Zaragoza-Baskonia(G15), un blackout condanna i baschi

Giorgio Mastrogiacomo
0 0
Read Time:1 Minute, 58 Second

Chiusura di 2021 amaro per il Baskonia, costretto ad arrendersi al Zaragoza per 97-79. I ragazzi di Spahija, infatti, pagano a caro prezzo una partenza shock, grazie alla quale i padroni di casa hanno potuto amministrare il vantaggio per il resto del match. Fallito, quindi, l’appuntamento con la quinta vittoria consecutiva che avrebbe permesso alla formazione basca di salire al momentaneo terzo posto insieme a Murcia e Joventut.

-26

Al rientro negli spogliatoi, dopo il primo tempo, il punteggio recitava un netto 52-26. Svantaggio frutto di quindici minuti di totale blackout, durante i quali la formazione di coach Spahija è stata in grado di segnare solamente 14 punti. Dopo l’iniziale 12-12, infatti, i padroni di casa hanno saputo mettere a segno un parziale di 9-0, tagliando le gambe al Baskonia. Anche nel secondo quarto la musica non è cambiata, con il Zaragoza a capo del gioco e gli azulgrana costretti a subire senza nessun segno di possibile ripresa.

Una timida rimonta

Un primo cenno di gioco è arrivato ad inizio terza frazione, quando gli ospiti hanno dato il via al secondo tempo con 7-0. Le speranze di una possibile impresa, però, sono state subito affossare da Mobley e compagni. I 12 punti segnati a cavallo tra la prima e la seconda metà del terzo quarto, hanno vanificato ogni sforzo fatto dal Baskonia, mantenendo il distacco tra le due formazione a venti punti (70-50). Gli ultimi dieci minuti sono stati di semplice amministrazione per il Zaragoza, con gli ospiti già con la testa al match di domani contro il Barcellona.

2022 per ripartire

L’ascesa del Baskonia negli ultimi anni è cosa evidente a tutti. Il successo in Liga e l’ottima Eurolega 2021 sono il frutto di un grande lavoro fatto da tutta la società. I cambi di quest’estate, però, sembravano, almeno all’inizio, aver rotto quella chimica e quella magia che si erano venuti a creare intorno al Baskonia. A rimetterci, come tutti sappiamo, è stato coach Ivanovic. Dall’arrivo di Spahija, però, la squadra sembrerebbe essere rinata, quantomeno in campionato. I risultati stanno pian piano tornando ad essere quelli delle scorse stagioni, lasciandosi alle spalle il brutto inizio. Nel 2022, quindi, i baschi dovranno ricominciare ad essere la squadra che abbiamo imparato a conoscere, dimenticandosi in fretta la seconda metà dell’anno.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Liga Endesa, Jornada 15: volano Breogàn e Murcia nel nome di Musa e Taylor

Jornada 15 spalmata su due serate in Liga Endesa. Ci sono diversi rinvii ed i verdetti che qualificheranno alla Copa del Rey in programma a Granada sono ancora sospesi. Joventut Badalona v Real Madrid, prevista per lunedì 27 dicembre alle 2130, è stata rinviata a causa del focolaio COVID in […]
Liga Endesa

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: