Il Panathinaikos non ha pietà di un Real in crisi d’identità

Balbo
0 0
Read Time:3 Minute, 6 Second

Il Real Madrid, nel round 33 di Eurolega, cade in casa del Panathinaikos e vede traballare la solidità del suo secondo posto insidiato dall’Olimpia Milano e dell’Olympiakos.

I green vincono 87-86 dominando il Real fin dai primissimi minuti. I blancos, nella peggiore delle espressioni da trasferta, subiscono l’euforia dei padroni di casa e vedono spegnersi il goffo tentativo di recupero sotto i canestri di Papapetrou (15 punti) e Howard Sant-Ross. MVP Georgios Papagiannis con 18 punti e 10 rimbalzi. In casa Real si salvano soltanto Tavares (12+12), Llull e Heurtel (18 punti e 4/4 dalla lunga distanza).

La vittoria del Panathinaikos vale per l’orgoglio, la sconfitta del Real costa la seconda piazza.

Il Real incassa la sesta sconfitta consecutiva in trasferta

La vittoria esterna del Real manca dal 28 gennaio, sera nella quale i blancos sbancarono il principato di Monaco. Vien da usare il passato remoto, con un pizzico di tono melodrammatico per mettere il punto esclamativo sulla situazione, perchè sono passati poco più di due mesi dall’avvenimento.

Da quella fredda notte in costa azzurra, la squadra di coach Laso ha inanellato una serie di sconfitte esterne (5) condite anche da brutte figure, nelle quali in tre casi non hanno superato quota 62 punti.

Questa sconfitta in terra greca allunga la serie negativa. Le parole vanno intese nel giusto valore, altrimenti sarebbe il caso di dire “datemi una frase e v’impicco un uomo“, ma adesso il termine crisi, in casa blancos, sembra quello che si sposa meglio con la situazione reale. La sesta sconfitta consecutiva in terra straniera arriva in un parquet non impossibile da violare; il Panathinaikos era reduce da una vittoria in cinque partite con tre sconfitte interne. Un dato che non farà dormire sonni tranquilli a Laso.

Il Real domina a rimbalzo ma le percentuali del Panathinaikos fanno la differenza

Il Real domina a rimbalzo (39-23) giganteggiando con il duo Tavares/Yabusele; i blancos concendono soltanto tre rimbalzi offensivi ai padroni di casa, ma proprio nel pitturato i verdi di Grecia vincono la partita con percentuali da far stropicciare gli occhi e far nascere un pizzico di rimpianto per una stagione avara di soddisfazioni.

Il Panathinaikos da due punti tira con il 62% (25/40) approfittando della serata monstre di Georgios Papagiannis autore di una doppia doppia da 18+10 con 9/11 sotto canestro, nonostante la lotta impari contro i titani Tavares e Poirier.

Le ingenuità del Real

Questa sera il Real non paga una serata deficitaria in fase offensiva, come già successo in diverse occasioni; ad Oaka gli uomini di Laso pagano la spropositata percentuale d’ingenuità di certi elementi del roster che dovrebbero fare la differenza. Soprattutto nell’ultimo quarto, in fase di recupero, dopo tre quarti condotti perentoriamente dai padroni di casa, un paio d’ingenuità di Taylor (oggi pessimo) regalano punti facili al Panathinaikos; mentre in fase offensiva una palla decisiva viene goffamente gettata al vento da Gabriel Deck.

Le troppe ingenuità rendono inutili i tentativi di rimonta orchestrati da Ferandez, Llull e Huertel. Ingenuità talmente goffe da far ricordare gli austriaci che nel 1917, nelle comunicazioni telefoniche usavano un codice nella speranza di mantenere il segreto; le parole in codice non erano altro se non i nomi di battesimo dei rispettivi comandanti.

Adesso per il Real si spera che in questa Eurolega non paghi le stesse conseguenze che pagarono gli austriaci nella prima guerra mondiale. Una svolta, per evitare tutto cio’, sarà necessaria, prima che sia troppo tardi.

Il Panathinaikos offre una prova di orgoglio e sconfigge gli spagnoli con uno scarto che non racconta in pieno il dominio di questa serata dalle note dolci.

Panathinaikos OPAP Athènes vs Real Madrid 31 mars 2022 20:00 | Euroligue (euroleaguebasketball.net)

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Infortuni ed assenze: le defezioni del venerdì di Round 33

Infortuni ed assenze: l’injury report dei match di oggi. EFES vs ALBA Padroni di casa privi del solo Micic, mentre i tedeschi non avranno Sikma, Olinde, Blatt ed il lungodegente Eriksson OLYMPIACOS vs BARCELLONA E’ la partita cn più giocatori nell’injury report. L’Olympiacos ne ha ben 5 in dubbio, tutti […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: