perkins, 12 di Alessandro Gentile tra gli ospiti.

Virtus ipoteca

UMANA REYER VENEZIA – FORTITUDO KIGILI BOLOGNA 77-72

La Reyer vince la sesta partita delle ultime sette in campionato mettendo una serie ipotetica per i play-off e strizzando l’occhio anche alla possibilità di arrivare tra le prime quattro. Una risalita avuta grazie ad un mix tra l’apporto della vecchia guardia, la ripresa di Brooks e l’ottimo inserimento di Jordan Theodore, il giocatore probabilmente migliore in questa prima parte di stagione per gli uomini di De Raffaele. Una affermazione che permette anche ai cugini di Treviso di tirare un sospiro di sollievo in una corsa salvezza che dopo i risultati di ieri sembra un pò più fluida. La Fortitudo, come del resto in questa ultima parte di stagione, gioca una partita solida, vince tre quarti, curiosamente tutti per 19-17, ma paga un secondo periodo che ha indirizzato tutta la contesa. I padroni di casa toccano il massimo vantaggio (58-42) nella terza frazione e poi sono bravi a gestire fino alla sirena. 18 punti di Theodore, 9 e 6 rimbalzi per Jeff Brooks. Ospiti che hanno avuto in Benzing e Frazier, rispettivamente con 13 e 15, i migliori marcatori. I lagunari, nel recupero della sedicesima giornata, ospiteranno Brindisi, i bolognesi saranno invece impegnati a Pesaro.

Virtus ipoteca

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – ARMANI EXCHANGE MILANO 83-65

La Virtus Segafredo Bologna blinda il primo posto in classifica ottenendo la sesta vittoria, nelle ultime sette sfide, contro l’Olimpia Milano. Il +4 in classifica, il vantaggio nello scontro diretto, sono dati che permettono agli uomini di Scariolo di guardare con fiducia il finale di regular season. Contesa che è rimasta in equilibrio fino a metà del secondo quarto (32-32) prima che si scatenasse l’uragano bolognese. L’Armani Exchange paga le tantissime assenze, tra le quali quelle di Rodriguez, Shields e Datome ma il roster ridotto non deve ridimensionare la netta vittoria Segafredo. La differenza di energia è stata notevole, evidenziata in quasi tutte le voci statistiche. La Virtus ha tirato 22 volte in lunetta (non sbagliandone neanche uno) contro le sole 5 di Milano che spesso si è accontentata del tiro dalla lunga distanza (11/38) come spesso è capitato nelle ultime giornate. Netto anche il dominio sotto i tabelloni (46-30 i rimbalzi) e nella valutazione generale (114-60). Una analisi più dettagliata del big match di giornata lo potrete trovare su Eurodevotion nel pezzo a cura del collega Jean Claude Mariani. 18 punti per Weems, Jaiteh e Cordinier da una parte, 15 di Bentil (quasi tutti nel finale) e 12 di Baldasso dall’altra.

Virtus ipoteca
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “Virtus ipoteca primato, Venezia vince ancora

Next Post

Burgos-Baskonia(J28), il match dura cinque minuti

Burgos-Baskonia è durata esattamente cinque minuti, il tempo necessario affinché gli ospiti prendessero il via, chiudendo il match sul 62-78. Un grandissimo passo avanti del Baskonia verso i playoff e uno indietro da parte del Burgos. I padroni di casa, infatti, rientrano a tutti gli effetti nella lotta per non […]
Burgos-Baskonia

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: