Maccabi-Sfairopoulos, certi amori… finiscono

0 0
Read Time:3 Minute, 45 Second

Maccabi-Sfairopoulos è l’ultima separazione tra un club ed un allenatore in ordine di tempo in Eurolega. Una stagione nata male e proseguita su lunghezze d’onda differenti.

La stagione è iniziata con l’assurdo avvicendamento di Martin Schiller sulla panchina dello Zalgiris ed è proseguita con l’esonero di Dusko Ivanovic in casa Baskonia, due situazioni accomunate da un destino assai simile. Non solo non si è migliorati, ma per certi versi si è decisamente peggiorati.

La pallacanestro dello Zalgiris ha toccato il fondo, ben lontana dalla splendida realtà guidata dall’allenatore austriaco lo scorso anno. Quella dei baschi non ha quasi mai regalato il gioco ad alto numero di possessi tanto caro al Coach croato. I risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Ora il Maccabi si separa da Sfairopoulos e lo fa, singolarmente, quando le cose ricominciavano a funzionare in Eurolega: dopo 8 sconfitte di fila tra metà novembre e fine dicembre, il vento pareva aver cambiato direzione con 4 W in 5 gare. In fondo la zona Playoff è oggi distante soltanto 2 partite.

Evidentemente, però, la situazione di un paio di mesi fa non è mai stata risolta.

Scrisse allora la stampa locale, sempre caldissima e sul pezzo come in poche altre realtà, che sostanzialmente il club non esonerava il Coach per tre ragioni distinte. La prima economica, poiché si sarebbe dovuto negoziare l’uscita da un contratto in essere sino al 2023. La seconda quasi un insulto alla professionalità ed al valore dell’allenatore greco: non si trovava di meglio. La terza, di conseguenza, logistica: l’esonero di Sfairopoulos avrebbe comportato l’addio di tutto lo staff ed avrebbe lasciato la squadra senza Coach a lungo poiché le regole sull’arrivo in Israele dall’estero (profili nazionali non venivano considerati in quanto non creduti all’altezza del compito) prevedevano una quarantena di due settimane. Col calendario di Eurolega ciò avrebbe creato una sorta di autogestione per troppi giorni.

Ora, come si poteva pensare che dopo l’uscita di tali notizie il lavoro di un allenatore potesse proseguire come dovrebbe essere? Nonostante ciò sono arrivate quelle quattro vittorie e non è da sottovalutare il fatto che siano arrivate dopo una sosta di tre settimane negli impegni di Eurolega, dal 29/12 al 20/1. Perchè lo sottolineiamo? Perchè non va dimenticato che questa squadra non ha avuto la possibilità di fare la preseason per via dei contagi e degli stop di settembre, quando si è dovuta iniziare la stagione con una sola insignificante amichevole a livello di preparazione. Non è quindi così strano che potendo allenare veramente per tre settimane, il Coach abbia portato la squadra ad invertire la rotta.

Tutto ciò non è contato nulla di fronte al tonfo in Coppa nazionale nel derby, seguito addirittura da tentativi di irruzione dei tifosi negli spogliatoi. Sfairopoulos ha lasciato l’arena scortato, mentre i giocatori hanno utilizzato un’uscita secondaria. E sempre Sport5 ha parlato di «Umiliazione».

Non bastasse quello, ecco la polemica per la serata in discoteca, dopo la sconfitta in Coppa, di Nunnally, Reynolds e Williams. «Se volete vedervi, fatelo privatamente» ha tuonato il club, pronto a multare gli atleti. Ed anche qui chiedersi il perchè di una multa è lecito. Ok, non un bell’atteggiamento, ma di lì alle ragioni di una multa ce ne passa…

Come sono lontani i giorni del pubblico che osannava il bravissimo Coach nativo di Salonicco…

Signorile, come sempre, l’uscita di scena di Sfairopolulos: «Non abbiamo fatto bene, resterò sempre un tifoso del maccabi». Il suo messaggio integrale al popolo gialloblu.

Quindi, che si fa? Oded Kattash, lo scorso anno al Pana, primo nome sul taccuino. Si è parlato di un incontro immediato, ma nostre fonti ci dicono che a questa mattina, sebbene la soluzione non sia scartata, al momento c’è stallo.

Cosa dire poi del fatto che Sport 5, media locale, indichi come soluzione probabile un traghettatore (Kattash) per poi dare l’assalto ad Andrea Trinchieri? Indipendentemente dal clamoroso valore del Coach italiano, queste soluzioni temporanee solo il miglior modo di mettere i giocatori in una situazione di relax ben poco competitivo. Staremo a vedere.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Coppa Italia, Quarti di Finale - Le Previsioni del Tempo...Cestistico

Coppa Italia, Quarti di finale – Le previsioni: OLIMPIA MILANO – SASSARI:  HH1 qta 1.20* Olimpia che non dovrebbe trovare ostacoli nel passare il turno. TRENTO – BRESCIA: HH 2 qta 1.45* Brescia arriva senza’altro in forma a questa competizione e il passaggio del turno sembra alla sua portata. TRIESTE […]

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: