La Virtus batte la capolista con un’arma diversa dal solito: la difesa

Balbo 3
0 0
Read Time:3 Minute, 3 Second

Quando mancano due giornate alla fine della stagione regolare, la Virtus ospita Gran Canaria in un vero e proprio antipasto di playoff. Se per gli ospiti la prima piazza ormai è quasi una formalità – basta una vittoria, le Vu nere ballano tra terzo e quinto posto in un gioco di previsioni di scontri futuri.

In attesa degli scontri senza un domani, delle notti da dentro/fuori, del cervellotico format che ha ridotto i playoff di EuroCup a “vita sei nostra amica, morte sei nostra amante“, la Virtus sconfigge Gran Canaria 70-68. MVP Hackett con 14 punti.

Virtus: vale più di una semplice vittoria

Mentre si sta per varcare quella linea di Mogadiscio che, nella strada che porta all’Eurolega, non permetterà più passi falsi, la Virtus ottiene una vittoria che vale molto di più dei semplici punti in classifica. I bianconeri riescono a vendicare – nel senso più puro del termine – lo schiaffo della gara d’andata, quando, con un roster dimezzato e in uno stato psicofisico deleterio, subirono una pesante debacle alle Canarie. Il successo di questa sera cancella il sapore acre di quell’umiliazione mal digerita.

La sfida di Gran Canaria e la risposta difensiva della Virtus

Nel pre gara il coach bianconero, Sergio Scariolo, l’aveva detto: “dobbiamo continuare seguendo la strada della difesa” e i primi minuti, anche il primo quarto intero, materializzano i desideri del coach bresciano sul campo; il quintetto virtussino scende sul parquet con gli occhi iniettati di sangue, con una reattività e un’attenzione mai vista prima in stagione che conferma i progressi delle ultime giornate.

Nonostante un inizio frizzante figlio dell’adrenalina soffiata dall’intensità difensiva, la Virtus non riesce a prendere il largo che meriterebbe per l’intensità e lo sforzo gettato sul parquet. Gran Canaria non è capolista del girone per caso e dimostra tutta la sua solidità resistendo alla spinta della Virtus, chiudendosi a riccio in difesa, sfidando i padroni di casa al tiro – senza Teodosic e Belinelli una mossa molto intelligente.

Inoltre tra gli isolani c’è un Ennis – più nel primo che nel secondo tempo – inarrestabile che con le sue penetrazioni tiene Gran Canaria alle calcagna dei bianconeri. Il trio Ennis/Albicy/Slaughter è un terzetto che non permette distrazioni, anche se oggi, in casa Gran Canaria, punti – e rimbalzi – inattesi arrivano dal lungo ex Ulm Barcelowsky.

La Virtus tiene Gran Canaria sotto i 70 punti e la vince con una faccia diversa dal solito: la difesa

L’esperienza dei campioni e il gol di Toko

Nel momento decisivo, quanda la palla pesa, i padroni di casa si affidano ai giocatori di carattere; Kyle Weems (10 punti 2/4 da tre) , con i suoi occhi scuri e caldi come la terra d’estate, mette l’energia e la tripla che ridona energia alle Vu nere; Daniel Hackett dimostra che puoi insegnare ad una serpe a mangiarti nella mano, ma mai a cancellare il piacere che prova mordendo, l’ex CSKA gestisce smazzando cioccolattini per Cordinier (8+5) e Jaiteh su tutti, ma nel momento decisivo si mette la Virtus sulle spalle e con pura ed estrema esperienza raccoglie punti preziosissimi.

Infine, dopo esser stato sfidato durante tutto l’arco della gara al tiro, Toko Shengelia (11+9) mette il gol della staffa che fa esplodere la Segafredo Arena.

Il cuore batte come un tamburo per le emozioni contrastanti; rabbia ed eccitazione danzano a braccetto. La Virtus dopo una gara sofferta sconfigge Gran Canaria e offre una bella prova di forza alle concorrenti.

Con l’esperienza, con la difesa e con il cuore. La Virtus la vince con queste tre armi: quelle che servono per arrivare in fondo.

Virtus Segafredo Bologne vs Gran Canaria 29 mars 2022 20:30 | Eurocoupe (euroleaguebasketball.net)

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Eurolega, Eurocup e leghe nazionali: come cambia il rendimento delle squadre

Eurolega, Eurocup e leghe nazionali… Qualche settimana fa abbiamo analizzato il differente rendimento europeo delle squadre spagnole rispetto alle italiane. Oggi guardiamo oltre, nello studio realizzato da PIRI NUMBERS. Come cambia il rendimento delle squadre dai rispettivi campionati nazionali alle due massime competizioni europee? Partiamo da un’analisi sulle squadre spagnole […]
Eurolega

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: