Tenerife-Valencia (J15): “taronja” vittoria e testa di serie, isolani in Copa del Rey

0 0
Read Time:2 Minute, 25 Second

Tenerife-Valencia era la gara decisiva nella corsa per l’ultimo posto in Copa del Rey e per la definizione delle teste di serie in vista del sorteggio di oggi.

Grande attesa per la sfida del Santiago Martin.

I criteri dei conteggi per Granada erano chiari: un posto per due squadre, in corsa Tenerife e Baskonia. Una vittoria “tinerfena” o una sconfitta entro gli 8 punti avrebbe dato il pass agli isolani. Più complicate, e comunque improbabili, le altre eventualità.

Poi il discorso teste di serie: un successo di Valencia avrebbe voluto dire “taronja” tra le 4, una sconfitta li avrebbe esclusi favore di Joventut e Manresa.

L’attesa palla a due viene alzata alle 2000: due ore dopo il verdetto (78-80) qualifica Tenerife per il grande evento di Granada e regala la testa di serie a Valencia nel sorteggio di oggi alle ore 1300 (diretta sul canale Youtube di ACB).

Gara a ritmi non eclatanti, con buone cose da entrambe le parti ma con un agonismo che non tocca mai le vette che ti attenderesti da un contesto simile.

Jasiel Rivero dimostra di esser profilo sempre più interessante. 20 e 6 rimbalzi per il 28enne cubano arrivato a Valencia da Burgos: verificarlo a livello di Eurolega è ormai curiosità consolidata.

Marcelinho Huertas appartiene alla categoria di quei campioni eterni che paiono non voler mollare la presa su un gioco che conoscono alla perfezione. Anche ieri sera 22 con 4 rimbalzi e 5 assist.

Sotto le attese il duello tra i centri: né Shermadini nè Dubljevic offrono brani interessanti di quello che abitualmente portano alle loro rispettive squadre.

Il punteggio a metà gara dice +6 esterno, poi arriva un grande parziale “tinerfeno” grazie a 5 tripe di cui 3 firmate Doornekamp, pare la fuga giusta, ma la squadra di Penarroya non molla, grazie a Dimitrijevic e Prepelic, rientra e fa sua la gara nel finale.

Due liberi di Dubljevic danno in vantaggio a Valencia, la tripla di Huertas non va e sancisce il successo “taronja”.

«Vedete com’è il basket» avrebbe detto il maestro Giordani… Uno dei peggiori in campo mette i liberi decisivi, uno dei migliori sbaglia il tiro del sorpasso.

Domenica prossima il Valencia sarà di scena al Wizink Center contro un Real certamente arrabbiato dopo la caduta inattesa con Andorra, mentre Tenerife riceverà Murcia, una delle maggiori soppresse della stagione sinora.

Ora testa alla Copa per entrambe: il sorteggio di oggi potrebbe anche metterle di fronte nei quarti di Granada.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Rispondi

Next Post

Campionati esteri: l'Efes batte il Fener, ok le greche

Campionati esteri: il recap dedicato alla Super Ligi turca, l’A1 Ethniki e l’ABA League. Campionati esteri: Super Ligi Nel campionato turco è andato in scena il big match tra Efes e Fenerbahce. I campioni dell’Eurolega in carica hanno vinto 91-71 in casa. I padroni di casa sono partiti meglio portandosi […]

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: