Oly-Pana (R30): punteggio a senso unico nel derby greco

Oly-Pana resta lontana anni luce dai derby visti in passato e quello visto ieri sera è un altro capitolo da dimenticare in fretta per i Greens. Ripercorriamo insieme quanto successo al Pireo.

0 0
Read Time:3 Minute, 8 Second

Se in Spagna Real-Asvel è stata una partita non brillantissima, anche in terra greca si è assistiti ad un vero e proprio “massacro” cestistico. Giorno di S. Patrizio perfetto in quel di Atene, anche perché per la prima volta dopo due anni anche al Pireo, si è assistito al derby con il pubblico sugli spalti. Oly-Pana, però, non è più quella partita degli antichi fasti, ma ora è lo specchio ahimé di una recessione economica che ha avuto effetti devastanti anche sulla pallacanestro.

Ciò nonostante, si è visto un solo padrone in questo derby, che dal primo al 40esimo ha messo in chiaro quanto divario tecnico ci sia tra le due squadre in questa stagione. Ripercorriamo quanto successo ieri sera al Pireo di Atene in Oly-Pana con il consueto appuntamento con l’analisi di ED.

Oly-Pana: il primo quarto shock indirizza la gara

Una sola squadra in campo in quel di Atene, e al netto del divario in classifica, forse ci si poteva anche aspettare un dominio del genere della squadra di coach Bartzokas sin dalle battute iniziali dell’incontro.

Kostas Papanikolau si accusa di un fallo in Oly-Pana. Il suo apporto nel primo quarto si è rivelato decisivo.

Sarà il primo quarto di gioco ad archiviare definitivamente la sfida. Moustapha Fall inizia a giganteggiare nella sfida con Papagiannis, Walkup, Wezenkov e Papanikolaou bombardano senza sosta da ogni lato del campo. In tutto ciò il Pana non c’è, i 5 giocatori messi in campo da coach Priftis sembrano soltanto i cartonati dei giocatori che conosciamo, e vengono letteralmente spazzati via possesso dopo possesso.

Il 38-13 con cui si conclude il primo quarto è la sintesi perfetta del primo quarto shock vissuto in Oly-Pana, e che già virtualmente dopo dieci minuti aveva chiuso la contesa. Identità di gioco, divario tecnico evidente, motivazioni differenti: questo quanto emerso in questo primo parziale che ha deciso il match del Pireo.

Oly-Pana: è l’ennesimo show di Kostas Sloukas

Nel pragmatico basket dell’Olympiacos continua a splendere sempre di più quel fuoriclasse inenarrabile di Kostas Sloukas.

Kostas Sloukas festeggia con Vezenkov in Oly-Pana di ieri sera

Il suo ritorno in terra ellenica non era partito nel migliore dei modi, ma con coach Bartzokas ad indirizzarlo nei momenti chiave di ogni sfida dei “Reds”, la sua pallacanestro ricca di soluzioni e soprattutto piena di talento lo mette sempre più in buona luce.

L’ex stella del Fener di Zele altra prestazione maiuscola nel derby ellenico con 16 punti e 9 assist messi a referto, con una bomba allo scadere dei 24 secondi nel corso del secondo quarto che ha fatto letteralmente impazzire il pubblico accorso al palazzo, si aggiudica il premio di MVP della contesa.

QUI IL TABELLINO COMPLETO DELLA GARA

Casa Panathinaikos: è il momento di riflettere

Se da un lato, quello dei Reds di Grecia si sorride e si difende ancora più meritatamente il quarto posto in classifica alle spalle di Milano e le già qualificate Real e Barça, il Panathinaikos anche in questa stagione sembra il lontano parente del passato e nelle ultime sfide sembra una squadra che non voglia seguire coach Priftis.

Daryl Macon in azione contro Tyler Dorsey in Oly-Pana

Il primo quarto visto ieri sera al pireo è l’immagine delle ultime settimane del Pana: una squadra sfiduciata, stanca ma soprattutto senza una vera identità difensiva, chiave importantissima in ogni squadra allenata dal coach ellenico, finalista lo scorso anno con Kazan in 7Days EuroCup.

Peggio degli altri anni, dopo questo capitombolo pesantissimo, è giunto il tempo di riflettere in casa Pana. Atteggiamento da rivedere, penutltimo posto in graduatoria che deve essere da stimolo nel finale, per salvare una stagione ad oggi, come confermato dal match Oly-Pana di ieri sera, davvero inqualificabile.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Ufficiale: Mateusz Ponitka lascia lo Zenit

In accordo con la società, Ponitka lascia ufficialmente lo Zenit. Arriva il comunicato: le strade di Mateusz Ponitka e lo Zenit si dividono dopo due stagioni e mezzo. Per il polacco 4.6 punti e 5.2 rimbalzi di media in Euroleague in questa stagione. Nella sua ultima partita con lo Zenit, […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: