Liga Endesa J27 | Cade Manresa, notte fonda Real

0 0
Read Time:3 Minute, 45 Second

Liga Endesa in campo per la Jornada 27 dopo un settimana in cui si sono giocati diversi recuperi importanti che hanno completato il calendario. Ora resta solo la J19 da giocare tra quelle rinviate.

Il weekend di Liga è in realtà iniziato con l’ultimo recupero della settimana, valido per la J20, un succosissimo VALENCIA v TENERIFE chiusosi col successo dei taronja 92-88 grazie a 22 di Hermansson di fronte ad un attacco “tinerfeno” molto equilibrato da 6 uomini in doppia cifra.

Prima di scendere in campo per la Jornada 27 la classifica si presentava con una fisionomia ben chiara.

Sei squadre saldamente in quota Playoff: Barça, Real, Manresa, Joventut, Valencia e Tenerife. Difficile pensarle fuori dalla postseason. Altre sei (Baskonia, Murcia, Gran Canaria, Breogan, Malaga e BIlbao) in lotta per gli ultimi due posti, tutte nello spazio di tre gare, tra il 14/11 vitoriano e l’11/14 delle squadre di Alex Mumbrù ed Ibon Navarro.

Poi lotta salvezza serratissima, con ben cinque squadre (Andorra, Obradoiro, Burgos, Fuenlabrada e Zaragoza) con lo stesso record (8/17), davanti al fanalino di coda Betis, fermo a 6/19.

Sabato caldissimo sin dall’apertura delle 1800 quando l’OBRADOIRO ha ospitato MANRESA. Gara spettacolare vinta dai locali in OT 98-91. Manresa si ferma dopo la tripla del vantaggio nel supplementare (88-91), sotto i colpi di un Kassius Robertson semplicemente stellare da 25, 8 assists e tutte le giocate decisive. Non bastano, tra gli uomini di Pedro Martinez, 18 di Francisco e 17, con 12 rimbalzi di Chima Moneke che, con una stoppata irreale per tempi e lettura su Birutis, aveva mandato la gara al supplementare.

Alla stessa ora BETIS v MURCIA con la squadra di Sito Alonso chiamata a riprendere il cammino dopo 6 L nelle ultime 9. Ed il cammino è ripreso: 84-93 con 20 di Isaiah Taylor e 17 di J.Webb. Betis sempre più desolatamente ultimo, con un Shannon Evans da 25 con 11 assist appoggiato da 21 di Pasecniks. Il resto è il nulla assoluto e per Luis Casimiro l’operazione salvezza pare oggi un miraggio.

ZARAGOZA v BADALONA, duello delle 2045 ha registrato il successo (63-77) “verdinegro”, il settimo consecutivo dopo un marzo senza macchia e con la perla della netta W sul Barcellona la scorsa domenica. Prova di squadra con 4 uomini in doppia cifra ed un’equa distribuzione dello sforzo e dei minuti per gli uomini di Carles Duran. 13 di Yusta e 12 di Waczynski per gli aragonesi, battuti da due parziali di 0-13 e 0-10 tra terzo ed ultimo quarto.

FUENLABRADA v BILBAO ha aperto le danze domenicali alle 1230. 87-82 locale con 23 e 10 rimbalzi di Dusan Ristic, dominante contro una Bilbao spenta che va sotto 97-80 come valutazione di squadra e si allontana dalla quota Playoff. Urbas ora un po’ più tranquillo che stacca Zaragoza e Burgos in zona retrocessione.

Alla stessa ora in campo BREOGAN v BURGOS. Partita godibilissima, ritmi e punteggio elevati in perfetto stile Liga. Vincono i galiziani 105-96 guidati dal duo delle meraviglie composto da Bell-Haynes e Musa che ne mettono 22 e 20 ai quali lo sloveno aggiunge 7 rimbalzi 3 assist, sempre più da MVP del torneo. Decisivo il 35-25 a rimbalzo. Tra gli uomini del “traditore” Paco Olmos, che aveva iniziato la stagione sulla panca del Breogan, 22 di un grande Jarell Eddie e 18 del solito, encomiabile Vitor Benite. La situazione di classifica burgalese resta assai complicata, mentre gli uomini di Mrsic continuano a sognare i Playoff.

BARCELLONA di scena ad ANDORRA, per riprendere il cammino “liguero”dopo la sconfitta contro la Penya. Qui la nostra analisi dedicata alla gara vinta dagli uomini di Jasi.

VALENCIA è tornata in campo a meno di 48 ore dalla sfida con Tenerife, sempre alla Fonteta ma contro una rigenerata MALAGA che si è allontanata dalle zone calde della classifica grazie ad un paio di W. Prova corale degli uomini di Penarroya. 90-75 con 14 di un sempre più positivo Lopez Arostegui. 16 e 5 assist del solito, ottimo Brizuela.

“Partidazo” della settimana a San Cristobal de la Laguna, dove sul parquet del Santiago Martin si sono sfidati TENERIFE e REAL. Successo “tinerfeno” che allarga ulteriormente la crisi che attanaglia il Real. Qui il nostro pezzo sulla gara.

BASKONIA v GRAN CANARIA, altro partitone, ha chiuso la Jornada 27. Vittoria degli isolani che conferma l’altalena di prestazioni in casa basca, come vi raccontiamo nel pezzo dedicato.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Scariolo: Bourg è la migliore squadra da tre punti di tutta l'Eurocup

JL Bourg-Virtus Segafredo Bologna, domani ore 20.00 – Ekinox Arena Diretta su Sky Sport, Eleven Sports e Radio Nettuno Bologna Uno Indisponibile Marco Belinelli. Assente lungo degenti Awudu Abass e Ekpe Udoh. Partiranno con la squadra JaKarr Sampson e Marco Ceron che ha recuperato dall’attacco influenzale. Alla vigilia della sfida […]

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: