Euroleague: Jokubaitis è clutch, il Barcellona riparte contro l’Efes

Lele
0 0
Read Time:3 Minute, 29 Second

Turno numero 21 di Euroleague per Barcellona ed Efes Istanbul, che si sfidano al Palau Blaugrana nella seconda ed ultima rivincita stagionale dopo la finalissima dello scorso maggio. Nel primo big match stagionale giocato in Turchia si è imposto il team catalano per 93-95 dopo un tempo supplementare in una notte pazzesca, oggi si va in casa di Mirotic e soci per il replay. Assenti ancora Calathes, Oriola ed Abrines nel team allenato da Jasikevicius. Momento difficile per il Barcellona, reduce da un ko pesante con l’Olimpia Milano in casa, i turchi non giocano in Euroleague da prima di Natale.

40′ tesi, intensissimi e con momenti di tonnara da gara di alto rango quelli del Palau, con Ergin Ataman allontanato nel terzo quarto in maniera forse avventata dagli arbitri e protagonista di un gesto che ricorda al palazzo catalano la coppa vinta a maggio nella finalissima della scorsa stagione, ed a vincere è ancora il Barcellona per 82-77 grazie soprattutto alle giocate sontuose di un Rokas Jokubaitis in versione clutch. Non bastano all’Efes le prove importanti di Shane Larkin (17 con 4 assist) e del redivivo Bryant Dunston (12+6 rimbalzi). Determinanti le percentuali dalla lunga, bassissime per i turchi (19%) e molto buone per i catalani (50%). Queste le chiavi del partitazo del Palau, vinto dai padroni di casa.

Rokas Jokubaitis

Partita di altissimo livello del ragazzo classe 2000 dei blaugrana, autore di 16 punti in 21′ e delle giocate più importanti e clutch della serata del Palau. Per Rokas Jokubaitis contro l’Efes Istanbul è serata importante, con l’idea di confermare le ottime prove mostrate nelle settimane precedenti e per dimostrare sempre di più di essere l’uomo-squadra cui Sarunas Jasikevicius non può davvero rinunciare. Talento, personalità e senso del dramma non mancano al lituano cresciuto nello Zalgiris, capace di spezzare le gambe ai turchi con un paio di giocate straordinarie: prima una tripla dalla punta in arretramento con le mani del difensore in faccia, poi la penetrazione vincente a 21″ dal termine subendo il fallo di Vasilije Micic. Dopo l’intervallo il play numero 31 ha alzato i giri del motore segnando 12 punti dei suoi 16 totali, trascinando i suoi al successo: partitazo per il lituano e successo per il Barcellona.

Shane Larkin e Bryant Dunston

Se l’Efes non cade prima al Palau nel partitazo del Round 21 di Euroleague è merito del suo folletto numero 0 e del centro con il numero 42 sulle spalle: la coppia dei turchi incamera una prova complessiva da 29 punti (17 per il folletto, 12 per l’ex Varese), 8 rimbalzi e 4 assist, con canestri importanti per i suoi, finiti sotto nel punteggio anche di 9 lunghezze dopo l’espulsione di Ergin Ataman. Se Larkin dal campo è un pochino impreciso (4/10), altrettanto non si può dire per un Dunston davvero devastante grazie ad atletismo e dinamismo dei giorni migliori: 3/4 da 2, 6/7 in lunetta e 6 rimbalzi per il centro in una serata straordinaria, condita da una schiacciata-poster con fallo davvero pazzesca. Se il numero 0 ed il 42 sono brillanti, non si può dire altrettanto per Micic e Beaubois: 1/7 dal campo per il francese e 2 punti a bersaglio, 18 per il serbo che dal campo ha segnato solo 3 canestri.

Le percentuali dalla lunga

Il successo del Barcellona sull’Efes ha come fattore la precisione nel tiro dalla lunga distanza, troppo bassa per i turchi (5/26) e decisamente importante per i catalani (10/20), capaci di spaccare la partita con 2 canestri dall’arco di Kyle Kuric, uno di Davies ed un paio del vero MVP di serata, Rokas Jokubaitis. Pessima – dunque – la serata al tiro da lontano del team di Ataman, che paga un brutto 0/6 di coppia per Simon e Micic ed uno 0/4 di Beaubois. Da par suo il team di coach Jasikevicius ha selezionato molto bene i tiri dall’arco, prendendosi poche forzature e segnando quelle triple che hanno di fatto spaccato la partita ed affondato i Campioni d’Europa.

Con questo successo il Barcellona sale a quota 32 e tiene la vetta, mentre l’Efes rimane fermo a quota 18 ed è all’ottava piazza.

About Post Author

Lele

Atleta amatoriale e giudice di gara, appassionato di atletica e basket
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Infortuni ed assenze: le defezioni del venerdì di Round 21

Infortuni ed assenze: l’injury report dei match di oggi. CSKA MOSCA vs ASVEL CSKA col dubbio legato alle condizioni di Will Clyburn, mentre l’ASVEL non avrà i 3 lungodegenti Morgan, Lighty e Wembanyama. REAL MADRID vs BASKONIA Blancos senza 4 giocatori questa sera: Rudy Fernandez (covid), Alocèn, Vukcevic (covid) e […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: