Euroleague Man of the week: Sasha Vezenkov

Ennesima buona prova del bulgaro anche nel derby contro il Panathinaikos

0 0
Read Time:2 Minute, 31 Second

Euroleague Man of the week premia come ogni domenica un atleta che si è distinto nella settimana della competizione.

Gli ultimi sette giorni hanno ulteriormente innalzato il valore di Sasha Vezenkov, sempre più stella nel suo Olympiacos vicinissimo all’ottenimento di un piazzamento tra le prime quattro che garantirebbe il vantaggio del fattore campo nei play-off.

Una stagione d’oro, ulteriormente impreziosita del premio di miglior giocatore di Febbraio, mese in cui ha guidato la sua squadra a tre vittorie in altrettante gare con 15 punti di media.

Bulgaro, figlio d’arte, Aleksandar è nato a Nicosia, capitale di Cipro dove ha giocato per una stagione suo padre.

Il trampolino di lancio e la definitiva consacrazione è avvenuta però con la maglia di squadre elleniche.

Cresciuto nell’Aris Salonicco a soli 20 anni conquista, in una sola stagione, il premio di miglior giovane, giocatore più migliorato e soprattutto MVP del campionato chiudendo con poco più di 17 punti di media.

Numeri che non sono passati inosservati alle big d’Europa che nell’estate successiva si sono messe sulle tracce dell’attuale numero 14 dell’Olympiacos.

Il Barcellona riuscì a spuntarla portando in Catalogna il promettente talento.

Selezionato al Draft 2017, alla numero 57, da Brooklyn abbandona dopo tre anni i “blaugrana”, stagioni avare di soddisfazioni sia personali che di squadra viste le vittorie di una Coppa del Re e di una Supercoppa, un bottino magro per una realtà abituata a ben altri successi.

L’inizio dell’avventura al Pireo non è stata esaltante ma dal 2020 qualcosa è cambiato per un ragazzo che sembra aver raggiunto una definitiva maturazione diventando uno dei migliori nel suo ruolo.

Giocatore solido, fisicamente di impatto anche se non ha nell’atletismo la sua carta migliore, è capace di essere pericoloso sia vicino che lontano da canestro, una caratteristica che lo rende difficile da marcare.

Nell’attuale edizione di Eurolega, la migliore in assoluto per lui e dopo tanti anni per l’Olympiacos, le sue cifre parlano di 13.5 punti di media, 5.6 rimbalzi e 17.4 di valutazione.

La sua ultima uscita, nel sentito derby contro il Panathinaikos, è stata ai limiti della perfezione.

18 minuti giocati, 16 punti con 6/6 al tiro da due, 1/1 ai liberi, 1/2 dalla lunga distanza e 5 rimbalzi.

Numeri che rafforzano la convinzione di essere davanti probabilmente al punto di forza principale del team di Bartzokas.

Euroleague Man
Credits: www,euroleague.net

Chiudiamo il nostro consueto appuntamento del fine settimana con una menzione per Rokas Giedraitis.

L’ala lituana è stata determinante, da ex di turno, nella vittoria del suo Baskonia contro l’Alba Berlino.

Una sfida che, come sottolineato in settimana più volte su Eurodevotion, ha assunto valenza vista la sospensione delle squadre russe, decisione che ha ridato speranze, seppure ridotte, anche alle due contendenti per una clamorosa qualificazione alla post season.

I baschi si sono imposti tra le mura amiche per 85-68 anche grazie ai 22 punti (con 9/16 al tiro) e 3 rimbalzi del classe 1992.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Eurocup weekly #15: I Metropolitans vengono sgominati a Belgrado come la guardia napoleonica a Waterloo, la Toko night non sorride alla Virtus e la Reyer paga i capricci del calendario di EuroCup

I dieci flash della settimana di Eurocup bel consueto appuntamento domenicale. Settimana di Eurocup fruttifera per il Frutti Extra Bursaspor; i turchi, nel doppio turno settimanale per via del recupero contro la Reyer, sconfiggono Bourg en Bresse in un vero e proprio spareggio per l’ottavo posto e poi, sorprendentemente, circondati […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: