Sala stampa: le parole dei coach al termine della seconda serata del Round #17

0 0
Read Time:4 Minute, 51 Second

Sala stampa: le dichiarazioni degli allenatori dopo le ultime cinque partite del Round #17 di Eurolega

PANATHINAIKOS v OLYMPIACOS

Dimitris Priftis (Panathinaikos): “Congratulazioni all’Olympiacos. Hanno giocato meglio di noi. Abbiamo affrontato male la partita, tranne il terzo quarto. Abbiamo avuto una giornata negativa in attacco, questo è evidente anche dal punteggio. E abbiamo avuto la mentalità corretta nel terzo quarto. Nel quarto quarto abbiamo commesso errori stupidi e si è creato questo grande divario, che non rispecchia lo sforzo che abbiamo fatto.”

Georgios Bartzokas (Olympiacos): “Siamo stati in grado di condurre l’intera partita. Solo nel terzo quarto sono riusciti a recuperare. Sono molto contento per i giocatori, hanno seguito il piano partita. Hanno giocato un’ottima partita sia in fase offensiva che difensiva, quindi congratulazioni ai giocatori. È stata una partita come ce l’aspettavamo. Dovevamo essere molto costanti in difesa e lo siamo stati per 40 minuti, in attacco abbiamo giocato molto bene per tre quarti. Nel terzo quarto abbiamo dato al Panathinaikos l’opportunità di tornare in partita, ma, alla fine, nel quarto periodo siamo riusciti a fare delle ottime giocate con buone decisioni sia in difesa che in attacco e abbiamo vinto.”

ZENIT v MACCABI

Xavi Pascual (Zenit San Pietroburgo): “Penso che questa sia stata una partita in cui abbiamo giocato molto bene nei primi 20 minuti. Nel terzo quarto era normale che il Maccabi reagisse. Fino a 5 minuti dalla fine, era una partita in cui eravamo in vantaggio di 10, ma negli ultimi 5 minuti non abbiamo controllato la partita e abbiamo fatto troppe palle perse ed è per questo che il Maccabi ha trovato il modo di rimontare nonostante la nostra difesa fosse più o meno a posto. Siamo felici per questa vittoria, ovviamente.”

Ioannis Sfairopoulos (Maccabi Tel Aviv): “È molto difficile parlare dopo aver perso una partita in questo modo. Da un lato, sono molto preoccupato per come abbiamo iniziato il primo quarto e anche il primo tempo, dall’altro, siamo dispiaciuti per aver perso questa partita. Ci voleva solo una buona difesa per finire il lavoro. Andiamo avanti, partendo dal secondo tempo, e spero che il modo in cui abbiamo combattuto e il modo in cui abbiamo giocato contro una squadra molto buona come lo Zenit nella secondo metà, ci darà la direzione di come dobbiamo giocare da ora in avanti.”

Zenit-Stella Rossa

BAYERN v BASKONIA

Andrea Trinchieri (Bayern Monaco): “Congratulazioni al Baskonia. È stata la nostra peggior partita. Ci hanno preso davvero a calci nel sedere. Non abbiamo avuto nessuna reazione. È la prima volta che la mia squadra è una linea piatta: nessuna reazione, nessuna emozione, niente di niente. Quindi è stata una sconfitta molto pesante.”

Neven Spahija (Baskonia Vitoria): “Penso che abbiamo giocato la maggior parte della partita con costanza. Non abbiamo fatto tante palle perse, che è il nostro più grande problema in questa stagione. Voglio davvero dare credito alla squadra per essersi ripresa dopo due sconfitte difficili a Istanbul e per aver giocato nel modo giusto. Abbiamo avuto degli alti e bassi durante la partita, ma non posso dire nulla perché eravamo senza giocatori importanti. Amo questa squadra.”

REAL v CSKA

Chus Mateo (Real Madrid): “Sapevamo che era molto difficile vincere oggi perché la settimana è stata molto strana. Ma ce l’abbiamo fatta. Sono molto orgoglioso dei miei giocatori, è incredibile come combattono fino alla fine, e io sono molto contento per i tifosi perché sono stati con noi fino alla fine.” Sui giovani: “Sanno che devono essere utili per la squadra e hanno fatto del loro meglio, hanno giocato con un grande cuore, hanno commesso falli quando dovevano farlo e hanno giocato molto intelligenti anche se sono molto giovani. Stiamo lavorando molto bene con i giovani ed è una grande cosa per tutti al Real Madrid.”

Dimitris Itoudis (CSKA Mosca): “Questo gioco ha molte regole non scritte e l’unica regola non scritta in ogni sport di squadra è competere e giocare duro. Come ho detto nell’intervista pre-partita, il Real Madrid ha la mia solidarietà per quello che sta succedendo, ma questo non dovrebbe influenzarci. Abbiamo iniziato molto male, abbiamo dato loro tutta la spinta di cui avevano bisogno. Nel secondo quarto siamo tornati forti e abbiamo preso il comando, ma non è bastato. Non è questione di strategia, ma di volerlo. Congratulazioni al Real. Klavzar e Garuba hanno giocato una grande partita, quindi è meglio ricordare quei nomi”.

ASVEL v FENERBAHCE

TJ Parker (ASVEL Villeurbanne): “Sopra di 6, abbiamo loro la possibilità di rimontare e abbiamo fatto un paio di errori in difesa, ma alla fine, abbiamo vinto. , è un buon rimbalzo dell’Olympiacos ed è così che lo ricorderemo. Adesso abbiamo tre partite casalinghe e dobbiamo mostrare lo stesso spirito. È stata una bella vittoria. Ne avevamo bisogno. Perdere cinque partite di fila è dura. Abbiamo giocato tanto in trasferta a dicembre e non è stato facile. Non aver giocato la partita contro Nanterre ci ha aiutato: ci siamo rimessi insieme, ci siamo allenati e come avete potuto vedere avevamo molta più energia e abbiamo lottato fino alla fine.”

Sasa Djordjevic (Fenerbahce): “Il primo pensiero va ai nostri migliori giocatori, Nando De Colo, gravemente infortunato, appena tornato dall’ospedale, e Jan Vesely, che si è slogato la caviglia. Questa è la prima cosa. Ci abbiamo messo il cuore e abbiamo lottato. Abbiamo aperto male il terzo quarto e questo è dovuto ad alcune decisioni che abbiamo preso in campo, e ad alcuni giocatori esperti che non hanno fatto un buon lavoro. Tuttavia, abbiamo avuto la possibilità di vincere la partita. Il nostro tiro non è stato buono, avendo tirato solo il 20% da tre punti. È qualcosa che ci è mancato in questa partita e, naturalmente, non avere un giocatore come Nando o Jan nel per la maggior parte del match, è qualcosa che ci ha penalizzato tanto in attacco.”

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Real-Cska: è tutto vero, è "blanco" Natale

Real-Cska è senza alcun dubbio una delle sfide più nobili nella storia di Eurolega e bastano le due semifinali recenti di Belgrado 2018 e Vitoria 2019 a ricordarcelo. Ieri sera al Wizink Center è andata in scena una versione almeno “particolare” di questa rivalità. E’ una di quelle partite che […]
Real-Cska

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: