Fenerbahce-Alba Berlino 57-66 (recupero round 21)

0 0
Read Time:2 Minute, 6 Second

I tedeschi vincono in Turchia e continuano a lottare per entrare tra le prime 8, giovedì per l’Alba altra trasferta a Istanbul contro l’Efes.

Alla Ulker Sports and Event Hall di Istanbul si è giocato il recupero del turno numero 21 di Euroleague, terminata con la vittoria dell’Alba Berlin per 57-66.

Blackout Fener nel primo tempo

L’Alba perde 6 palloni nel primo quarto e inizia meglio il Fenerbahce, che si porta sul 19-10. Tra primo e secondo quarto però gli ospiti piazzano un 18-2 di parziale per poi volare anche su un massimo vantaggio di 14 punti. Limitano i danni i turchi nel finale e all’intervallo è 27-37 Alba. Addirittura il primo canestro del Fener nel secondo quarto arriva dopo più di 5 minuti di gioco, con il tiro dalla media di Devin Booker, male al tiro i ragazzi di coach Djordjevic che chiudono i primi 20 minuti con un 2/10. Nell’Alba il top scorer è Zoosman, autore di 15 punti con 4/4 da dietro l’arco dei tre punti.

Tedeschi freddi nel finale

Il terzo quarto non sposta gli equilibri del match, con l’Alba sempre sul +10 (38-48). La reazione del Fener arriva solamente nei primi minuti dell’ultimo quarto, fino al -5. Turchi ricacciati a 8 punti di distanza da una tripla di Maodo Lo (9 punti con 3/6 da 3 nella sua partita) con 5 minuti abbondanti da giocare. Le due squadre dopo passano quasi 3 minuti senza segnare e arrivano due triple di Jaleen Smith a breve distanza, per chiudere la partita. A Istanbul termina 57-66 per l’Alba Berlin, secondo successo consecutivo dopo quello interno con la Stella Rossa.

Il career high di Zoosman fa sperare Berlino

Dopo lo straordinario primo tempo da 15 punti, Zoosman chiude a quota 20 (5/9 da 3, in calo dopo l’iniziale 4/4, ma comunque ottime percentuali), suo career high in Euroleague. Bene anche Jaleen Smith, autore delle triple decisive e di una prova da 14 punti con 4/9 da 3. Vicino alla doppia doppia Da Silva con 8 punti e 9 rimbalzi. Mancano 3 partite all’Alba ed è ancora vivo un sogno playoff impensabile fino a poco tempo fa, occorre però vincere tutte le restanti partite (forse bastano anche 2, ma in tal caso l’Alba non avrebbe in mano il proprio destino). I ragazzi di coach Gonzalez tra due giorni dovranno giocare ancora in Turchia contro l’Efes, per poi concludere con Baskonia (a Berlino) e Monaco (in trasferta).

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

La Virtus batte la capolista con un'arma diversa dal solito: la difesa

Quando mancano due giornate alla fine della stagione regolare, la Virtus ospita Gran Canaria in un vero e proprio antipasto di playoff. Se per gli ospiti la prima piazza ormai è quasi una formalità – basta una vittoria, le Vu nere ballano tra terzo e quinto posto in un gioco […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: