Toni Cappellari: Llull, gli italiani, la “divina” oggi ed il PalaDozza che è sempre il meglio

Eurodevotion
0 0
Read Time:1 Minute, 18 Second

Toni Cappellari, nel suo Punto settimanale, tocca diversi argomenti. Dai campioni di oggi e di ieri come Llull, Hackett e Mabel Bocchi, agli italiani protagonisti, per finire con l’elogio del PalaDozza.

Sergio Lull, straordinario campione, con le sue triple micidiali mette in difficoltà una grande Olimpia e salva un Real che l’aveva persa. Riporta in vita i suoi e poi la vince.

Super intervista di Flavio Vanetti sul Corriere della Sera a Mabel Bocchi. La “Divina” oggi ha lasciato Sesto San Giovanni e vive al sud dove pensa solo ai suoi gatti e suoi cani. Canestri, tiri e palleggi appartengono ormai ad un’altra vita.

Ancora una volta italiani in grande spolvero. Procida è il migliore in campo per i fortitudini nel derby: nel primo quarto segna ben 10 punti, saranno poi 15 in 19 minuti a fine partita. Nico Mannion e Daniel Hackett (proviamo a convincerlo a ripensare alla Nazionale?) sono le stelle di Scariolo. Nonostante tutto ciò si continua  a riempire le squadre di stranieri, a volte veri e propri “brocchi”.

Sicuramente da ascoltare, comunque la si pensi a riguardo, le parole recenti di Gigi Datome sui regolamenti del campionato italiano riguardo italiani e stranieri.

Bologna, che era e resta “Basket City”, ha mille palazzi, ma il migliore rimane sempre il PalaDozza  di Piazza Azzarita. Costruito nel 1954 ed inaugurato nel 1956 è così denominato in onore dell’allora sindaco Giuseppe Dozza, che lo volle per la crescente fame di basket della gente bolognese. Da ogni posto si vede benissimo, ai miei tempi lo chiamavano il Madison, meritatamente!

Toni Cappellari

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

La Virtus cade in casa contro un'ottima Olimpia Lubiana

Alla Segafredo Arena, nel round 15 di EuroCup, la Virtus ospita un Olimpia Lubiana in forma smagliante. Gli sloveni sono reduci da quattro vittorie consecutive con una media di 99 punti a sera. La Segafredo, dopo la vittorie contro Bursaspor e Reyer, vuol continuare la sua serie positiva per raggiungere […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: