Eurodevotion on Social Media #13: Natale di ordinaria follia tra rimonte, upset e derby greco

Cesare Forgione
0 0
Read Time:2 Minute, 28 Second

Il consueto punto social della settimana.

Il turno natalizio di Eurolega ci ha regalato diverse emozioni su svariati campi, come l’OAKA di Atene o il Palau Blaugrana di Barcellona.

E’ arrivato il momento di rigustarcele, con di fianco, perchè no, una fetta di panettone o di pandoro e magari anche un bel bicchiere di spumante.

Immergiamoci!

Nik Melli protagonista

Sebbene Milano non sia stata impegnata questa settimana causa Covid, Nik Melli è stato protagonista del podcast di Eurolega “The Crossover” condotto da una leggenda come Joe Arlauckas.

Intervista molto interessante disponibile qui.

Eccone un breve estratto.

Giornata di suicidi

Avranno da rimproverarsi al termine di questa settimana due squadre su tutte, ovvero la Stella Rossa e l’Unics Kazan.

I serbi son stati ad un passo dall’espugnare Istanbul, ma han dovuto cedere a 2 secondi dalla fine dopo il sorpasso di Micic dalla lunetta.

Reclamano vendetta i 2 liberi sbagliati da Nikola Kalinic a 10 secondi dalla fine, inattesi perchè vengono forse dall’uomo più esperto e freddo (di solito) della squadra di coach Radonjic.

Partita folle in quel di Barcellona, dove l’Unics per 3 quarti ha letteralmente dominato portandosi addirittura a +17 a 10 minuti dalla fine, con Canaan che sembrava assaporare decisamente il gusto della vittoria…

Il Barça sembra però non essere d’accordo e piazza un parziale di 37-20 nell’ultimo quarto che permette di allungare la partita di altri 5 minuti portandola all’overtime con qualche chiamata decisamente rivedibile.

La decidono ancora i liberi, con Kuric che ha rispedito il regalino al mittente…

Interessanti le parole di Jasikevicius nel post-partita sul discorso della pressione.

Baldwin espugna casa Trinchieri

Un Baskonia decimato, senza Fontecchio e Giedraitis, conquista una vittoria inaspettata in quel di Monaco di Baviera e deve ringraziare due protagonisti: Matt Costello ma soprattutto il grande ex ovvero Wade Baldwin, autore di una prova stratosferica da 30 punti.

Il derby greco

Il derby greco dice Olympiacos.

Al termine dei 40 minuti di gioco infatti, il match ha quasi avuto un solo padrone ovvero i ragazzi di Bartzokas che hanno messo a segno la classica “statement game” che ha consolidato la caratura del team del Pireo.

Team del Pireo che lancia un chiaro segnale a tutta l’Europa.

Miracolo Real

Il Real Madrid compie (forse) l’impresa dell’anno e batte il CSKA con soli 6 giocatori senior e 3 canterani.

Una notte da ricordare per i blancos, una notte da dimenticare per il CSKA, in piena crisi tecnico-tattica.

Per oggi è tutto, il prossimo appuntamento con Euroleague on Social Media è al 2022!

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Eurodevotion-Backdoor Podcast: Real da urlo, Cska da urla. Spettacolo Barça-Unics

Appuntamento settimanale classico quello della conversazione “congiunta” Eurodevotion-Backdoor Podcast. Come sempre tantissimi i temi trattati… Real miracolo, Cska da incubo. Sono 20 gli esordienti di Laso. Derby greco senza storia. Zenit su, Maccabi giù. Altra puntata dell’alternanza Larkin-Micic. Spettacolo straordinario al Palau. Wade Baldwin, perchè quelle parole? Fener, la L […]
Eurodevotion-Backdoor

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: