Eurocup weekly #10: L’Ulmeravigliao, la solidità dei Taronja, le speranze della Reyer e la fame del Partizan

0 0
Read Time:3 Minute, 34 Second

Continua il nostro viaggio dentro il mondo EuroCup con la consueta rubrica domenicale che raccoglie i dieci flash della settimana.

Lo seguiamo da inizio stagione, è uno dei pallini del nostro weekly, e lui sta confermando le nostre attese. Questa sembra essere proprio la stagione del definitivo lancio di Panagiotis Kalaitzakis, il classe 1999 del Lietkabelis anche questa volta trascina i suoi alla vittoria; per il greco 18 punti con 7/11 al tiro. I lituani salgono al quinto posto nel girone A e non smettono di sognare.

Il Partizan, dopo una serie di vittorie risicate che han fatto scongelare ai sapientoni il classico detto vince ma non convince e la sconfitta rumorosa in terra russa contro il Lokomotiv Kuban, ha iniziato a far sul serio: due vittorie consecutive di trentadue e venticinque punti. Adesso gli uomini di Obradovic, prima della sfida al vertice contro Badalona, vanno ad Ankara per confermare il loro periodo privo di pietà.

29, 31, 21, non sono i numeri dell’ultimo Superenalotto ma i punti delle ultime tre clamorose gare di Vladimir Brodziansky. Per il 2,11 della Joventut Badalona finora una stagione da 15,2 punti con il 47% da tre. Tra Ribas, Tomas, Willis e Paul, lo slovacco si sta facendo sempre più spazio.

Cercasi Reyer disperatamente; la sconfitta contro il fanalino di coda Bourg è una di quelle che fa male. Venezia dopo questa brutta caduta crolla al sesto posto del girone B, salutando, probabilmente definitivamente, le parti alte della classifica, e dovrà iniziare a guardarsi le spalle per non rischiare sgradite sorprese. Il basket italiano, dopo l’Olimpia e la Virtus, ha bisogno della sua terza forza.

Valencia continua a vincere nonostante le condizioni critiche dovute al Covid e agli infortuni. Gli uomini di Penarroya si confermano una squadra dalla mentalità solida. Il reale pericolo per il primato nel girone delle Vu nere, anche se la brillantezza di Gran Canaria inizia seriamente a far paura. Per Tobey e soci una vittoria a Patrasso importante dopo esser andati sotto anche di sette lunghezze a due minuti dal termine.

Dicevamo, Gran Canaria si conferma in testa alla classifica del girone B, davanti le più quotate e ricche Virtus e Valencia, la trasferta di Lubiana viene decisa nel primo quarto, con un parziale di 23-7 che manda a tutti a casa dopo dieci minuti. Se gli isolani sono una conferma positiva, i padroni di casa dell’Olimpia Lubiana sono la sorpresa negativa di questa prima parte di stagione; 3 vittorie e 6 sconfitte sono un bilancio negativo per una squadra che ha iniziato la stagione con bel altre ambizioni.

L’Olimpia Lubiana vive e muore con il tiro dalla lunga distanza; una caratteristica che segnato il primo giro di boa dei verdi di Slovenia. Se Muric e Pullen, due bocche di fuoco slovene, sommano 0/14 da tre punti, per la squadra di coach Golemac non esiste una speranza.

La gara casalinga della Virtus Bologna contro il Bursapor è stata sospesa per problemi di Covid – per la compagine turca. I bianconeri, che stan mettendo finalmente benzina nelle gambe ritrovate di Mannion e Cordinier, stanno attraversando un periodo di forma nettamente migliore rispetto alla fine del 2021. Martedi a Ulm, per la squadra di coach Scariolo un test importante per confermare gli ultimi progressi confortanti.

Questa edizione di EuroCup sta proiettando nel panorama continentale un nome che sicuramente non passa inosservato agli appassionati di pallacanestro per il suo passato radioso da giocatore (Panathinaikos, Barcellona e Avellino su tutte); un nome che sta risalendo alla ribalta da allenatore: Jaka Lakovič è il coach dell’Ulm, una squadra che sta dando lezioni di basket a livello tattico, tecnico e organizzativo. La prestazione in casa del Buducnost è soltanto l’ultima di una serie di convincenti partite. Prima dello scacco matto in terra di Montenegro, i tedeschi avevano fatto passare le pene dell’inferno al Valencia.

La Reyer Venezia per rilanciare le sue ambizioni si affida a Morgan e Theodore, due ex Unics Kazan che sanno come si arriva in fondo in EuroCup. La Reyer stravolge l’asse play pivot per ribaltare una stagione che non sembra indirizzata nei giusti canali. Come spesso accade in questi casi, la compagine lagunare si affida all’esperienza.

https://www.eurocupbasketball.com/eurocup/games/results?gamenumber=11&phasetypecode=RS&seasoncode=U2021

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Euroleague Man of the week: Devon Hall, la scommessa vinta di Milano

Era l’11 Marzo 2021, quasi un anno fa, e l’Olimpia usciva trionfante dalla Megasport Arena di Mosca. Si celebrava quindi l’incredibile fioritura della scommessa più azzeccata del mercato estivo, quel Kevin Punter autore di 32 punti che aveva azzoppato la corazzata di Itoudis. Così, anche il recente successo dei biancorossi […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: