Le parole dei coach dopo la prima serata del Round #33

0 0
Read Time:2 Minute, 26 Second

Sala stampa: le parole dei coach dopo le prime tre partite del Round #33

PANATHINAIKOS v REAL

Dimitris Priftis (Panathinaikos): “È stata una bella vittoria per noi. Complimenti ai giocatori. Avevamo una buona mentalità. Era molto importante avere il rapporto 5 palle perse su 18 assist, è molto positivo per il nostro gioco offensivo. Abbiamo fatto alcune buone difese. È bello che abbiamo ottenuto questa vittoria nell’ultima partita casalinga di Eurolega. È un peccato che non abbiamo vinto più partite come questa durante la stagione.”

Pablo Laso (Real Madrid): “Siamo partiti senza concentrazione. Abbiamo lasciato che entrassero nella partita. Abbiamo lottato per il resto della partita per recuperare, ma penso che la cosa peggiore sia stata l’inizio della partita. Non abbiamo capito niente e li abbiamo permesso di comandare, non solo nel punteggio, ma anche in difesa e in attacco. Abbiamo lottato tanto per rientrare ma non è bastato.”

MACCABI v ASVEL

Avi Even (Maccabi Tel Aviv): “Loro sono una buona squadra, una squadra di grande talento. Ci è voluto del tempo per entrare nel vivo del gioco, ma ce l’abbiamo fatta nel terzo e nel quarto quarto e ne sono felice.”

TJ Parker (ASVEL Villeurbanne): “La difficoltà più grande che abbiamo dovuto affrontare stasera sono state le palle perse. Abbiamo rimontato e non credo che meritassimo di perdere per 20, ma alla fine ci sono state troppe palle perse… Non puoi pretendere di vincere la partita con 27 palle perse, è troppo contro il Maccabi. Nonostante ciò, eravamo ancora sotto di soli 6 punti, a 6 minuti dalla fine, ma non siamo riusciti a recuperare.”

MILANO v MONACO

Ettore Messina (Olimpia Milano): “La partita è cambiata nel secondo tempo proprio quando siamo andati avanti di 11 punti. Ero rimasto abbastanza soddisfatto di quanto fatto nel primo tempo, perché avevamo contenuto i loro tiratori e costruito un buon vantaggio pur sbagliando qualche buon tiro. Sul più 11, abbiamo cominciato a commettere errori banali di superficialità, con manzanze difensive, e ci siamo completamente smarriti.”

Hanno meritato la vittoria. In attacco, abbiamo faticato a costruire dei vantaggi contro una squadra molto atletica. Ci è mancato Melli nelle letture in attacco, che sono state di basso livello, e a rimbalzo. Abbiamo perso la chance di arrivare secondi, ma poi indipendentemente dalla posizione serve anche un po’ di fortuna nel trovare l’avversario giusto, con cui ti accoppi meglio.”

Sasa Obradovic (AS Monaco): “Congratulazioni a tutti i miei ragazzi per come hanno giocato, soprattutto nel secondo tempo in fase difensiva. Siamo partiti un po’ molli, ma abbiamo recuperato e concesso solo 26 punti nel secondo tempo. Continuiamo con grande fiducia e non vediamo l’ora che arrivino le prossime partite. Spero che questo ci permetterà di accedere ai playoff,sarebbe un grande successo per una squadra che è per la prima volta in EuroLeague. Stiamo imparando da ogni partita e ci sono molti giocatori che non avevano esperienza in EuroLeague prima”.

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Euroleague Playoff Race #5: Il Maccabi c'è, il Monaco quasi. Malissimo il Real, male Milano

Euroleague Playoff Race #5, la nostra breve analisi sulla corsa alla postseason dopo le gare disputate nella serata di ieri che hanno aperto il Round 33 di Eurolega. Il martedì dei recuperi ci aveva consegnato un MACCABI sempre più vicino alla postseason, un FENERBAHCE formalmente escluso ed un’ALBA BERLINO ancora […]
Euroleague Playoff Race

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: