La lavagnetta di EuroCup #8: l’horns shuffle di Gran Canaria

Gran Canaria avversario tostissimo in una settimana difficilissima e ricca di impegni in casa Virtus. Ecco a voi l’horns shuffle di coach Fisac Porfi.

1 0
Read Time:4 Minute, 2 Second

Per la Virtus Bologna è una settimana di impegni decisamente delicati. La vittoria nella super classica italiana come il derby di Basket City contro la Fortitudo Bologna, la squadra di coach Sergio Scariolo ha davanti a sé la difficilissima insidia del match contro l’Olimpia Milano tra S.Stefano e il 27 dicembre, tutto da decidere vista la mancata trasferta del club meneghino a Kaunas causa situazione Covid-19, ma soprattutto una grande sfida di 7Days EuroCup da affrontare. Domani sera la Virtus, infatti, va in scena sul campo di Gran Canaria, squadra tostissima, che non sta vivendo un gran momento di forma (sconfitta pesantissima sul campo del Bilbao Basket per 95-80), ma che mette in scena un set offensivo e un playbook ricchissimo di soluzioni. Per l’ottavo appuntamento stagionale della lavagnetta di EuroCup vi presentiamo l’horns shuffle della squadra allenata da Fisac Porfi.

L’Horns shuffle di Gran Canaria: come funziona questo set offensivo

Tra le rivali della Virtus in testa alla classifica del girone B della 7Days EuroCup c’è sicuramente Gran Canaria. In terra iberica domani sera sarà un vero e proprio scontro al vertice, in attesa di capire cosa farà anche il Buducnost altra squadra in testa insieme alla Virtus e agli iberici con un record di 5 vittorie e 2 sole sconfitte fatte registrare fino a questo punto della competizione.

La squadra allenata da coach Fisac Porfi da ben 2 stagioni sta maturando un processo di crescita e di maturità cestistica sotto ogni aspetto, anche se in questo momento storico della stagione c’è stato un repentino calo di risultati. Sono ben 5 le sconfitte consecutive tra Liga ed EuroCup incassata dalla squadra allenata da coach Porfi, che deve necessariamente vincere per riscattare la sconfitta con ULM e legittimare con il suo signor basket di essere più di un outsider per la lotta alla vittoria della 7Days EuroCup.

La squadra iberica ha un playbook e un set di situazioni offensive infinite, un manuale ricco da gustare per via di soluzioni tattiche e di lettura che riesce a dare con ogni singolo gioco, ma uno dei più fruibili e più utilizzati anche in situazione di ATO (After Time-out,ndr.) è l’horns shuffle, una variazione al più comune attacco con principio di horns down.

Il gioco da situazione di rimessa (immagine a destra) o su gioco attivo (immagine a sinistra) fa lavorare con blocchi ciechi o lontani dalla palla (dipende sempre dalla situazione di partenza offensiva) la difesa avversaria cercando di concludere nel breve tempo, o con la maggior efficienza possibile con un canestro realizzato da uno dei bloccanti, che può essere un lungo nella prima situazione di gioco, o su rimessa un blocco addirittura di un “piccolo” o esterno che dir si voglia.

Ecco un esempio di horns-shuffle da rimessa laterale. Uno degli esterni o piccoli che fa parte dello stagger, finta un blocco e salta fuori sulla palla in maniera rapida, prendendo in una situazione complicata un tiro rapido ed efficiente.

Come difendere questo set offensivo horns shuffle di Gran Canaria?

Coach Scariolo è in quella settimana dove il passo falso è difficilmente tollerabile. La vittoria nel derby, come detto in anteprima di analisi, è soltanto uno degli impegni faticosi a cui le V nere sono sottoposti con tante e notevoli assenze che continuano ad aumentare a vista d’occhio.

Oltre ai vari Hervey, Cordinier e Pajola citati nelle scorse puntate di lavagne tattiche e settimane di analisi gare Virtus, anche Abass da tempo ma più recentemente Sampson e Mannion si son aggiunti alla lista degli indisponibili di una squadra sempre più con infermeria piena e poco spazio per improvvisare o provare qualcosa di veramente nuovo in difesa.

Dopo il successo abbastanza agevole contro Patrasso, la Virtus deve necessariamente alzare il tiro e giocare senza risparmiarsi con cura e attenzione ad ogni dettaglio difensivo. Al netto del calo di Gran Canaria citato poc’anzi, questa squadra è davvero ostica e difficilissima da affrontare specie in queste situazioni dinamiche di gioco. L’horns shuffle è soltanto uno dei potenziali pericoli offensivi di una squadra con grandi varianti tecnico-tattiche che possono rendere la vita difficile anche ad una squadra come la Virtus (ne sanno qualcosa squadre come Real e Valencia entrambe battute in Liga ACB).

Questo gioco offensivo la Virtus lo deve difendere con cambio sistematico su palla attiva tra i due lunghi. Aggredendo e non permettendo un passaggio facile in post, l’attacco va rallentato e il primo potenziale pericolo offensivo viene sventato. Da questa situazione partirà lo stagger, come previsto anche nella rimessa messa in precedenza, con il piccolo che viene a prendersi palla e a concludere agevolmente al ferro. In questa situazione preferibile cambiare solo se potenzialmente si possono creare miss-matches favorevoli all’attacco, lavorando di rotazioni e aiuto-recupero sul lato debole.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Jehyve Floyd è un nuovo giocatore del Fenerbahce

Jehyve Floyd è ufficialmente un nuovo giocatore del Fenerbahce. Il lungo ex Panathinaikos ha firmato fino al termine di questa stagione. L’ala grande statunitense classe 1997 nelle 10 partite giocate con i greci in Euroleague quest’anno ha realizzato 2.5 punti di media e 2.1 rimbalzi in 10 minuti sul parquet.

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: