Mercato caldissimo: il Real piazza il colpaccio Gabriel Deck ed è una discreta sorpresa

alberto marzagalia
0 0
Read Time:2 Minute, 30 Second

Giorni di un mercato assai effervescente in Eurolega. Se dapprima ci sono stati movimenti minori, nelle ultime ore dalla capitale spagnola arriva il colpaccio.

La notizia non è ufficiale ma dalla Spagna confermano tutti non esserci dubbi: Gabriel Deck tornerà ad essere un giocatore del Real Madrid, con un contratto che lo legherà nuovamente al club della capitale fino al 2024. Le conferme arrivano anche da HoopsHype che cita fonti europee di un certo livello, su tutte Emiliano Carchia di Sportando ed il report originario di Josè Luis Sanchez di #laSextatv.

Secondo quanto riporta Marca il giocatore sosterrà le visite mediche la prossima settimana.

L’argentino, già dimostratosi atleta di altissimo livello in Eurolega, è stato tagliato dai Thunder di OKC dove ha giocato un totale di 17 partite, 10 la stagione scorsa e 7 quest’anno, sostanzialmente senza che vi sia stata un’apertura di fiducia tecnica nei suoi confronti. Cosa molto strana, visto che si tratta di una franchigia in totale ricostruzione. Ma si sa, a volte le dinamiche NBA sono poco facilmente comprensibili.

E proprio quelle dieci gare disputate lo scorso anno arrivarono dopo un addio non esattamente tranquillo coi “blancos”, abbandonati alla vigilia dei Playoff di Eurolega e della conclusione della Liga.

Come inoltre ricorda correttamente Marca, si tratta di un ritorno abbastanza sorprendente, poiché il club “merengue” non si è mai dimostrato troppo disposto ad accogliere cavalli di ritorno, come ad esempio accaduto con un idolo del calibro di Sergio Rodriguez.

Deck, celebrato dai compagni dopo l’ultima coi blancos alla Ulker Arena

Dopo una straordinaria prestazione alla Ulker Arena, il 26 enne nativo di Anatuya, ad est del Salado River, si trasferì in Nba dove a fronte di un utilizzo mai sbocciato, ha però avuto modo di piazzare un colpo finanziariamente “rotondo”, come viene definito sulle stesse righe di Marca. 327110 dollari lordi a gara, 20749 a minuto giocato (268 in tutto). Sepour deducendo i 2 milioni pagati al Real come clausola di uscita, l’affare è stato ottimo, anche perchè si trattava di uno dei migliori giocatori della squadra di Laso ma con un salario decisamente basso rispetto ai compagni.

Va anche ricordato come si discusse molto, la scorsa stagione, sul fatto che non fossero avviate le procedure di naturalizzazione che gli avrebbe permesso di giocare da comunitario in Spagna.

Di fronte a questa prospettiva ci pare corretto dire che si tratta di una situazione in cui vincono entrambi: il giocatore ha provato la sua carta NBA senza successo ma ricavandone un tesoretto finanziario in pochi mesi, mentre il club riabbraccia un atleta in grado di rafforzare in maniera importantissima quello che è già uno dei due-tre migliori roster d’Europa.

Nei giorni scorsi, come accennavamo, si erano registrati movimenti dal peso decisamente minore.

Separazione tra Landry Nnoko e Baskonia, Trey Kell che firma a Milano, Stefan Jovic al Pana e Egemen Guvèn all’Efes.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Torniamo su Olimpia-Virtus, tra bello e meno bello...

Euroleague Weekly ovviamente sospesa vista la settimana senza gare ed alla vigilia di un doppio turno assai complicato. Ed allora torniamo su Olimpia-Virtus, sfida interessante nonostante le premesse. 10 flash, per non dimenticare la struttura di Euroleague Weekly. In fondo la speranza è che Milano-Bologna diventi realmente gara da Eurolega […]
Olimpia-Virtus

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: